giovedì 14 giugno 2018

Industria 4.0, la complessità del cambiamento e le sfide aperte

Un’intera giornata dedicata all’Industria 4.0, paradigma industriale nato all’interno delle aziende automobilistiche tedesche con lo scopo di trasformare radicalmente la produzione in «flussi produttivi integrati, automatizzati e globalmente ottimizzati».
La complessità di questo cambiamento, basato sulla combinazione di nove «elementi tecnologici» e per la maggior parte di matrice digitale, richiede capacità di gestione e conoscenza degli strumenti e dei metodi necessari a progettare, realizzare e gestire digital factories.
Dentro questo scenario si inserisce il doppio appuntamento di lunedì 18 giugno 2018 della LIUC – Università Cattaneo e della LIUC Business School.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14, sarà presentato il percorso della laurea magistrale in Ingegneria gestionale dedicato alla Digital Factory e i possibili sbocchi lavorativi con la testimonianza di laureati LIUC che oggi lavorano in importanti aziende.
Inoltre, nel corso dell’evento, il professor Carlo Noè, Direttore della Scuola di Ingegneria Industriale, assegnerà il Premio Migliore Esperienza di Tesi in Azienda, una novità assoluta di quest’anno.

A seguire, il convegno annuale del Lean Club della LIUC Business School avrà al centro il tema della prontezza all’adozione del paradigma 4.0. Un tema, quello della readiness, affrontato attraverso la presentazione del libro “Fabbriche 4.0. Percorsi di trasformazione digitale della manifattura italiana”, curato dal prof. Raffaele Secchi, Dean della LIUC Business School, e dal prof. Tommaso Rossi, Associato di Impianti industriali meccanici della LIUC - Università Cattaneo e Direttore del Lean Club della LIUC Business School.

Le aziende italiane sono pronte ad affrontare la quarta rivoluzione industriale? Possiedono, in sintesi, tutte le condizioni che possono facilitare l’adozione delle prassi e delle tecnologie della fabbrica 4.0?
Domande alle quali la LIUC – Università Cattaneo ha dedicato questo nuovo volume, che rientra nella collana Università Cattaneo Libri di Guerini Next. Un viaggio nella nostra industria che cambia, attraverso le storie di 8 aziende che sono state analizzate secondo un modello tanto scientifico quanto pratico e articolato in 5 dimensioni: strategica, organizzativa, produttiva, IT, di filiera.
Percorsi di trasformazione digitale che offrono una possibile “ricetta manageriale” per le imprese che si affacciano a questo mondo.
Nel corso dell’evento è previsto l’intervento di ABB Dalmine, il secondo Lighthouse Plant italiano, best practice di applicazione delle tecnologie digitali alla fabbrica. Il team che sta guidando la trasformazione presenterà come lo stabilimento si è preparato al cambiamento, come il paradigma è stato effettivamente applicato e come si prevede evolveranno le attività legate alla trasformazione digitale.
Sarà anche l’occasione per scoprire l’i-FAB della LIUC, il laboratorio che simula il funzionamento di una fabbrica organizzata secondo logiche lean e che utilizza molti degli strumenti propri della quarta rivoluzione industriale, Saranno presentate anche alcune applicazioni «di frontiera», al fine di mostrare quali vantaggi le tecnologie digitali possono concretamente portare alla gestione delle operations.


PROGRAMMA


L’ingegnere gestionale 4.0 per le fabbriche del futuro

13.45
Registrazione partecipanti

14.00
Saluto
Prof. Carlo Noè
Direttore Scuola di Ingegneria industriale, LIUC - Università Cattaneo

14.10
Presentazione percorso Digital Factory
Prof. Tommaso Rossi
Associato Impianti industriali meccanici, LIUC - Università Cattaneo

14.40
La parola agli ingegneri gestionali
Valerio Visconti
Corporate optimization & continuous improvement, Brembo Spa

Maria Antonia Montanaro
Junior lean & industry 4.0 manager, Bossard Italia Spa

14.50
Premio Miglior Esperienza di Tirocinio in Azienda (META) della Scuola di Ingegneria Industriale
Prof. Carlo Noè
Direttore Scuola di Ingegneria industriale, LIUC - Università Cattaneo


Convegno annuale Lean Club
“Come valutare la prontezza all’adozione del paradigma Industry 4.0?”


15.00
Registrazione

15.30
Introduzione
Tommaso Rossi
Direttore, Lean Club

15.45
I fattori di readiness all’adozione del paradigma Industry 4.0
Raffaele Secchi
Dean, LIUC Business School

16.30
ABB Dalmine e il percorso verso lighthouse plant

Alessandra Brega
Responsabile dei processi produttivi
ABB Dalmine

Fabio Golinelli
Supply Chain Management & Production
Processes Manager
ABB Dalmine

17.30
Presentazione applicazioni «di frontiera» e aperitivo Q&A in i-FAB