lunedì 29 febbraio 2016

ISISS Milani e LIUC portano la cultura del Made in Italy sui banchi di scuola



L’ISISS “Don Lorenzo Milani” di Tradate, in rete con l’IC “Galileo Galilei” di Tradate e l’IC “Guglielmo Marconi” di Venegono Superiore, è risultato vincitore del bando connesso al Programma "Made in Italy – Un modello educativo”, promosso dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, che vuole accompagnare gli alunni nella comprensione della tradizione italiana ricercando le radici storiche, economiche, culturali e territoriali che fanno di questo marchio un unicum al mondo. Le candidature sono state valutate da una commissione nominata dal Direttore Generale per gli Ordinamenti scolastici e per la valutazione del sistema nazionale di istruzione. Tra le 325 candidature pervenute al Ministero, solo quattro reti di scuole lombarde figurano tra i vincitori.

 Il progetto “Impariamo e raccontiamo il gusto Made in Italy” intende valorizzare e promuovere, attraverso la realizzazione di spot in un ambiente virtuale, l’industria agroalimentare e la gastronomia del territorio di appartenenza nonché comportamenti ispirati a un sano stile di vita. “Le giovani generazioni devono essere chiamate a scrivere consapevolmente una nuova pagina del racconto del Made in Italy attraverso un approccio non banale che superi una prospettiva negativa alimentata dalle tesi di chi afferma una crisi strutturale del Sistema-Italia”, afferma il Dirigente scolastico del “Don Milani”, dott. Vincenzo Mita.
Le caratteristiche economiche e produttive del Made in Italy saranno indagate in stretta sinergia con il mondo della ricerca: partner scientifico della rete di scuole è la LIUC – Università Cattaneo, attraverso la collaborazione di diverse entità come l'Osservatorio sul Made in Italy, il Master in Food Management MAFOOD e l'Archivio del cinema industriale e della comunicazione d'impresa.

L'idea del progetto nasce proprio a seguito della partecipazione degli studenti dell'ISISS alla XV Giornata del cinema industriale (19 novembre 2015), che l'Archivio ha dedicato al tema “Innovazione e creatività: Made in Italy Made in Lombardia”.
“Il progetto verrà attutato all’interno di un territorio che vanta antiche radici industriali, pur avendo mantenuto viva una tradizione diffusa di saper fare artigianale e importanti eccellenze nell’ambito agroalimentare (alcune delle quali oggetto di importanti processi di internazionalizzazione)”, sostiene il dott. Daniele Pozzi, vice-direttore dell’Archivio, “È indubbio che la crisi economica abbia portato difficoltà a realtà da tempo centrali nella vita produttiva del nostro Territorio, tuttavia, grazie alla classe straordinaria di piccoli e medi imprenditori, il sistema dell’impresa ha retto. Si tratta ora di sviluppare ulteriormente nei giovani la consapevolezza dei punti di forza e dello spirito imprenditoriale che possono portarli ad essere leader nei settori più tipici del Made in Italy”.
 
Le iniziative dedicate agli studenti medi hanno un forte collegamento con i programmi didattici dell'Università Cattaneo: referente accademico del progetto è infatti il prof. Alessandro Sinatra, direttore dell’Osservatorio del Made in Italy, e nonché coordinatore del corso di laurea specialistica in Management del Made in Italy recentemente attivato presso l'Ateneo castellanzese.
 
“Valore aggiunto del progetto è l’adozione di un sistema didattico “piramidale”: oltre alle lezioni di tipo tradizionale affidate a docenti universitari e ai docenti degli istituti coinvolti, è previsto un affiancamento agli studenti da parte di neolaureati e laureandi LIUC. A loro volta, gli studenti delle scuole secondarie saranno coinvolti in prima persona nel tutoring degli alunni della scuola secondaria di I grado”, afferma il prof. Emanuele Marcora, coordinatore didattico delle attività, “La diffusione ‘a cascata’ della conoscenza porterà al rafforzamento di una coesione identitaria attorno ai temi del Made in Italy, che diventeranno così patrimonio condiviso a tutti i livelli della comunità dei docenti-discenti”.

