lunedì 12 dicembre 2016

Un convegno targato Centrocot e LIUC- Università Cattaneo per discutere di Greenjob nell’industria tessile e della moda

Si svolgerà mercoledì 14 dicembre 2016 dalle ore 9,00 alle 13,00 presso l’Auditorium della LIUC – Università Cattaneo a Castellanza il convegno su innovazione sostenibile e nuove professionalità.
Il convegno è specificamente rivolto alle imprese e a tutti i soggetti che presidiano le politiche formative e di sviluppo delle risorse umane (responsabili di orientamento, centri per l’impiego, informalavoro, agenzie per il lavoro, ad esempio).
L’iniziativa nasce nell’ambito del PROGETTO I&S Textile - INNOVAZIONE E SOSTENIBILITA’ NEL SETTORE TESSILE (finanziato dalla Regione Lombardia a valere sull’iniziativa LombardiaPlus 2016-2018) che ha consentito a Centrocot di realizzare tre corsi per la formazione di esperti nella gestione di progetti di sostenibilità e di ricerca nelle imprese del settore. Il programma ha inoltre stimolato lo svolgimento di una ricerca finalizzata a comprendere il nesso tra le strategie di sostenibilità avviate delle imprese del territorio e la nascita di professioni in grado di supportarle. La ricerca, condotta in collaborazione con l’Università, si è articolata in una serie di workshop e incontri con imprenditori e manager e ha prodotto un report che sarà presentato e discusso durante il convegno.

Ecco il programma dell’iniziativa:


  • 8.30-9.00 - Registrazione partecipanti
  • 9.00-9.30 - Saluti istituzionali
    Federico Visconti - Rettore LIUC -Università Cattaneo
  • Piero Sandroni - Presidente Sezione Tessile UNIVA
    Mario Montonati - Presidente Centrocot
  • 9.30-9.50 - Il Progetto I&S Textile - Innovazione e sostenibilità nel settore tessile
    Grazia Cerini - Direttore Generale Centrocot
  • 9.50-10.20 - Trend di innovazione e nuove competenze.
    I risultati di uno studio condotto con le imprese del comparto Tessile Abbigliamento
    Aurora Magni - Docente incaricato di “Eco efficienza, materiali e processi” - LIUC – Università Cattaneo
  • 10.20-11.40 - Tavola Rotonda: Innovazione, greenjob e la certificazione della sostenibilità.
    Giordano Artuzzi - OVS S.p.A.
    Andrea Crespi - Eurojersey S.p.A.
    Roberto Grassi - Grassi S.p.A.
    Paolo Lamberti – Lamberti S.p.A.
    Flavio Tonello - Tonello Srl
    Marino Vago - Vago S.p.A.
    Coordina:
    Carlo Noè
    Professore ordinario di “Sistemi di produzione e Qualità” e Direttore della Scuola di Ingegneria Industriale LIUC – Università Cattaneo
  • 11.40-12.00 - Intervento Regione Lombardia
    RL - DG Istruzione, Formazione e Lavoro
    (intervento richiesto da confermare)
  • Il nuovo bilancio d’esercizio, se ne parla alla LIUC – Università Cattaneo

    Cambiano le regole per redigere il bilancio d’esercizio, i bilanci consolidati e l’informativa di bilancio. E la LIUC – Università Cattaneo fa scuola con un convegno in programma mercoledì 14 dicembre 2016 alle ore 16 che rientra tra le iniziative di formazione permanente dell’Ateneo.

    Il  Decreto legislativo n. 139 del 18 agosto 2015, che ha recepito la Direttiva 34/2013/UE, ha apportato rilevanti cambiamenti alla disciplina del bilancio d’esercizio e di quello consolidato per le società, con l’obiettivo di arrivare ad una vera e propria armonizzazione dei bilanci d’esercizio in Europa.
    Le disposizioni del Decreto sono entrate in vigore il 1 gennaio 2016 e andranno applicate a valere sui bilanci d’esercizio riferiti al periodo 1/1/2016 – 31/12/2016.

