giovedì 20 settembre 2018

Alla LIUC, il Rapporto della Banca d’Italia sull’economia della Lombardia

Per la prima volta la Sede di Milano della Banca d’Italia fa tappa alla LIUC – Università Cattaneo con il Rapporto annuale sull’Economia della Lombardia.
Mercoledì 26 settembre 2018, a partire dalle ore 16, in Auditorium, saranno presentati i risultati principali delle performance economiche lombarde attraverso un’analisi complessiva delle dinamiche economiche regionali e approfondimenti sulla situazione delle imprese, delle famiglie, del mercato del lavoro, del mercato del credito e della finanza pubblica.
Nella seconda parte dei lavori, i rappresentanti del mondo accademico, delle banche, delle imprese manifatturiere e dei servizi si confronteranno sulle più recenti tendenze del sistema produttivo e finanziario in Lombardia e in Italia.

Nel 2017 l’espansione dell’economia della Lombardia si è consolidata e rafforzata rispetto agli anni precedenti, si legge nel Rapporto. L’attività è cresciuta in tutti i principali settori produttivi, favorita da un forte incremento delle esportazioni di beni, dall’espansione degli investimenti delle imprese e dei consumi delle famiglie, da condizioni di finanziamento distese.
Il miglioramento del mercato del lavoro ha contribuito ad accrescere
il reddito disponibile delle famiglie, che dal 2014 hanno beneficiato anche di un aumento della ricchezza. Nonostante la buona performance registrata nel 2017, i dati preliminari sul PIL segnalano, però, che la regione non ha ancora recuperato il divario accumulato negli anni precedenti con le principali regioni dell’Unione europea a essa simili per struttura economica e produttiva.
L’espansione dell’attività dell’industria e dei servizi è proseguita nel primo trimestre del 2018 e, nei programmi delle imprese, l’accumulazione di capitale dovrebbe consolidarsi in corso d’anno.


PROGRAMMA

15.45   Registrazione dei partecipanti

16.00   Apertura dei lavori
            Federico Visconti
            Rettore della LIUC – Università Cattaneo

16.15   Presentazione del rapporto: “L’economia della Lombardia”
             Giuseppe Sopranzetti
             Direttore della Sede di Milano della Banca d’Italia

             Francesco Bripi

             Banca d’Italia – Sede di Milano
             Divisione Analisi e ricerca economica territoriale

             Tiziano Ropele
             Banca d’Italia – Sede di Milano
             Divisione Analisi e ricerca economica territoriale

 17.15    Le tendenze del sistema produttivo e finanziari in Lombardia e in Italia                             

              Intervengono:

              Massimiliano Serati
              Professore associato  e Direttore del Centro
              Sviluppo dei Territori e dei Settori  della LIUC – Università Cattaneo

              Pietro Modiano
              Presidente SEA S.p.A.

              Ennio Doris
              Presidente Banca Mediolanum

              Riccardo Comerio
              Presidente dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese

18.15     Conclusione dei lavori
 

martedì 18 settembre 2018

Viaggio nella fabbrica 4.0 per la Notte dei Ricercatori della LIUC


MeetMeTonight, la Notte Europea dei Ricercatori in Lombardia e in Campania, torna a settembre e ancora una volta la LIUC c’è.

In particolare, nell’ambito dell’iniziativa promossa dalla Commissione Europea che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei per diffondere la cultura scientifica, la LIUC – Università Cattaneo aderisce quest’anno con una proposta tutta incentrata sul mondo dell’industria 4.0. e sul suo potenziale impatto in termini di sostenibilità.

