martedì 31 gennaio 2017

Università Aperta per capire le opportunità che la LIUC può offrire


E’ tempo di Università Aperta alla LIUC – Università Cattaneo dove gli studenti degli ultimi anni di Scuola Superiore vivranno una giornata da universitari e potranno già sostenere il test di ammissione (obbligatorio solo per chi consegue un voto di Maturità inferiore a 80/100).
L’appuntamento è giovedì 9 febbraio 2017, a partire dalle ore 9, quando le future matricole potranno visitare gli info point dei tre corsi di laurea della LIUC (Economia, Giurisprudenza, Ingegneria) e scoprire i numerosi servizi offerti dall’Ateneo: borse di studio, stage e placement, scambi internazionali, percorsi in lingua inglese, doppi titoli, certificazioni linguistiche, skills & behaviour, consulenza per lo studio e la ricerca, attività extradidattiche e la Residenza universitaria dove sarà offerto il pranzo al termine della mattinata.

Essere manager e imprenditori nel XXI secolo sarà il tema della presentazione del corso di laurea in Economia, mentre la simulazione di un dibattito processuale nell’aula tribunale servirà a comprendere le dinamiche di un dibattimento, benché studiare Giurisprudenza alla LIUC significhi aprirsi a diverse opportunità professionali dinamiche in cui lo studio del diritto si lega ai temi economici (giurista d’impresa) e della tutela della proprietà intellettuale.
Da sottolineare, inoltre, la possibilità di una doppia laurea Giurisprudenza/Economia in sei anni.
Per Ingegneria, invece, spazio alla fabbrica del futuro grazie alla nuova i-Fab della LIUC, laboratorio di industria 4.0 con cui sperimentare le tecnologie digitali della quarta rivoluzione industriale. 
Al termine delle presentazioni, i laureati LIUC risponderanno alle domande dei giovani colleghi e forniranno un quadro dei possibili sbocchi lavorativi offerti dall’Università Cattaneo.

Tra i punti di forza della LIUC: il tempo medio di attesa, di soli 3 mesi, per l’inserimento di un laureato nel mondo del lavoro; i programmi di studio all’estero frequentati dal 40% degli studenti grazie a 128 Università partner in 48 Paesi nel mondo e un percorso di laurea triennale in Economia aziendale e management interamente in lingua inglese, oltre a due percorsi Magistrali sempre in inglese.
Degni di nota gli stage garantiti a tutti gli studenti e i laboratori esperienziali per acquisire abilità comportamentali spendibili nel mondo del lavoro.

Da conoscere “Premiamo il merito” che consente di avere riduzioni della retta universitaria del 50% con un voto di maturità compreso tra 97 e 100 e del 25% con un  voto tra 94 e 96. Riduzioni rinnovabili negli anni successivi mantenendo il merito accademico. 



PROGRAMMA
9.00 Registrazione partecipanti

ECONOMIA aula C229
10.00 - 11.30 Essere manager e imprenditori nel XXI secolo
                      Prof. Alberto Bubbio
                      Scuola di Economia, LIUC - Università Cattaneo
GIURISPRUDENZA aula Tribunale
10.00 - 12-00 Simulazione di un dibattito processuale
                       Avv. Chiara Calcagno - Avv. Daniele Loglio
                       Scuola di Diritto, LIUC - Università Cattaneo
INGEGNERIA i-FAB LIUC
10.00 - 11.30 Laboratorio "La Fabbrica del Futuro'.
                      Sperimenta oggi le tecnologie digitali della quarta rivoluzione industriale.
                      Prof. Tommaso Rossi- Ing. Giovanni Pirovano
                      Scuola di Ingegneria, LIUC - Università Cattaneo

Al termine dei seminari Question Time:
i laureati LIUC rispondono alle domande degli studenti e presentano i possibili sbocchi lavorativi.
13.00 Pranzo presso la Residenza LIUC offerto dall'Università
14.00 Visita al Campus LIUC con gli studenti del Team d'accoglienza
15.00 Test Ammissione LIUC a.a. 2017/2018 - iscrizione on line www.liuc.it/test

martedì 24 gennaio 2017

Telefisco, il convegno annuale del Sole 24 Ore

 Anche quest’anno, la LIUC – Università Cattaneo è una delle sedi, su tutto il territorio nazionale, in cui sarà trasmesso il convegno annuale de L’Esperto Risponde – Il Sole 24 Ore, giunto alla 26° edizione.
Un appuntamento ormai tradizionale, atteso da tutto il mondo dei professionisti (commercialisti, consulenti del lavoro, tributaristi, fiscalisti e imprenditoria nazionale e locale) che passa in rassegna tutte le novità tributarie del 2017, anno particolarmente importante per le modifiche introdotte dalla legge di bilancio e dal decreto fiscale.
Fari puntati sulla rottamazione dei ruoli affidati a Equitalia dal 2000 al 2016, per cui andrà presentata domanda di adesione entro il 31 marzo 2017, e numerose le novità sul versante del reddito d’impresa: dalla proroga  dei superammortamenti alla riapertura delle assegnazioni ai soci. Per le piccole imprese debuttano il regime di cassa per i soggetti in contabilità semplificata e l’Iri, la flat tax al 24% per chi è contabilità ordinaria. Attenzione, inoltre, ai nuovi adempimenti come le comunicazioni IVA relative ai dati delle fatture ricevute ed emesse e delle liquidazioni d’imposta.
Non mancano, insomma, i temi d’attualità per seguire con interesse Telefisco così da avere chiarimenti sulle modalità applicative delle nuove disposizioni da utilizzare.

La LIUC è pronta ad accogliere imprese e professionisti che vogliano seguire il convegno in video conferenza. La partecipazione è gratuita, con iscrizione obbligatoria esclusivamente tramite il sito de Il Sole24Ore al link http://www.ilsole24ore.com/temi-ed-eventi/telefisco-2017/
L’appuntamento è giovedì 2 febbraio alle ore 9.15 nelle aule C107, C109 e C 113 – ingresso da piazza Soldini 5.
L’evento è inserito nel programma di formazione professionale continua dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Busto Arsizio (per loro l’iscrizione è, invece, obbligatoriamente tramite il sito dell’Ordine).

venerdì 20 gennaio 2017

I Classici a scuola di fabbricazione digitale alla LIUC – Università Cattaneo


Gli studenti dei Licei Classici a scuola di scienza e tecnologia: per sperimentare la propria creatività con l’utilizzo di strumenti tecnologici e imparare facendo (learning by doing), a testimonianza che “l’acquisizione e interiorizzazione di elementi almeno basilari della cultura scientifica, interpretativa e creativa della realtà, sono condizioni determinanti di cittadinanza partecipativa nella nostra società” annota il Professor Luca Mari, Ordinario presso la Scuola di Ingegneria Industriale della LIUC e Direttore del progetto SUNRISE (Smart Up Network Rising In Scientific Education), proposto dal laboratorio SmartUp della LIUC – Università Cattaneo, dove si è svolta la prima di cinque Learning Week “Creattiviamo”.
Il progetto ha vinto il “Bando per la diffusione della cultura scientifica 2015” finanziato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e, in questa prima Learning Week, da lunedì 16 a venerdì 20 gennaio 2017, vede coinvolti quattro Licei Classici della provincia di Varese: “Pascoli" di Gallarate, “Crespi” di Busto Arsizio, “Legnani” di Saronno e “Cairoli” di Varese.

Spiega ancora il Professor Mari:Il progetto si propone di sperimentare concretamente modalità per promuovere e diffondere nelle scuole una cultura scientifica e tecnologica umanistica, in cui precisione e rigore si coniugano con fantasia e creatività, e le discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics) diventano abilitatori di pensiero costruttivo, critico, perfino ludico”.