    Tra le principali novità del  Decreto 139/2015  c’è quella della suddivisione in categorie delle imprese obbligate alla redazione del bilancio di esercizio. Una suddivisione in base a parametri che riguardano il numero medio dei dipendenti, il totale dell’attivo e il livello dei ricavi. L’intento è quello di una semplificazione per le imprese di minori dimensioni e di una più ampia armonizzazione con la prassi internazionale per quelle di maggiori dimensioni.
    Le “Micro Imprese” e le “Piccole imprese” potranno adottare schemi di stato patrimoniale e conto economico semplificati mediante l’accorpamento di talune specifiche voci e saranno esonerate, le prime, dall’obbligo di redazione del rendiconto finanziario, della relazione sulla gestione e della nota integrativa, le seconde solo di rendiconto finanziario e relazione sulla gestione.

    Per quanto riguarda lo stato patrimoniale, le principali novità riguardano l’eliminazione delle voci dell’attivo patrimoniale con oggetto i costi di ricerca applicata e di pubblicità aventi natura pluriennale, non più capitalizzabili; dovranno essere evidenziate in apposita voce i crediti, i debiti e le partecipazioni riferite ad imprese assoggettate al controllo della medesima controllante (imprese consociate o sorelle); saranno abrogati i conti d’ordine, mentre le azioni proprie andranno inserite a deduzione del patrimonio netto, mediante un’apposita “Riserva negativa per azioni proprie in portafoglio”, iscritta per pari importo.
    Gli strumenti finanziari derivati attivi sono riportati in apposite voci previste tra le immobilizzazioni finanziarie o le attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni, mentre gli strumenti finanziari derivati passivi sono classificati in una nuova voce tra i fondi per rischi ed oneri.
    Nel patrimonio netto è inserita la voce “Riserva per operazioni di copertura dei flussi finanziari attesi”.
    Per quanto concerne il conto economico, le principali variazioni riguardano: i proventi e oneri per le imprese sottoposte al controllo delle controllanti; le rivalutazioni e svalutazioni degli strumenti finanziari derivati, conseguenti alla dinamica registrata dal loro “fair value”.
    Sono poi state abrogate dalle nuove norme le voci relative ai Proventi e oneri straordinari. Tale modifica, conforme alle norme internazionali IAS/IFRS, riduce il valore segnaletico del bilancio e della situazione economica e rimanda alla nota integrativa la loro separata identificazione e il loro commento. Difatti, l’art. 2427 c.c., nel numero 13 del primo comma precisa ora la necessità di indicare nella nota integrativa “l’importo e la natura dei singoli elementi di ricavo o di costo di entità o incidenza eccezionali”.

    Il Decreto 139/2015 ha poi introdotto norme del tutto nuove per la nostra prassi contabile, quali ad esempio la contabilizzazione degli strumenti finanziari derivati con valutazione a fair value e la valutazione dei titoli, dei crediti e dei debiti in base al costo ammortizzato.

    Commenta il Professore Alessandro Cortesi, Ordinario di Contabilità e Bilancio alla LIUC - Università Cattaneo: “Sono molte le aree di incertezza relative all’applicazione pratica della nuova disciplina del bilancio. Il Decreto 139 prevede espressamente che gli aspetti tecnici delle nuove norme debbano essere definiti dai Principi contabili che l’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) sta predisponendo.  Ad oggi, però, detti Principi non sono ancora disponibili in veste definitiva e si discute molto sulla base delle bozze che sono state fatte circolare”.

    mercoledì 7 dicembre 2016

    Il Lab#ID della LIUC “confeziona” il Workshop sulla Digital Transformation




    Il prossimo 14 dicembre, il quarto appuntamento delle “Sartorie Digitali”, dedicato al tema della Digital Transformation, è affidato a Luca Cremona del Lab#ID, il laboratorio attivo all’interno della Scuola di Ingegneria Industriale della LIUC – Università Cattaneo, per supportare appunto le imprese e le organizzazioni del territorio nella sperimentazione e nell’adozione di strumenti per la digital transformation dei processi di business.
    “Sartorie Digitali” è un ciclo di incontri rivolti in particolare alle figure aziendali che hanno necessità di comprendere e gestire progetti di innovazione basati sulle tecnologie digitali, Direttori I.C.T., Digital marketing manager e Chief Financial Officer.
    L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra la società di servizi Copying, e la Digital Agency Cepar, si è arricchita del contributo del Lab#ID, per il quale rappresenta un’ulteriore occasione per realizzare la propria missione di trasferimento tecnologico a imprese e organizzazioni del territorio sui temi più caldi dell’innovazione a supporto dei processi di business.
    L’appuntamento è alle 9:00 a Caronno Pertusella (VA), in via Saronno 153, presso Copying Srl.
     