Non mancheranno momenti di condivisione con la comunità dei risultati della ricerca del lavoro, il progetto prevede l’incontro con esperti del mondo enogastronomico e una giornata finale di presentazione al pubblico dei lavori delle studentesse e degli studenti.

giovedì 25 febbraio 2016

E’ online “100% Lombardia”, piattaforma di indicatori statistici per un identikit dei comuni lombardi



 Frutto di due anni di lavoro, “100% Lombardia” è una piattaforma di indicatori statistici multitematici utili a ricostruire l’identikit dei comuni lombardi rispetto a una vasta gamma di fenomeni, che spazia da aspetti strettamente economici fino a quelli territoriali, ambientali, demografici, sociali, turistici e di infrastrutturazione.

E’ stata progettata e realizzata, congiuntamente, dall’area economico-statistica di Eupolis Lombardia, coordinata da Antonio Lentini, e dal team del CeRST (Centro di Ricerca sullo Sviluppo del Territorio) della LIUC - Università Cattaneo, in particolare dal direttore Massimiliano Serati e dal ricercatore Fausto Pacicco.
La piattaforma consente a tutti i portatori di interesse di ottenere informazioni a 360 gradi sui comuni lombardi, e costituisce un prezioso strumento di supporto per le attività di programmazione dello sviluppo territoriale, sia di matrice comunitaria, sia regionali, sia, infine, su scala localmente circoscritta.

Secondo Massimiliano Serati, Direttore del CeRST – LIUC, «grazie a ‘100% Lombardia’, amministratori locali, giornalisti e analisti economici e territoriali hanno finalmente a disposizione un set informativo ampio e trasversale, dedicato ai comuni lombardi, che la Regione sta già usando come supporto alle proprie attività di programmazione e che può essere utile ai territori per conoscere meglio sé stessi, autovalutarsi e inquadrare il proprio stato di salute facendo benchmarking con altri territori.
Si realizza così un altro tassello della duplice mission del CeRST: da un lato supportare le Istituzioni nella loro azione di sviluppo delle società e delle economie territoriali e dall’altro fare opera di informazione a largo spettro, condividendo, in forma aperta a tutti, dati, indicatori e analisi sulla Lombardia».


L’architettura di “100% Lombardia” segue uno schema ad albero.

Sono state definite 4 macro-famiglie di indicatori:
•    Stato di Salute Economico-Produttivo
•    Aspetti Socio-Demografici
•    Infrastrutturazione
•    Territorio e Attrattività

Ciascuna macro-famiglia è articolata in sezioni tematiche.
1.    Benessere Economico
2.    Demografia
3.    Struttura Produttiva e Mercato Del Lavoro
4.    Accessibilità, Mobilità e Pendolarismo
5.    Sanità, Famiglia, Solidarietà e Partecipazione
6.    ICT e Infrastrutturazione Digitale
7.    Turismo e Cultura
8.    Formazione, Creatività e Talenti
9.    Territorio e Ambiente
10.    Indice di Virtuosità Comunale

A loro volta, le sezioni tematiche ospitano un ampio numero di indicatori statistici articolati verticalmente su due livelli: gli Indicatori di base - 129 in totale -, che rappresentano fenomeni (relativamente) semplici e direttamente misurabili, e gli Indicatori Compositi - sono 32 -, ottenuti per aggregazione tematica degli Indicatori di base, e finalizzati a catturare fenomeni più complessi, misurabili solo per via indiretta.
Ogni indicatore è disponibile in due formati: il suo valore “naturale” (l’indicatore è espresso nell’unità di misura che gli è naturalmente propria) e il valore di benchmarking, che consente un confronto immediato e diretto con la media regionale (il cui valore è convenzionalmente fissato pari a 100). Laddove possibile, gli Indicatori di base e quelli compositi sono disponibili in serie storica, il che consente l’utilizzo di “100% Lombardia” sia per comprendere le dinamiche evolutive (micro)territoriali nel tempo, sia per valutare l’impatto ex post delle azioni di policy prodotte sui territori nel corso degli anni.
L’ampiezza del materiale informativo disponibile nella piattaforma è data da 161 indicatori per 1531 comuni, e per 6-12 anni di sequenza temporale

Progettata per dialogare con altri sistemi di monitoraggio utilizzati per la valutazione delle policy territoriali, la piattaforma è già stata riconosciuta da Istat come utile strumento a livello locale e segnalata nella pubblicazione “La nuova geografia dei Sistemi Locali”.

