lunedì 14 marzo 2016

Gli studenti dell’Istituto “Fanno” di Conegliano in finale al Business Game della LIUC – Università Cattaneo



Gestire un’impresa è un gioco da ragazzi? Alla LIUC – Università Cattaneo di Castellanza (VA) si conferma l’appuntamento con l’orientamento formativo all’insegna della sana competizione, per imparare sul campo tutti i segreti del mondo aziendale. 
Anche la città di Conegliano, con gli studenti dell’Istituto “Fanno”, sarà rappresentata alla finale del Business Game Strategico “Crea la tua impresa” della LIUC, promosso in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia.
L’appuntamento è per il prossimo giovedì 17 marzo. A partire dalle ore 10.00 si svolgerà la sfida finale, con le 50 squadre finaliste da 34 scuole di tutta Italia. Nel pomeriggio, dalle 14.30 si terrà la premiazione delle squadre vincitrici in Aula Bussolati.
Il progetto si inserisce coerentemente nelle attività della LIUC, Università nata direttamente dalle imprese per offrire una formazione aderente alle loro esigenze, con i corsi di laurea in Economia, Giurisprudenza e Ingegneria.
Obiettivo del gioco, rivolto agli studenti iscritti al IV e V anno degli Istituti Tecnici e dei Licei, è gestire un’impresa, gareggiando con manager di altre imprese virtuali, provenienti da tutta Italia. La finale segue a una fase eliminatoria, durante la quale le squadre hanno effettuato tre giocate a distanza, collegate in contemporanea alla piattaforma web del gioco.
Il tema di questa XIII edizione del gioco, ideato dal CETIC (Centro di Ricerca per l'Economia e le Tecnologie dell'Informazione e della Comunicazione) attivo all’interno della Scuola di Ingegneria Industriale della LIUC, è il settore tessile.

In particolare, l’azienda virtuale al centro del gioco è una Spa, fondata negli anni ’70 in Lombardia (regione caratterizzata da una secolare vocazione tessile) e specializzata fin dalle origini nella produzione di magliette sportive.

Si rafforza ulteriormente in questa edizione il lato social: in particolare, con la pagina Facebook del gioco si è lavorato per incrementare ulteriormente il coinvolgimento dei partecipanti.
Inoltre, anche quest’anno la finale sarà seguita passo passo dal team di Radio LIUC, la web radio degli studenti dell’Università.

Mentre gli studenti giocheranno, i docenti accompagnatori parteciperanno ad un seminario di aggiornamento inserito in Play4Guidance (P4G), un progetto finanziato dall'Unione Europea della quale la LIUC è partner e che promuove un modello innovativo di Business Game con lo scopo di formare e orientare studenti e giovani disoccupati sulle competenze imprenditoriali, trasversali e matematiche. A partire dai dati già raccolti, i docenti saranno invitati a riflettere sulle dinamiche di gioco per formulare una valutazione delle competenze soft.
A giocare e a confrontarsi sono state in questa edizione 90 scuole per un totale di 313 squadre e 1.672 studenti, provenienti in particolare dalle seguenti regioni: Lombardia, Puglia, Sicilia, Campania, Veneto, Toscana,
Piemonte, Umbria, Lazio, Emilia Romagna, Marche, Calabria, Abruzzo, Basilicata, Molise. Per la prima volta ha partecipato anche una squadra proveniente dalla vicina Svizzera.

LIUC - Università Cattaneo 

• Ha uno stretto rapporto con le imprese, che permette, grazie a un’offerta formativa costruita in base alle esigenze delle aziende, di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi

• Offre corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

• Il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

•  E’ un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• E’ dotata di una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus