mercoledì 26 ottobre 2016

La LIUC ha firmato l’adesione al Coordinamento Atenei Lombardi per la Disabilità (CALD)

Una convenzione tra tutte le Università lombarde per facilitare l’integrazione e l’accessibilità degli studenti con disabilità e disturbi dell’apprendimento: la LIUC – Università Cattaneo fa la sua parte, neo firmataria dell’accordo.

Sono ben quattromila gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) che frequentano le università lombarde, cresciuti del 10% soltanto nell’ultimo anno. Addirittura quattordicimila in tutta Italia. Così le Università fanno rete, unite nel Coordinamento Atenei Lombardi per la Disabilità (CALD) che lavora per costruire una cultura dell’inclusione e rendere possibile la prosecuzione degli studi e una carriera soddisfacente a tutti gli studenti.
Tra gli impegni del CALD, il sostegno all’Ufficio Scolastico Regionale per l’orientamento universitario degli studenti con disabilità e DSA, il che significa iniziare dalle scuole Superiori ad orientare i ragazzi con disabilità verso la scelta migliore del corso di laurea da frequentare.
Saranno i docenti universitari, delegati dai Rettori per la disabilità, ad offrire il proprio contributo attraverso momenti di formazione rivolti ai docenti delle Scuole Superiori.
 
“Il tema della disabilità rappresenta un focus di grande attualità perché includere i lavoratori disabili significa recuperare competenze preziose, capacità di reddito nonché benessere sociale. Il disability management è la risposta a livello aziendale, che deve essere coniugata a una serie di interventi mirati a livello di politiche pubbliche e linee di azione in ambito aziendalespiega la Professoressa Eliana Minelli delegata dal Rettore per la disabilità della LIUC - Anche l'università è chiamata, quindi, a promuovere un mindset favorevole al disability management perché questo approccio migliora il benessere sociale e quindi la qualità di vita di una comunità”. Conclude la Professoressa Minelli: La LIUC - Università Cattaneo, dunque, si impegna per favorire l'inclusione degli studenti disabili nel mondo professionale e produttivo aderendo al Comitato Atenei Lombardi per la Disabilità”