La piattaforma è stata certificata anche dalla Commissione Europea che nel 2015 ha riconosciuto come ammissibili agli aiuti di Stato a finalità regionale, tre aree lombarde individuate sulla scorta delle informazioni contenute in “100% Lombardia” e inserite dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica del Ministero dell’Economia e delle Finanze nella Carta nazionale delle zone ammissibili.

La Commissione ha certificato ufficialmente la metodologia utilizzata e la qualità statistica delle informazioni provenienti da “100% Lombardia”.
Si accede alla piattaforma (tutti i dati sono scaricabili) attraverso il link al portale regionale di Sisel-Sistema Statistico degli Enti Locali (www.sisel.regione.lombardia.it e poi selezionare 100% Lombardia nella colonna di sinistra) o attraverso il link “100% Lombardia” creato sulla home page del sito del CeRST  http://cerst.liuc.it

martedì 23 febbraio 2016

Investimenti finanziari e coscienza cristiana: se ne parla alla LIUC




 Come coniugare la necessità di operare come persona o come professionista in un contesto economico – finanziario con quella di rispettare criteri etici e di tener conto della coscienza cristiana? La LIUC – Università Cattaneo, con la sua vocazione di Università nata e sviluppata nell’economia reale, non poteva esimersi dall’approfondire questo filone, che interessa tutti e 3 i corsi di laurea (Economia, Giurisprudenza e Ingegneria).

Al via dunque un percorso aperto a tutti che parte il prossimo giovedì 3 marzo: l’incontro toccherà il tema delle scelte di investimento finanziario, scelte che ognuno di noi è chiamato a compiere, in un contesto di alta volatilità e decrescente fiducia nei mercati. Ospiti Paolo Tenti  (Consulente di fondi etici) e Pierluigi Molla (Dottore Commercialista), che dialogheranno con il prof. Valter Lazzari (Ordinario di Economia degli intermediari finanziari della LIUC) e con il cappellano della LIUC Don Michele Aramini.

Il ciclo di incontri è inserito nelle attività del Centro Pastorale Frassati ed è volto a favorire lo sviluppo e l’elaborazione  del profilo etico delle professioni.

“Abbiamo scelto di partire da questo tema – spiega la professoressa Eliana Minelli, Docente di Organizzazione Aziendale della Scuola di Economia e Management della LIUC e promotrice dell’iniziativa – perché è tanto imprescindibile quanto poco approfondito. Credenti ma anche laici percepiscono sempre di più un’assenza di modelli adeguati a cui rifarsi quando si è chiamati a prendere decisioni in questo campo. L’obiettivo di questi incontri è aiutare gli studenti ma non solo a sviluppare una maggiore consapevolezza su questi temi”.

Di seguito il programma dell’incontro.


Programma

Interventi

Paolo Tenti
Consulente di fondi etici

Pierluigi Molla
Dottore Commercialista

Valter Lazzari
Ordinario di Economia degli intermediari finanziari
LIUC – Università Cattaneo

Don Michele Aramini
Centro Pastorale Pier Giorgio Frassati

Dibattito

La partecipazione è gratuita con iscrizione obbligatoria:
http://www.liuc.it/scripts/convegni/c.asp?81 


lunedì 22 febbraio 2016

Torna “Non solo tesine”, il laboratorio gratuito per i “maturandi” sulla ricerca documentale


 Studenti alle prese con la tesina di maturità? La LIUC – Università Cattaneo rinnova l’appuntamento con il progetto “Non solo tesine”, dedicato all’approfondimento del processo di indagine documentale e promosso tramite la Biblioteca Mario Rostoni e il Centro d'Ateneo per la Ricerca Educativo-Didattica e l'Aggiornamento (CARED).
L’iniziativa, che lo scorso anno ha coinvolto oltre 2.000 studenti di numerose città in tutta Italia, si articola in una serie di incontri organizzati presso le Biblioteche civiche e le scuole, tenuti dallo staff della Biblioteca LIUC ed in particolare da Laura Ballestra, responsabile dei servizi di consulenza documentale.