    Il workshop è gratuito, previa registrazione online su https://www.sartoriedigitali.it/corsi/digital-transformation, fino a esaurimento dei posti disponibili.

    martedì 6 dicembre 2016

    Studenti LIUC meritevoli premiati da Econord ed Eramo


    Sono di vario tipo, su fondi regionali e privati, le borse di studio disponibili alla LIUC – Università Cattaneo alle quali si aggiungono premi di incentivazione e premi al merito, come nel caso degli studenti che hanno discusso la tesi di laurea Magistrale nell’anno accademico 2014/2015 all’interno del percorso “Environment and safety management” di Ingegneria gestionale.

    Econord, azienda che opera nel settore ambientale, ha proprio voluto premiare gli studenti virtuosi che si sono dedicati ad approfondire tematiche ambientali con lavori di particolare rilievo.
    Le tesi sono state valutate da una Commissione interna che ha assegnato il primo premio da 1.000 euro a Chiara Chinetti per il lavoro dal titolo “Trasporto di rifiuti pericolosi in ADR: sviluppo di uno strumento di supporto alle decisioni”. Al secondo posto, a pari merito, si sono classificate le tesi di Nadia Grifò e Cinzia Panizzon che hanno ricevuto un premio da 500 euro l’una per le rispettive ricerche su “Il sistema di gestione integrato applicato a una discarica controllata di rifiuti solidi urbani: le nuove revisioni ISO e le implementazioni di un indicatore di performance” e “Analisi quantitativa del fenomeno del littering di rifiuti: applicazione metodica EPA in ambito universitario.
    E’ stato, inoltre, consegnato un premio di tesi e stage “Gianluigi Milanese”da 2500 euro, a Marco Suman che sta frequentando il 2° anno del corso di laurea Magistrale in Ingegneria gestionale, percorso “Environment and safety management”.
    In questo caso il premio è stato messo a disposizione da Eramo & associati srl, società di consulenza di direzione ed organizzazione aziendale, ed è finalizzato allo svolgimento di uno stage curriculare all’interno dell’azienda Econord spa, utile per trarre materiale d'interesse per elaborare una tesi di laurea sul Risk management. 

    Alla cerimonia di consegna dei premi, avvenuta di recente, erano presenti la Professoressa Raffaella Manzini, Prorettore alla Ricerca della LIUC, Claudio e Chiara Milanese in rappresentanza di Econord, Giuseppe Eramo per Eramo e Associati srl e i relatori di tesi, i Professori Massimo Raboni e Giorgio Ghiringhelli, oltre a Sabrina Belli, responsabile del Diritto allo Studio della LIUC.

    lunedì 5 dicembre 2016

    Learning Week Creattiviamo, il gusto di imparare si apprende alla LIUC


    Si è concluso oggi, 2 dicembre 2016, il secondo appuntamento con la Learning Week “Creattiviamo” presso il laboratorio SmartUp della LIUC – Università Cattaneo per il progetto “LAB.INT - LABoratori e INTernazionalizzazione” finalizzato alla promozione dell’innovazione e al potenziamento dei Poli Tecnico-Professionali (PTP) dell’informazione e dei servizi applicati alla comunicazione.
    E’ stata una settimana intensa durante la quale 20 studenti di Scuola Superiore hanno potuto esprimere tutta la loro creatività digitale ideando e realizzando prototipi di prodotti innovativi mediante un prezioso lavoro di squadra e l’utilizzo di stampanti 3D.
    Guidati dai ricercatori di SmartUP, diretto dal Professor Luca Mari, Ordinario presso la Scuola di Ingegneria Industriale della LIUC, i ragazzi si sono messi alla prova nella risoluzione di problemi, hanno sperimentato strumenti software di modellazione e imparato tecniche nuove per la creazione di oggetti, ma anche per la presentazione e la promozione degli stessi ad ipotetici acquirenti.

