martedì 13 settembre 2016

Valorizzare la cultura per valorizzare il territorio Strategie, prodotti e tecnologie abilitanti

Giovedì 29 settembre, dalle ore 14.30, presso il Civico Museo d’Arte Moderna e Contemporanea del Comune di Varese – Castello di Masnago (Via Cola di Rienzo 42, Varese) si tiene il workshop “Valorizzare la cultura per valorizzare il territorio.  Strategie, prodotti e tecnologie abilitanti”.
Il workshop è organizzato dal Lab#ID - il laboratorio per il trasferimento  tecnologico nel contesto dell’Internet of Things, attivo all’interno della Scuola di Ingegneria Industriale della LIUC - Università Cattaneo - con il contributo della Camera di Commercio di Varese e la collaborazione del Comune di Varese, soggetti coinvolti anche negli interventi di apertura dei lavori.
Il workshop è finalizzato a rendere esplicito sia il ruolo della cultura, e in particolare dei luoghi della cultura, ad esempio i musei, come volano per la valorizzazione e promozione del territorio, sia quello della tecnologia come efficace strumento abilitante, attraverso casi applicativi reali.
Si intende inoltre promuovere, con una concreta occasione di incontro,  il contatto tra soggetti diversi, istituzioni, università, imprese e professionisti del territorio, che a diverso titolo operano nella filiera della cultura, per stimolare lo scambio di conoscenze ed esperienze e la contaminazione di idee per favorire sinergie e nuove opportunità progettuali e professionali, auspicabilmente tra soggetti in rete.
L’iniziativa mette a sistema le esperienze progettuali e di ricerca realizzate dal Lab#ID nell’ambito della valorizzazione dei luoghi della cultura e del marketing territoriale con specifiche tecnologie abilitanti - Ambient Intelligence per il progetto AMAmI e  NFC (Near Field Communication) nel caso del progetto Varese SmartCity - che saranno appunto oggetto di approfondimento da parte dell’Ing. Mauro Mezzenzana. Inoltre valorizza le relazioni, in alcuni casi createsi proprio attraverso i citati progetti, con soggetti di riferimento ciascuno nel proprio ambito di competenza, che condivideranno conoscenze ed esperienze nel corso del workshop: la Dott.ssa Francesca Velani, Vice Presidente di Promo P.A. Fondazione e Direttore di LUBEC (Lucca Beni Culturali), il Prof. Massimiliano Serati, Direttore del CeRST - Centro di Ricerca sullo Sviluppo del Territorio (LIUC – Università Cattaneo), il Dott. Daniele Cassinelli, Conservatore d'arte moderna e contemporanea presso il Castello di Masnago, la Dott.ssa Emma Zanella, Direttore del MA*GA (Museo Arte Gallarate).

La partecipazione è gratuita, previa registrazione online su https://biglietti-valorizzare-la-cultura.eventbrite.it fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Programma
14.30  Registrazione dei partecipanti
14.45  Saluti istituzionali   
14.55  Introduzione ai lavori 
           Camera di Commercio di Varese   

15.10  ICT e beni culturali: soluzioni per una valorizzazione dedicata all’utente contemporaneo
           Dott.ssa Francesca Velani, Vice Presidente Promo P.A.  Fondazione, Direttore LUBEC
15.45  Valorizzare i luoghi della cultura per valorizzare il territorio:
           Casi applicativi di tecnologie abilitanti: i progetti AMAmI (Ambient Intelligence) e Varese SmartCity (Near Field Communication)
           Ing. Mauro Mezzenzana,  Ricercatore e Project Manager Lab#ID, LIUC – Università Cattaneo
16.15  Strategie:
           Cultura: un volano strategico per l’economia del territorio
           Prof. Massimiliano Serati, Direttore CeRST - Centro di Ricerca sullo Sviluppo del Territorio, LIUC  - Università Cattaneo          
           A spasso tra museo e città: gli Itinerari dei musei in rete “VareseMusei” 
           Dott. Daniele Cassinelli, Conservatore d'arte moderna e contemporanea, Castello di Masnago
           Cultura da esportazione: un’impresa di successo si mette in mostra al museo e…
           Dott.ssa Emma Zanella, Direttore MA*GA (Museo Arte Gallarate)
17.45  Q&A



Lab#ID
Il Lab#ID della LIUC – Università Cattaneo è un laboratorio universitario che opera come strumento di trasferimento tecnologico nel contesto dell’IoT (Internet of Things) per supportare organizzazioni, imprese e cluster nella sperimentazione e nell’adozione di strumenti per la digital transformation dei processi di business.
Il laboratorio, nato nel 2007 grazie al contributo della Camera di Commercio di Varese e della Regione Lombardia e con la collaborazione dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, ha ampliato nel tempo le proprie  competenze allineandole all’evoluzione di tecnologie e sistemi in ottica Smart City, IoT e Industry 4.0: dai sistemi RFId (Radio Frequency Identification), all’NFC (Near Field Communication),ai Real Time Location System, ai sistemi embedded di raccolta ed elaborazione dati, a quelli a supporto dell’Ambient Intelligence (BLE beacon e piattaforme cloud di gestione dell'informazione).
Il laboratorio opera come centro di competenza super partes e no profit all'interno di una rete dinamica di soggetti diversi (oltre alle aziende utenti, aziende fornitrici di sistemi RFId, professionisti e studenti) nei confronti dei quali si propone in un ruolo di facilitatore in una logica demand-pull. Sin dall’inizio della sua attività, il Lab#ID affianca alla ricerca anche una intensa attività progettuale a supporto di organizzazioni private e pubbliche nei diversi aspetti dell’introduzione dei citati sistemi, dalla progettazione all’implementazione.
E’ inoltre impegnato in attività formative, attraverso corsi in LIUC e aziendali, divulgative, anche attraverso la pubblicazione di libri, e convegnistiche, dove ha promosso iniziative di interesse nazionale (RFId Italia Award, il premio per i migliori progetti RFId realizzati in Italia).
Dal 2009 è registrato in QuESTIO, il repertorio dei Centro di Ricerca e Trasferimento Tecnologico della Regione Lombardia, e può quindi fornire servizi anche nell’ambito dei bandi e dei finanziamenti regionali lombardi, un contesto che ha visto spesso il laboratorio coinvolto sia come partner di progetto, sia come capofila (AMAmI Antico e Moderno Ambient Intelligence). Attualmente il Lab#ID fa parte del gruppo di lavoro LIUC impegnato nel progetto H2020 “Digital Do It Yourself” (DiDIY).
Alcuni progetti realizzati dal laboratorio hanno ricevuto anche dei riconoscimenti pubblici: il progetto Varese SmartCity ha vinto il premio Smart City Award a SMAU 2013 e la carta (NFC) multiservizi Enjoy LIUC Card ha vinto il bando «Lombardia più semplice – buone prassi» grazie al quale la LIUC è stata nominata “Ente semplice 2012”.