Obiettivo degli incontri è agevolare gli studenti, spesso “sommersi” di informazioni e chiamati a districarsi tra le tante fonti a disposizione soprattutto in Rete, nell’acquisizione di una corretta metodologia per condurre ricerche bibliografico-documentali.
Avere un approccio rigoroso nell'analizzare gli argomenti, saper definire i punti focali e trovare i documenti più rilevanti e pertinenti sono infatti tra gli skills essenziali per l’esame di maturità. Non solo: questi incontri, dal taglio laboratoriale, si propongono di trasmettere competenze anche nella prospettiva di altre attività che i giovani partecipanti si troveranno ad affrontare durante gli studi universitari e il lavoro.

Questi i prossimi appuntamenti previsti:

Borgomanero: Fondazione Marazza. Biblioteca di Borgomanero (NO)
24 febbraio 2016, ore 15:00

Legnano: Biblioteca civica "Augusto Marinoni" di Legnano (MI)
24 febbraio 2016, ore 15:00

Milano: Liceo scientifico Vittorio Veneto di Milano (MI)
25 febbraio 2016, ore 8:30

Castellanza: Biblioteca civica di Castellanza (VA)
25 febbraio 2016, ore 15:00

Foggia: Biblioteca provinciale "La Magna Capitana" di Foggia (FG)
26 febbraio 2016, ore 9:00

Viggiù: Biblioteca comunale di Viggiù (VA)
26 febbraio 2016, ore 15:00

Varese: Biblioteca civica di Varese (VA)
29 febbraio 2016, ore 15:00

Vimercate: Liceo Statale "Banfi" di Vimercate (MB)
1 marzo 2016, ore 14:30

Meda: Biblioteca civica di Meda "Medateca" (MB)
4 marzo 2016, ore 15:00

Vimercate: Liceo Statale "Banfi" di Vimercate (MB)
8 marzo 2016, ore 14:30

Cesano Maderno: Biblioteca civica di Cesano Maderno (MB)
9 marzo 2016, ore 15:00

Legnano: Biblioteca civica "Augusto Marinoni" di Legnano (MI)
9 marzo 2016, ore 15:00

Milano: Biblioteca comunale rionale Quarto Oggiaro di Milano (MI)
10 marzo 2016, ore 15:00

Seveso: Biblioteca civica "Villa del Sole" di Seveso (MB)
10 marzo 2016, ore 15:00

Milano: Biblioteca rionale Sicilia di Milano (MI)
14 marzo 2016, ore 15:00

Milano: Biblioteca rionale Sant'Ambrogio di Milano (MI)
15 marzo 2016, ore 15:00

Milano: Biblioteca del Consiglio regionale della Lombardia con Liceo scientifico "Faes Argonne" di Milano (MI)
18 marzo 2016, ore 10:00

Tradate: Liceo Marie Curie di Tradate (VA)
21 marzo 2016, ore 14:00

Verbania: Biblioteca civica "Pietro Ceretti" di Verbania (VB)
22 marzo 2016, ore 15:00

Lissone: Istituto tecnico commerciale e per geometri "Europa Unita" di Lissone (MB)
23 marzo 2016, ore 9:10

Vimercate: Biblioteca di Vimercate (MB)
23 marzo 2016, ore 15:00

Busto Arsizio: Liceo classico, linguistico e scienze umane "Daniele Crespi" di Busto Arsizio (VA)
31 marzo 2016, ore 14:00

Saronno: Istituto Orsoline di S. Carlo di Saronno (VA)
31 marzo 2016

Napoli: Convitto nazionale "Vittorio Emanuele II" di Napoli (NA)
11-12 aprile 2016

Magenta: Biblioteca comunale "Oriana Fallaci" di Magenta (MI)
14 aprile 2016, ore 15:00

Milano: Biblioteca del Consiglio regionale della Lombardia con Liceo artistico statale "Paolo Candiani" di Busto Arsizio (VA) 15 aprile 2016, ore 10:00