“L’idea – spiega il prorettore alla Ricerca della LIUC, Raffaella Manzini è quella di essere presenti e attivi con un’attività esperienziale, come nel nostro stile. Non vogliamo solo parlare di industria 4.0, ma far provare un’esperienza diretta di questa rivoluzione, che è già in atto e sta cambiando le nostre imprese e il nostro modo di lavorare e di imparare. Il tutto in un contesto di fabbrica simulata, che permette di testare direttamente le tecnologie più caratteristiche di questo nuovo modo di fare impresa”.
Appuntamento, dunque, il prossimo venerdì 28 settembre dalle 18 alle 21 per Smart Factory 4 You - Aperitivo 4.0 nel laboratorio i–FAB, la fabbrica simulata della LIUC, progettata secondo logiche lean e che applica i pilastri del paradigma industry 4.0 (Internet of Things, robot mobili e collaborativi, data analytics, simulazione, realtà virtuale e additive manufacturing). Attraverso i-FAB, gli studenti LIUC dei corsi di laurea in Economia e di Ingegneria stanno già apprendendo come applicare il nuovo paradigma industriale per migliorare le performance operative di un’azienda.
Sarà presente anche uno spazio dedicato alla sostenibilità: la digitalizzazione è infatti sempre di più un fattore abilitante per la transizione verso il modello dell’economia circolare, che mira ad aumentare l’efficienza nell’uso delle risorse per preservare il valore ambientale ed economico.

Ospite della Notte dei Ricercatori LIUC sarà un’azienda che della sostenibilità ha fatto uno dei suoi punti forti ossia Carlsberg Italia: la birra sarà dunque protagonista dell’aperitivo e verranno presentati, attraverso un video, i principali risultati raggiunti da Carlsberg nella riduzione degli sprechi dell’acqua e delle emissioni ma anche sul versante della salute, della sicurezza e del consumo responsabile.
Sempre alla sostenibilità sarà dedicato un corner in collaborazione con Econord Spa: un’occasione per parlare di temi quali routing dei veicoli di raccolta, alimentazioni alternative (elettrica, ibrida, etc.), veicoli multiscomparto, calcolo del risparmio di CO2.
In questa occasione l’i-FAB sarà aperto a tutti coloro che desiderano avere un piccolo assaggio della fabbrica 4.0: studenti universitari e di scuola superiore, imprenditori e manager ma anche cittadini curiosi .

Per scoprire i – FAB: https://youtu.be/iweid0ecrqk

Per adesioni: https://bit.ly/2LLmBRP


Il progetto i–FAB è stato realizzato con Fondazione Cariplo impegnata nel sostegno e nella promozione di progetti di utilità sociale legati al settore dell’ arte e cultura, dell’ ambiente, dei servizi alla persona e della ricerca scientifica. Ogni anno vengono realizzati più di 1000 progetti per un valore di circa 150 milioni di euro a stagione. Fondazione Cariplo ha lanciato 4 programmi intersettoriali che portano in sé i valori fondamentali della filantropia di Cariplo: innovazione, attenzione alle categorie sociali fragili, opportunità per i giovani, welfare per tutti. Questi 4 programmi ad alto impatto sociale sono: Cariplo Factory, AttivAree, Lacittàintorno, Cariplo Social Innovation.  Non un semplice mecenate, ma il motore di idee. Ulteriori informazioni sul sito www.fondazionecariplo.it  -  #conFondazioneCariplo


lunedì 17 settembre 2018

“Mangiate ogni possibilità e lottate come leoni”: il Rettore Federico Visconti dà il benvenuto in casa LIUC