    Un’esperienza ricca e interessante. “Non per imparare contenuti tecnologici, ma per mettere alla prova e sviluppare attitudini, ossia la capacità di vedere in modo nuovo le cose, di collaborare con gli altri e di porsi con spirito critico nel lavoro ”, ha ricordato il Professor Mari. E ancora, rivolto ai giovani studenti: “Se siamo riusciti a trasmettervi il gusto di imparare, la nostra missione è stata compiuta”.

    Il progetto, finanziato da Fondazione Cariplo, prevede 3 Learning Week di 30 ore ciascuna realizzate in modalità intensiva all’interno della stessa settimana.

    Con la LIUC – Università Cattaneo, sono coinvolti:  l’ITE Enrico Tosi di Busto Arsizio, capofila, l’ISISS Geymonat di Tradate, l’ITCG Maggiolini di Parabiago, l’IPC Verri di Busto Arsizio, l’ACOF Olga Fiorini - Cooperativa Sociale ONLUS di Busto Arsizio, l’Associazione “Noi del Tosi” di Busto Arsizio, la Fondazione Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Silvio Zanella - Museo MA*GA di Gallarate.

    giovedì 1 dicembre 2016

    Innovazione da pensare e realizzare, l’esperienza dell’industria agroalimentare

    Carlsberg, Parmareggio, Coop e Whirlpool, solo per citare alcune delle aziende che giovedì 1 dicembre alla LIUC – Università Cattaneo, a partire dalle ore 9.00, porteranno in aula le proprie case history per stimolare il confronto su ricerca, innovazione, tendenze nell’ambito del workshop “Pensare e realizzare l’innovazione. Esperienze dell’industria agroalimentare”, organizzato dal Master Universitario in Food Management.

    Il focus della giornata sarà il tema dell’innovazione approcciato in modo ampio e trasversale, al fine di favorire tra i partecipanti un atteggiamento mentale costruttivo e predisposto a elaborare innovazione e originalità in maniera creativa.
    Durante la giornata si alterneranno rappresentanti di aziende appartenenti a diversi comparti della filiera agro-alimentare, dalla produzione di materie prime, all’industria di trasformazione fino alla distribuzione e al consumo finale.

    La giornata sarà introdotta dal Professore Giuseppe Toscano, Direttore del Master MAFOOD della LIUC e sarà dedicata interamente ai trend di innovazione della filiera agroalimentare: “Il workshop vuole favorire l’incontro tra operatori del settore per discutere e confrontarsi su un processo di innovazione che, oggi, per le aziende del settore alimentare non può che essere approcciato in modo trasversale a tutti gli attori della filiera, anche attraverso partnership e forme di open innovation”.

    L’innovazione sarà  raccontata, analizzata e studiata in modo ampio attraverso casi concreti. Oltre a quelli già citati, presenteranno la rispettiva case history: Goglio, Lindt & Sprungli, Morato Pane, Pedon, Piatti Freschi, Roncadin.





    PROGRAMMA:
    09.00 – 09.25  WELCOME COFFEE - Registrazione

    09.30 – 10.00  Roncadin – Alberto Urli  (R&D Manager)

    10.00 – 10.30  Whirlpool – Teresa Vitale  (Global Project Portfolio Leader)
              Adriano Scaburri  (AE Director - CTO WHIRLPOOL  R&D)

    10.30 – 11.00  Piatti Freschi - Alessandro Riva  (Marketing Director)

    11.00 – 11.15  PAUSA CAFFE’


    11.15 – 11.45  Pedon - Clara Palagiano  (R&D Dept.)

    11.45 – 12.15  Morato Pane - Claudio Gariboldi  (Resp. Direzione Vendite)

    12.15 – 12.45  Parmareggio Filippo Gericke  (R&D Manager)

    12.45 – 13.30  PAUSA PRANZO


    13.30 – 14.00  Carlsberg - Serena Savoca  (Marketing Manager)

    14.00 – 14.30  Goglio - Mauro Fedeli  (Chemical Department)

    14.30 – 15.00  Coop – Alessandra Guarda  (Direzione Commerciale Freschi e Freschissimi)

    15.00 – 15.15  PAUSA

    15.15 – 15.45  Lindt - Irene Mazzacane  (Innovation and Technology Manager)
                 Matteo Rimoldi  (Senior Product Manager)

    15.45 – 16.15  Rosario Altieri – Alleanza delle Cooperative Italiane (Presidente)