Milano: Biblioteca del Consiglio regionale della Lombardia con Liceo artistico statale "Paolo Candiani" di Busto Arsizio (VA) 13 maggio 2016, ore 10:00

I laboratori si svolgono in collaborazione con le Biblioteche civiche delle province di Bari, Foggia, Milano, Monza-Brianza, Modena, Novara, Napoli, Varese, Verbano Cusio-Ossola e con le scuole superiori di numerose città.     
I partecipanti potranno accedere anche ad una serie di materiali loro riservati mediante la piattaforma e – learning della Biblioteca LIUC.
Ai laboratori si affianca poi una App, scaricabile tramite il sito LIUC, che aiuterà i ragazzi a ripercorrere quanto appreso e ad ampliare le proprie conoscenze con nuovi percorsi. Una guida, dunque, per capire come impostare un processo di ricerca documentale e come individuare domande di ricerca.

E’ possibile iscriversi e chiedere informazioni scrivendo a: lballestra@liuc.it

Al Convitto nazionale “Vittorio Emanuele II” di Napoli arriva "Non solo tesine"


Studenti alle prese con la tesina di maturità? La LIUC – Università Cattaneo rinnova l’appuntamento con il progetto “Non solo tesine”, dedicato all’approfondimento del processo di indagine documentale e promosso tramite la Biblioteca Mario Rostoni e il Centro d'Ateneo per la Ricerca Educativo-Didattica e l'Aggiornamento (CARED).

L’iniziativa, che lo scorso anno ha coinvolto oltre 2.000 studenti di numerose città in tutta Italia, si articola in una serie di incontri organizzati presso le Biblioteche civiche e le scuole, tenuti dallo staff della Biblioteca LIUC ed in particolare da Laura Ballestra, responsabile dei servizi di consulenza documentale.

Obiettivo degli incontri è agevolare gli studenti, spesso “sommersi” di informazioni e chiamati a districarsi tra le tante fonti a disposizione soprattutto in Rete, nell’acquisizione di una corretta metodologia per condurre ricerche bibliografico-documentali.
Avere un approccio rigoroso nell'analizzare gli argomenti, saper definire i punti focali e trovare i documenti più rilevanti e pertinenti sono infatti tra gli skills essenziali per l’esame di maturità. Non solo: questi incontri, dal taglio laboratoriale, si propongono di trasmettere competenze anche nella prospettiva di altre attività che i giovani partecipanti si troveranno ad affrontare durante gli studi universitari e il lavoro.

A Napoli gli incontri saranno riservati agli studenti del Convitto nazionale "Vittorio Emanuele II" e si svolgeranno nei giorni 11 e 12 aprile.

I laboratori si svolgono in collaborazione con le Biblioteche civiche delle province di Bari, Foggia, Milano, Monza-Brianza, Modena, Novara, Napoli, Varese, Verbano Cusio-Ossola e con le scuole superiori di numerose città. I partecipanti potranno accedere anche ad una serie di materiali loro riservati mediante la piattaforma e – learning della Biblioteca LIUC.

Ai laboratori si affianca poi una App, scaricabile tramite il sito LIUC, che aiuterà i ragazzi a ripercorrere quanto appreso e ad ampliare le proprie conoscenze con nuovi percorsi. Una guida, dunque, per capire come impostare un processo di ricerca documentale e come individuare domande di ricerca.
E’ possibile iscriversi e chiedere informazioni scrivendo a: lballestra@liuc.it

giovedì 11 febbraio 2016

Università Aperta e Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo



 Una giornata tutta dedicata alle future matricole alla LIUC – Università Cattaneo, con la possibilità di seguire vere e proprie lezioni, di vivere l’Università e di sostenere il test di ammissione.

L’appuntamento è per giovedì 18 febbraio per una nuova edizione di “Università Aperta”.

Per presentare il corso di Laurea in Economia, si parlerà di leggi del cosmo, del pensiero, dei sistemi economici e di congiunzioni sorprendenti tra astronomia, filosofia e economia. Per scoprire Giurisprudenza, sarà invece possibile mettersi alla prova con una simulazione di dibattito processuale nella speciale “aula tribunale” della LIUC, mentre gli studenti interessati ad Ingegneria rifletteranno sulle modalità con cui l’ingegnere deve prendere le sue decisioni, se con metodo o intuito.

