martedì 1 settembre 2015

Stanley Tomshinsky alla LIUC: la mostra continua fino al 30 settembre


Continua fino a mercoledì 30 settembre la mostra "Tomshinsky a Villa Jucker", in corso alla LIUC – Università Cattaneo (ingresso gratuito - da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00).

Una ricca mostra antologica e retrospettiva dell’artista americano curata da Miro Silvera e da Flavio Cruciatti, con 58 opere esposte in totale, di cui 49 tele e 9 sculture. La location è appunto la Villa che si affaccia sul parco dell’Università, e in particolare l’area riservata all’Orientamento e all’accoglienza delle matricole.

La dimensionalità della scultura nelle fusioni e nelle saldature in bronzo e rame, le maquette in legno e gli studi sul numero e la matematica, la ricerca sul colore, le interpretazioni binarie dei sistemi umani e sociali e la biologia molecolare del DNA sono alcuni dei capisaldi della produzione artistica e della ricerca di Tomshinsky (New York 1935 - Milano 2004).
Un percorso, il suo, che spazia dall'esperienza scultorea degli anni '60 e '70 sino ai definitivi ed ultimi cromatismi simbolici rappresentativi dell'animo umano e delle pure energie interiori e spirituali, che richiamano infine le più intime strutture della natura dei primi anni 2000.

Un’iniziativa che testimonia quanto la LIUC si ponga in un ruolo dinamico anche nella promozione e nella diffusione dell’arte e della cultura in contesti "nuovi" ed emblematici. Un’opportunità di comunicazione, inoltre, e di prestigioso scambio materiale nelle relazioni con le numerose università straniere partner  della LIUC.