mercoledì 16 dicembre 2015

"L’Internet of Things può rilanciare il manifatturiero italiano passando dalla Silicon Valley"


 Il guru della Silicon Valley, Flavio Bonomi, ad un incontro con gli imprenditori del Varesotto, organizzato dall’Unione degli Industriali della Provincia di Varese


"La prospettiva di 50 miliardi di oggetti connessi in rete dà il senso dell’enorme opportunità per l’industria italiana, sia come fornitrice di soluzioni IoT (Internet of things ndr) che come utilizzatrice. E Silicon Valley è il luogo dove molte di queste opportunità si materializzeranno: italiani, tenete un occhio su ciò che avviene qui."

L'affermazione di Flavio Bonomi, già Cisco Fellow, Vice President, Head of Advanced Architecture and Research, fondatore di IoXWorks e Nebbiolo Technologies e pioniere con quest'ultima del Fog computing, tecnologia abilitante dell’Internet of Things (IoT), rappresenta il focus dell'evento organizzato dall'Unione degli Industriali della Provincia di Varese intitolato "L’Internet of Things può rilanciare il manifatturiero italiano passando dalla Silicon Valley".

L’appuntamento, aperto anche ai giornalisti, è per giovedì 17 dicembre 2015 dalle ore 15.00 alle ore 17.00,
all’Auditorium della LIUC - Università Cattaneo (Corso Matteotti, 22 - ingresso da Piazza Soldini, 5)

La forza dell’Italia nelle attività manifatturiere – il nostro è il quinto grande esportatore di manufatti al mondo – dà alle imprese un vantaggio competitivo in quella che appare come la prossima tappa della rivoluzione digitale in corso: l’internet delle cose (Internet of Things, IoT). Un numero crescente di aziende italiane di IoT sta facendo rotta sulla Silicon Valley per compiere da qui il salto globale. Questi i temi che tratterà di Flavio Bonomi, un “imprenditore seriale” italiano in California.

L’iniziativa si inserisce nel progetto dell’Unione Industriali, insieme alla LIUC – Università Cattaneo, di creare un ponte tra le imprese del territorio e il sistema innovativo della Silicon Valley. Obiettivo alla base anche della recente missione che il sistema imprenditoriale locale ha tenuto proprio negli Stati Uniti.

Chi è Flavio Bonomi
E’ founder e Chief Technology Officer (CTO) di IoXWorks Inc. dal dicembre 2013. La sua carriera inizia in New Jersey nel 1984 in AT&T Bell Labs come distinguished member of technical staff. Poi si trasferisce in Santa Clara e lavora presso Zeitnet/Cabletron dal 1995 al 1998 come Principal Architect. Nel 1998 passa in StratumOne come Chief Architect. Nel 1999 ha inizio la sua lunga avventura in Cisco Systems partendo da Distinguished Engineer fino a ricoprire il ruolo di Cisco Fellow, Vice President, Head of Advanced Architecture and Research nel 2007. Nel 2013 decide di cimentarsi in una nuova avventura in Silicon Valley con la nascita di IoXWorks. Di recente ha dato vita alla Nebbiolo Technologies per essere pioniere del Fog computing, tecnologia abilitante dell’IoT.