Al termine dei seminari, question time: per la prima volta i protagonisti saranno tre laureati LIUC, che racconteranno la loro esperienza professionale alle future matricole. Non solo: si tratterà di un momento di autentico confronto, per parlare di come i laureati hanno affrontato i loro dubbi nella scelta dell’Università e di come hanno vissuto il loro percorso formativo.

Sarà anche possibile sostenere il test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo, obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100 (per tutti gli altri l’ammissione è diretta).

Si potrà vivere inoltre una giornata da veri studenti, con il pranzo alla Residenza della LIUC e la possibilità di informarsi sui corsi e sui servizi (Stage, Relazioni Internazionali, Diritto allo Studio, ma anche attività uniche della LIUC, come il percorso Skills and Behaviour) presso gli info point.

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus


Università Aperta

Programma

9.00  Registrazione partecipanti

INFO - POINT
-    Economia
-    Giurisprudenza
-    Ingegneria
-    Borse di studio
-    Stage e placement
-    Scambi internazionali
-    Attività extra didattiche
-    Certificazioni linguistiche
-    Skills & Behaviour
-    Biblioteca - Consulenza per lo studio e la ricerca

ECONOMIA aula C229 ore 10.00
Le leggi del cosmo, del pensiero, dei sistemi economici: congiunzioni sorprendenti tra astronomia, filosofia e economia
Prof. Massimiliano Serati

GIURISPRUDENZA aula Tribunale ore 10.00
Legge e senso di giustizia. Simulazione di un dibattito processuale
Prof. Fiorenzo Festi

INGEGNERIA aula C228 ore 10.00
L’ingegnere alle prese con le decisioni: metodo o intuito?
Prof.ssa Raffaella Manzini

Al termine dei seminari question time: i laureati LIUC rispondono alle domande degli studenti e illustrano i possibili sbocchi lavorativi.

13.00 Pranzo presso la Residenza LIUC offerto dall’Università

14.00  Visita al Campus LIUC con gli studenti del Team Accoglienza

15.00  Test Ammissione LIUC a.a. 2016/2017  - Iscrizioni on line www.liuc.it/test

mercoledì 10 febbraio 2016

Terziarizzare “in casa” si può? Se ne parla alla LIUC con Columbus Logistics




Affidarsi alla competenza di un operatore del settore risulta in molti casi il percorso migliore per portare innovazione ed aumentare le prestazioni dei processi logistici.
Tuttavia, molte aziende stentano ancora oggi a scegliere l’outsourcing logistico, specie nel caso in cui il provider debba operare all’interno dei muri dell’azienda cliente.

Il convegno “L’outsourcing logistico in-house: rischi e opportunità”, che si terrà mercoledì 24 febbraio 2016 dalle ore 14 alla LIUC - Università Cattaneo nasce con l'intento di approfondire la conoscenza di questa opportunità di “terziarizzazione in casa”.

L’evento organizzato dal C-log, il Centro di Ricerca sulla Logistica della LIUC, rientra in un più ampio progetto di collaborazione tra l’Università e Columbus Logistics, con l’obiettivo comune di portare valore nei processi logistici delle imprese.

Attraverso le testimonianze di direttori logistici e l'intervento di esperti del settore, si offriranno numerosi spunti di riflessione sull'outsourcing logistico in-house, discutendo su come sia possibile raggiungere risultati ottimali attraverso il lavoro congiunto con un operatore logistico.

In aggiunta agli interventi di primarie aziende quali Bausch&Lomb, Bticino, Candy, Lindt e Watts Industries, saranno inoltre approfonditi gli aspetti legali e contrattuali connessi alla gestione delle risorse umane nelle relazioni tra clienti e fornitori.