 Aula Magna affollatissima, oggi 17 settembre 2018, per il Matricola Day degli studenti iscritti alla laurea Triennale in Economia aziendale e Ingegneria gestionale della LIUC – Università Cattaneo.
Circa 400 le matricole presenti, coinvolte nella realtà LIUC dallo stesso Rettore Federico Visconti che ha dato loro il benvenuto e sottolineato la “nuova avventura di responsabilità” dell’ateneo, dei suoi docenti e dei nuovi studenti con l’inizio del percorso universitario alla LIUC.
In particolare agli studenti la raccomandazione di saper trasformare i propri sogni in propositi, come esortava Adriano Olivetti, citato, insieme ad altri, dal Rettore della LIUC quale esempio di imprenditore illuminato. Recuperare la dimensione del coraggio, della passione, dunque della fatica e dell’impegno anche nei momenti più difficili è stato l’invito diretto ai giovani studenti, spronati da Visconti a non darsi per vinti e a non rimandare mai ad altri responsabilità che sono di ciascun individuo, e perciò di tutti, nei confronti di se stessi e dell’intero Paese.
“Mangiate ogni possibilità e lottate come leoni. I risultati, poi, verranno”, ha chiuso il Rettore di fronte a una platea di matricole che possono contare sulla rete di relazioni della LIUC con il mondo delle imprese. 
L’edizione di quest’anno del Matricola Day è stata alla scoperta dei luoghi principali dell’ateneo, con una formula itinerante molto gradita dagli studenti. Suddivisi in gruppi, hanno avuto la possibilità di approfondire i servizi di:  biblioteca, ufficio diritto allo studio, centro linguistico, attività sportive e associazioni studentesche, tutoraggio.
Spazio, poi, alla presentazione dei due principali punti di forza della LIUC, le Relazioni Internazionali e il Career Service. Un momento per parlare, dunque, di Erasmus, scambi internazionali, doppio titolo di laurea e di tutte le altre opportunità per andare all’estero durante gli studi, ma anche di stage e inserimento nel mondo del lavoro.

In piazza dei Gelsi, il consueto appuntamento con associazioni studentesche, attività sportive e Radio LIUC. Nel pomeriggio, due incontri specifici dedicati ad Economia e Ingegneria con un approfondimento sul programma Skills and Behaviour, che mira ad allenare le soft skills, quelle competenze trasversali, slegate da uno specifico know-how tecnico, che descrivono l’abilità di interagire, di rapportarsi con gli altri e di integrarsi nel contesto. 
I rappresentanti degli studenti hanno raccontato la loro esperienza e spronato a vivere appieno la vita universitaria.

L’accoglienza delle matricole terminerà domani, 18 settembre, in una giornata dedicata alle lauree magistrali, con testimonianze di alcuni laureandi sull’esperienza LIUC.



giovedì 13 settembre 2018

Matricola Day: alla scoperta dei luoghi della LIUC



 Per le matricole della LIUC è tempo di iniziare la nuova avventura dell’università: si parte il giorno lunedì 17 settembre 2018 per gli iscritti alle lauree triennali in Economia Aziendale e Ingegneria Gestionale e martedì 18 per le lauree magistrali. Il programma è come sempre ricco di iniziative, organizzate per facilitare l’inserimento degli studenti nel contesto dell’università.

“Quest’anno abbiamo deciso di puntare sui luoghi dell’università – spiega il Rettore della LIUC Federico Viscontiintesi come luoghi fisici, che gli studenti impareranno a conoscere, ma soprattutto come opportunità concrete da cogliere. Verrà dunque proposta un’attività in gruppo alla scoperta della LIUC tra biblioteca (con le consulenze sulla ricerca) e borse di studio, centro linguistico e attività extradidattiche, fino al tutoraggio. Un momento di accoglienza dinamico e itinerante, per scoprire da subito il bello di vivere l’università”.

Gli studenti potranno conoscere nel dettaglio, grazie ad una presentazione specifica, i due punti forti dell’offerta formativa della LIUC: l’attività delle relazioni internazionali (Erasmus, scambi internazionali, doppio titolo di laurea ecc) e quella del career service, che segue individualmente gli studenti dallo stage durante gli studi al collocamento nel mondo del lavoro.

Si conferma poi l’appuntamento nell’agorà della LIUC, la piazza dei Gelsi, con i punti informativi dedicati, tra l’altro, ad associazioni studentesche, attività sportive e radio LIUC.
Nel pomeriggio di lunedì, i Direttori delle due Scuole di Economia e Ingegneria, prof. Rodolfo Helg e prof. Carlo Noè, presenteranno i due corsi di laurea. E’ previsto inoltre un momento specifico dedicato al programma Skills and Behaviour, che mira ad allenare le soft skills, ossia quelle competenze trasversali, slegate da uno specifico know-how tecnico, che descrivono l’abilità di interagire, di rapportarsi con gli altri e di integrarsi con il contesto. Tutte competenze molto richieste oggi nel mondo del lavoro.
Nella giornata di martedì, riservata a chi sta per iniziare il percorso di laurea magistrale, saranno proposte anche due tavole rotonde dedicate ai corsi, con testimonianze di alcuni laureandi sull’esperienza LIUC.