Attraverso strumenti come stampanti 3D e schede Arduino, e in prospettiva anche robot e droni, nel contesto ampio dell’Internet of Things, nelle Learning Week del progetto SUNRISE gli studenti potranno mettersi alla prova nell’uso creativo di strumenti di fabbricazione digitale.
Il progetto mira, inoltre, a coinvolgere attivamente gli insegnanti, non solo per formazione e aggiornamento, ma anche per sviluppare insieme a loro nuovi modelli di uso didattico della tecnologia e favorire la promozione delle lauree STEM: un modo, insomma, per aiutare le scuole a diventare luoghi di creazione, dove “si fanno” scienza e tecnologia e si sviluppa la creatività individuale e di gruppo. Anche, anzi a maggior ragione, in un Liceo Classico.


mercoledì 11 gennaio 2017

Studenti di tutta Italia pronti a giocarsi la capacità di fare impresa


Business Game ai blocchi di partenza per 1.806 studenti di tutta Italia, frequentanti il IV e V anno delle Scuole Secondarie di Secondo grado, che mercoledì 18 gennaio 2017 inizieranno a giocarsi la loro capacità di essere e fare impresa.
In campo 80 scuole di 17 diverse regioni per 343 squadre che dovranno simulare tre trimestri di vita d’azienda nel corso di tre prove successive, in ognuna delle quali si svolgeranno tre turni di gioco.

La prima fase sarà disputata da ogni squadra presso la sede della propria Scuola, con comunicazioni gestite via internet: il 18 gennaio, il 1 febbraio e il 15 febbraio 2017. Quattro prove, compresa la finale per le squadre che ci arriveranno, in cui gli studenti dovranno mostrare capacità logiche, visione strategica e spirito di gruppo, come fossero dei veri manager. Obiettivo del gioco è massimizzare il valore dell’azienda, valutato in funzione di margine operativo, politiche di assunzione, tasso di crescita degli investimenti e risultati finanziari attraverso un’oculata gestione degli approvvigionamenti, della produzione, del marketing e delle vendite.
E’ il Business Game strategico della LIUC – Università Cattaneo, “Crea la tua Impresa”, un progetto di learning by doing interattivo e innovativo, realizzato in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e inserito tra le iniziative ministeriali per la valorizzazione degli studenti eccellenti delle Scuole Secondarie di Secondo grado.

I ragazzi si troveranno a prendere le redini di un’azienda tessile fittizia, la Lino Spa, impresa di magliette sportive, nata in un piccolo laboratorio artigianale che, con il passare degli anni, ha avuto incarichi di produzione da diverse marche importanti e quest’anno è stata contattata da un’azienda leader nel settore della produzione di abbigliamento sportivo per una produzione di magliette in esclusiva. L’altra novità è che, oltre ai fornitori locali, si è aggiunta l’offerta di un fornitore asiatico che vorrebbe espandersi nel sud Europa.
Di fronte alla valutazione di nuove opzioni di vendita (aprirsi al mercato dei negozi, data la produzione in esclusiva) e di approvvigionamento (utilizzo anche di fornitori esteri), il titolare della Lino Spa ha deciso di rivolgersi a un gruppo di giovani manager, consapevole del cambiamento in atto che non saprebbe affrontare da solo. Così inizia il gioco di 1.806 studenti di tutta la Penisola. 
Occorrerà riflettere bene, non reagire in fretta. Oltre ad apprendere alcuni principi di funzionamento delle aziende, è in gioco la capacità di analisi critica per poter affrontare un problema di previsione e di decisione: logica deduttiva (per valutare i dati a disposizione) e ipotetico induttiva (per decidere a seconda dei dati a disposizione e dell’obiettivo da conseguire). Ma è indispensabile anche una certa disposizione a collaborare e dividersi i compiti nell’ambito di ogni squadra.

Le squadre che avranno ottenuto i risultati migliori alla fine delle tre prove saranno ammesse alla fase finale del gioco che si svolgerà giovedì 16 marzo 2017 presso la LIUC - Università Cattaneo, a partire dalle ore 10. Saranno ammesse alla finale al massimo 50 squadre e la proclamazione della vincitrice avverrà il giorno stesso, durante la cerimonia di chiusura alle ore 15.

Spiega il Professore Aurelio Ravarini, Direttore del CETIC, il Centro di Ricerca per l'Economia e le Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione, attivo nella Scuola di Ingegneria Industriale della LIUC, e ideatore del gioco: “La gamification, apprendimento attraverso il gioco, è una modalità sempre più capillarmente diffusa. Ne abbiamo prova anche dall'interesse manifestato da diversi enti per impiegare il nostro business game a supporto della formazione e della valutazione delle competenze, ambiti che stiamo sviluppando anche all'interno del progetto Play for Guidance, finanziato dall'Unione Europea”.