L’appuntamento di febbraio rappresenta l’«evento zero» di una serie di 4 Logistics Workshop, che costituiscono un innovativo percorso manageriale in cui università e imprese collaborano per creare valore nei processi logistici. L’iniziativa, che si svolgerà da marzo a giugno 2016, è stata pensata per i responsabili logistici interessati ad apprendere metodologie innovative attraverso esperienze di successo, confrontandosi con relatori di estrazione accademica e aziendale.

Di seguito il programma dell’evento.


Programma

14:00 Registrazione

14:30 Saluto del Rettore Federico Visconti

14:45
Outsourcing logistico in-house: rischi e opportunità
Fabrizio Dallari - Direttore Clog, LIUC Università Cattaneo

15:00
Come migliorare le prestazioni logistiche attraverso una partnership con un provider logistico in-house? Esperienze a confronto
Il caso Candy - Patrizia Albanese, Group Service Supply Chain Manager
Il caso Lindt - Andrea Mazzetti, Logistics Manager
Il caso Bticino - Giorgio Selvatici, Logistics and Distribution Manager

16:00
Quali soluzioni per la gestione delle risorse umane?
Gianfranco Curci, Studio Legale Curci

16:20
LIUC & Columbus Logistics Workshops
Stefano Bianconi, General Manager Columbus

16:30
Tavola rotonda: “Come scegliere gli strumenti più adeguati per l'outsourcing in house ?”
Gianni Frasconi – Logistics Manager - Bausch&Lomb
Fabrizio Fedrizzi – Amministratore Delegato - Watts Industries Italia
Alessandro Berretta – Sales Manager Servizi Finanziari - Jungheinrich Italia
Marco Clerici – Managing Director - World Capital
Francesco Gozzi - Logistics and Trasport Development Manager - Replica Sistemi

 17:30   Dibattito

 18:00   Cocktail e Networking

lunedì 8 febbraio 2016

A Catanzaro arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo





Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Catanzaro sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC, in collaborazione con Confindustria Catanzaro, il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso la sede di Confindustria Catanzaro (Via Eroi 1799, 23).      Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

In Sicilia arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo



 Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

In Sicilia sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC nei seguenti giorni:

•    Agrigento - martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso Hotel Della Valle (Via Ugo La Malfa 3 - località San Biagio)

•    Ragusa - mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso Best Western Mediterraneo Palace Hotel (Via Roma 189)

•    Trapani - mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso la sede di Confindustria Trapani (Via Mafalda di Savoia 26)

Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

 

A Trapani arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo




 Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Trapani sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC, in collaborazione con Confindustria Trapani, il giorno mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso la sede di Confindustria Trapani (Via Mafalda di Savoia 26). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

A Ragusa arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo





 Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Ragusa sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC il giorno mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso Best Western Mediterraneo Palace Hotel (Via Roma 189). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

Ad Agrigento arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo





 Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

Ad Agrigento sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso Hotel Della Valle (Via Ugo La Malfa 3 - località San Biagio). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

venerdì 5 febbraio 2016

A Bari arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo





Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Bari sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC, in collaborazione con Confindustria Bari, il giorno mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso la sede di Confindustria Bari (via Amendola 172/5). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

     

giovedì 4 febbraio 2016

A Firenze arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo





Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Firenze sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC il giorno mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso Hotel Embassy (via J. Da Diacceto, 8). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

A Cagliari arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo





Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Cagliari sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC, in collaborazione con Confindustria Sardegna Meridionale, il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.30 presso la sede di Confindustria Sardegna Meridionale (via Colombo, 2). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

A Napoli arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo




 Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Napoli sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso Star Hotel Terminus (Piazza Garibaldi, 91). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

A Pescara arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo




Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Pescara sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso il Best Western Hotel Plaza (Piazza Sacro Cuore 55). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

mercoledì 3 febbraio 2016

A Vicenza arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo




Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Vicenza sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso Palazzo Laverda (Sala Pellizzari)  in via Mure Porta Castello 9.

Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta. 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

A Mantova arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo



Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Mantova sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC il giorno mercoledì 17 febbraio alle ore 15.00 presso MAMU - az. Spec. CCIAA, Largo Pradella 1/B. Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta.

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

     

A Verbania arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo

 Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.

A Verbania sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC, in collaborazione con l’Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola, il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso la sede dell’Unione (via Ugo Sironi n°5 presso Villa Pariani). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta.

