lunedì 2 maggio 2016

Alternative ai tribunali: un convegno sull'Alternative Dispute Resolution

Insegnare la cultura delle Alternative Dispute Resolution. Sono sempre più diffusi istituti e strumenti per risolvere le controversie tra privati e tra imprese alternativi rispetto al ricorso ai tribunali, con costi inferiori per le parti, oltre a un risparmio di tempo e di risorse per la “macchina” della Giustizia. E’ pertanto tempo che le Scuole di diritto italiano e gli insegnamenti in esse impartiti tengano il passo di questa evoluzione.

E’ il tema del convegno, organizzato dalla Scuola di Diritto della LIUC – Università Cattaneo in programma giovedì 5 maggio, a partire dalle 14.30. Un’occasione per fare il punto sulle nuove esigenze e sulla necessità di adeguati momenti di formazione.

Anche il legislatore italiano guarda con crescente favore ai metodi di risoluzione delle controversie alternativi al giudizio. Ai recenti provvedimenti in materia di degiursdizionalizzazione fa seguito, infatti, l'impegno del Governo per una riforma organica degli strumenti stragiudiziali di risoluzione delle controversie con la nomina di una commissione ministeriale di studio. Del resto anche in sede europea sono numerose le iniziative sulla mediazione civile delle dispute, anche quanto alle controversie riguardanti i consumatori.
In questo quadro le procedure di Alternative Dispute Resolution reclamano una crescente attenzione nell'ambito degli studi universitari e postuniversitari per favorire la formazione di una classe di professionisti in grado di raccogliere la sfida di operare con competenza in questi nuovi contesti. 

“La nuova offerta formativa del corso di Laurea in Giurisprudenza della LIUC – Università Cattaneo – spiega il Direttore della Scuola di Diritto prof. Alberto Malatesta - va esattamente  in questa direzione e pone un’attenzione particolare alla studio della mediazione e a strumenti analoghi, sia a livello nazionale sia a livello internazionale. Soprattutto sono insegnati,  in modo innovativo rispetto al tradizionale panorama accademico  italiano, le tecniche per una corretta gestione di tali conflitti in questa sede, che differiscono da quelle tradizionali utilizzate avanti alle corti, e richiedono competenze non solo di carattere giuridico ma anche di altra natura, ad esempio psicologico”.

L’Ordine degli Avvocati di Busto Arsizio assegna 3 crediti formativi ai partecipanti e il convegno è stato accreditato dalla LIUC per l’aggiornamento dei formatori in mediazione.


PROGRAMMA

14.30   
Saluti
Federico Visconti
Rettore LIUC - Università Cattaneo

Angelo Proserpio
Presidente Ordine degli Avvocati Busto Arsizio

Sergio Martelli
Presidente Ordine degli Avvocati Varese

Emanuela Crippa
Presidente Sindacato Avvocati di Busto Arsizio

Presentazione del nuovo “percorso” ADR Scuola di Diritto

Alberto Malatesta
Direttore Scuola di Diritto

15.00 La Formazione di Avvocati e Mediatori alla Cultura delle ADR
    
Modera
Cesare Bulgheroni
Coordinatore commissione ADR dell’Unione Lombarda Ordini Forensi

Relazioni   
    
La crisi del processo civile e le ADR: problemi e prospettive
Filippo Corsini
Professore di Diritto Processuale Civile, Scuola di Diritto LIUC – Università Cattaneo

Insegnare a scegliere tra le complessità dei metodi ADR
Paola Ventura
Membro del direttivo del Coordinamento Nazionale della Conciliazione Forense

Insegnare la deontologia delle ADR
Laura Cerizzi
Membro della commissione ADR istituita presso il Consiglio Nazionale Forense

La formazione e l’aggiornamento dei mediatori e dei negoziatori
Ana Uzqueda
Responsabile scientifico della formazione dei mediatori dell’Associazione Equilibrio

Qualità dei mediatori e qualità dei negoziatori
Rinaldo Sali
Vice Segretario Generale Camera Arbitrale di Milano

Tavola Rotonda

17.00    L’esperienza dei Servizi di Mediazione
Giorgio Ambrosetti
Responsabile Organismo di mediazione Forense di Busto Arsizio

Cinzia Preti
Responsabile dell’Organismo di mediazione Forense di Milano

Laura Cerizzi
Responsabile dell’Organismo di mediazione Forense di Monza

Fabio Bombaglio
Responsabile Organismo di mediazione Forense di Varese