I giornalisti sono invitati a partecipare lunedì 17 a partire dalle ore 9 per il saluto del Rettore alle nuove matricole.

giovedì 6 settembre 2018

La LIUC protagonista di 4 progetti di ricerca finanziati dall’Unione europea


Processi di innovazione nelle PMI, fabbisogni occupazionali, un’app per il pendolarismo dei cittadini e una nuova logistica del trasporto dei rifiuti inerti, quelli che dalle cave lombarde vanno in Svizzera e quelli degli scarti dell’edilizia che tornano qui.
Si tratta di progetti di ricerca per migliorare la competitività delle imprese e favorire la collaborazione transfrontaliera tra aziende e altri soggetti che partecipano allo sviluppo socioeconomico di Italia e Svizzera e dei rispettivi territori di confine.
L’Autorità di Gestione del Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014 - 2020, nello scorso mese di agosto, ha approvato 4 progetti dei 7 presentati dalla LIUC – Università Cattaneo, in un caso capofila e, negli altri, partner autorevole di un’attività di ricerca che prevede azioni concrete a favore della coesione economica e sociale delle aree di frontiera. 
Il finanziamento ottenuto dalla LIUC sul Programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera 2014-2020 (finanziato in parte dall’Unione Europea con il FESR - Fondo Europeo di Sviluppo Regionale e in parte da fondi nazionali) ammonta a circa 900mila euro, su un valore complessivo dei progetti di oltre 1 milione di euro.

Ben 272 le manifestazioni di interesse presentate sul bando Interreg, tra cui sono stati scelti, ad oggi, 35 progetti finanziati dall’Autorità di Gestione, tra i quali i 4 a partecipazione LIUC.
Analisi delle competenze in un contesto di imprese e di professionalità che cambia rapidamente, sostegno ai processi di innovazione nelle PMI, processi di gestione della filiera logistica, sistemi statistici a supporto delle analisi territoriali sono le aree sulle quali la LIUC sta lavorando e investendo, con risultati in pubblicazioni scientifiche, ricerche, partecipazione a convegni.

Questi i titoli dei quattro progetti:

•    CROSS – BORDER SKILL (MIS)MATCHING: azioni, dati e analisi per ottimizzare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro in termini di profili di competenze nello spazio transfrontaliero insubrico (LIUC capofila) 
•    RISICO: rete integrata di servizi per l’innovazione e la competitività
•    GeTRI: gestione transfrontaliera del trasporto intermodale di rifiuti inerti e degli inerti vergini
•    STICH: sviluppo di un sistema statistico interattivo Lombardia – Ticino per il monitoraggio dei flussi di migrazione e pendolarismo di prossimità transfrontaliera

“Fa piacere ricevere un riconoscimento simile che certifica ulteriormente l’attività di ricerca della nostra Università, elemento fondante di un ateneo”, dichiara il Rettore della LIUC Federico Visconti. “Questi progetti sono, inoltre, un’opportunità per far lavorare giovani ricercatori e assegnisti di ricerca e coinvolgerli sempre di più. Non da ultimo, il finanziamento ricevuto è la conferma dell’importanza di un modello di collaborazione a rete, tra più istituzioni, quale strada verso una crescita comune. Da soli non si va da nessuna parte”.

Così il Prorettore alla Ricerca Raffaella Manzini: “Il risultato ottenuto è frutto di un impegno serio e costante su temi che caratterizzano l’attività di ricerca della LIUC. Negli ultimi anni abbiamo lavorato molto per allargare il nostro network investendo in risorse interne e diventando sempre più visibili all’esterno. Questo ci ha consentito di rafforzare la collaborazione con soggetti istituzionali e altri partner di ricerca.”