 

Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

A Biella arriva il Test di ammissione alla LIUC – Università Cattaneo



 Per gli studenti che quest’anno affronteranno l’esame di maturità, è già tempo di pensare al futuro e la LIUC - Università Cattaneo di Castellanza (in provincia di Varese, tra Malpensa e Milano), che offre corsi di Economia, Ingegneria e Giurisprudenza, è pronta ad accogliere le future matricole. Per questo, ha organizzato un ciclo di test di ammissione su tutto il territorio nazionale.


A Biella sarà possibile sostenere il test d’ammissione alla LIUC, in collaborazione con l’Unione Industriale Biellese, il giorno martedì 16 febbraio alle ore 15.00 presso la sede dell’Unione (via Torino, 56 a Biella). Il test della LIUC è obbligatorio per chi consegue un voto di maturità inferiore a 80/100, per tutti gli altri l’ammissione è diretta.


Perché la LIUC?

• Perché garantisce la possibilità di inserirsi nel mondo del lavoro in un tempo medio di 3 mesi grazie a uno stretto rapporto con le imprese

• Perché l’offerta formativa è costruita in base alle esigenze delle aziende e comprende corsi di laurea in Economia Aziendale (con percorsi settoriali specifici, dal Management delle Risorse Umane all’attualissimo Marketing e New media), Giurisprudenza (per formare i giuristi del futuro, anche grazie a percorsi in lingua inglese) e Ingegneria Gestionale (per una formazione strategica in ambiti come Energia e sostenibilità ma anche Management della sanità)

• Perché tutti gli studenti possono seguire singoli corsi o interi percorsi in lingua inglese

•  Perché il 40% degli studenti partecipa a programmi di studio all’estero (Erasmus, scambi internazionali, Summer School, doppi titoli di laurea ecc)

• Perché è un ateneo a misura di studente: circa 2.000 per oltre 300 docenti

• Perché con l'iniziativa “Premiamo il merito” ogni studente ha la certezza di avere riduzioni fino al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100 (beneficio rinnovabile ogni anno mantenendo il merito)

• Perché garantisce uno stage a tutti gli studenti, oltre a laboratori esperienziali per entrare da subito in contatto con la pratica lavorativa

• Perché l’esperienza LIUC continua anche fuori dalle aule: per gli studenti fuori sede c’è una Residenza Universitaria da 420 posti che vive in armonia con l’Università ed è direttamente inserita nel Campus

      

martedì 2 febbraio 2016

Associazione Amici LIUC: consegnate 6 borse di studio


Consegnate alla LIUC - Università Cattaneo le borse di studio dell’Associazione Amici LIUC, da sempre impegnata a fianco dell’Università nella raccolta di fondi da mettere a disposizione degli studenti più meritevoli.

In particolare, in questa occasione sono state consegnate 3 borse assegnate direttamente dagli Amici LIUC e 3 raccolte dalla stessa Associazione e messe a disposizione dal Rotary Club La Malpensa, dagli eredi del sig. Angelo Girola e da quelli del dott. Aldo Ferrazzi.

6, dunque, gli studenti premiati: Valentina Giusti, Pierpaolo Pipino, Matteo Felici, Valentina Rossi, Edoardo Comparetto, Flavia Cetrola.

Alla cerimonia hanno preso parte, oltre agli studenti beneficiari delle borse di studio, il Presidente dell’Associazione Amici LIUC Luca Capodiferro, il Rettore della LIUC Federico Visconti, il Presidente della LIUC Michele Graglia e la Responsabile del Servizio Diritto allo Studio della LIUC Sabrina Belli.

“L’auspicio per il prossimo futuro - spiega il Presidente dell’Associazione Amici LIUC, Luca Capodiferro - è che possano svilupparsi sempre più attività che coinvolgano anche i nostri laureati. Un’ulteriore occasione, ci auguriamo in collaborazione con l’Associazione dei Laureati, LIUC Alumni, per creare un ponte tra chi ha terminato gli studi e la LIUC stessa. Sempre nell’ottica della promozione del diritto allo studio e della raccolta di nuovi fondi”.