lunedì 3 marzo 2014

Mercoledì 5 marzo, ore 18 alla LIUC – Università Cattaneo “Vita di Don Giussani”: alla LIUC la presentazione del libro di Alberto Savoran

Mercoledì 5 marzo, ore 18
alla LIUC – Università Cattaneo
“Vita di Don Giussani”: alla LIUC la presentazione del libro di Alberto Savorana

Intervengono l’autore, il Presidente Eni Giuseppe Recchi, il Presidente LIUC Michele Graglia
Un’iniziativa promossa da Fondazione San Giacomo e LIUC – Università Cattaneo

«Tutto per me si è svolto nella più assoluta normalità, e solo le cose che accadevano, mentre accadevano, suscitavano stupore, tanto era Dio a operarle facendo di esse la trama di una storia che mi accadeva e mi accade davanti agli occhi.»
Luigi Giussani

Prima della presentazione del libro, il Presidente Recchi incontrerà gli studenti LIUC sul tema “Eni, strategia ed etica di una grande multinazionale nella società della globalizzazione".

Castellanza, 28 febbraio 2014 - La storia del fondatore del Movimento di Comunione e Liberazione, Don Luigi Giussani, in un libro che raccoglie le tappe salienti del suo percorso umano e spirituale, a partire da un’idea di cristianesimo come fatto, come evento reale nella vita dell’uomo, che ha la forma di un incontro. Una biografia ricca di documenti inediti, che offre ai lettori il segno della sua eredità per la vita delle persone e della Chiesa.
Fa tappa alla LIUC – Università Cattaneo la presentazione di “Vita di Don Giussani” di Alberto Savorana (edito da Rizzoli), con un incontro promosso da Fondazione San Giacomo e da LIUC, in programma il prossimo mercoledì 5 marzo alle ore 18 in aula Bussolati. Insieme all'autore, interverranno il Presidente Eni Giuseppe Recchi e il Presidente della LIUC - Università Cattaneo Michele Graglia.
«La storia di don Giussani è così significativa, - ha dichiarato don Julián Carrón, presidente della Fraternità di Comunione e Liberazione - perché ha vissuto le nostre stesse circostanze, e ha dovuto affrontare le stesse sfide e gli stessi rischi, ha dovuto fare lui stesso il cammino che descrive in tanti brani delle sue opere» Con queste poche ma incisive parole»
Le circostanze che ha attraversato e le persone incontrate sono state decisive per il delinearsi della vocazione di don Luigi Giussani: i suoi genitori, i professori e i compagni del Seminario, le sue letture, il sacerdozio, i primi  giovani conosciuti in confessionale o in treno, l’insegnamento, le incomprensioni e i riconoscimenti, la malattia.

Don Giussani ha sempre considerato il cristianesimo come un fatto, un evento reale nella vita dell’uomo, che ha la forma di un incontro, invitando chiunque a verificarne la pertinenza alle esigenze della vita. Così è stato per i tanti ragazzi e adulti di tutto il mondo che hanno riconosciuto in quel prete dalla voce roca e attraente non solo un maestro dal quale imparare, ma soprattutto un uomo col quale paragonarsi, un compagno di cammino affidabile per rispondere alla domanda: come si fa a vivere?
Oggi uno di quei “ragazzi”, Alberto Savorana, che con lui hanno percorso un tratto importante della loro vita e continuano a seguire ciò che egli stesso seguiva, prova a raccontare chi era e come ha vissuto don Giussani attraverso molti documenti inediti. Nasce così questa biografia che, oltre a ricostruire per la prima volta la cronaca dei giorni del fondatore di Comunione e Liberazione, offre ai lettori il segno della sua eredità per la vita delle persone e della Chiesa.
Prima della presentazione del libro di Savorana, gli studenti della LIUC potranno incontrare il Presidente Recchi sul tema “Eni, strategia ed etica di una grande multinazionale nella società della globalizzazione". Al termine, alle ore 17.45, il Presidente Recchi sarà disponibile ad incontrare i giornalisti interessati. 
Note biografiche dei relatori

Alberto Savorana
Nato nel 1959, sposato, con tre figli, giornalista professionista dal 1987, ha lavorato presso RAI-USA a New York. Dal 1994 al 2008 è stato direttore di Tracce, mensile internazionale di Comunione e Liberazione. Dal 1983 ha collaborato con don Giussani alla realizzazione della collana BUR “i libri dello spirito cristiano” e alla pubblicazione dei libri del fondatore di CL. Attualmente è responsabile dell’ufficio stampa e pubbliche relazioni di CL e delle attività editoriali del Movimento.

Giuseppe Recchi, Presidente Eni
Nato nel 1964 è Presidente di Eni dal maggio 2011.
È Vice Presidente di GE Capital Interbanca SpA; Consigliere di Exor SpA; componente dell’European Advisory Board di Blackstone e del Massachusetts Institute of Technology E.I. External Advisory Board. È inoltre componente del Consiglio Direttivo e Presidente del Comitato Investitori Esteri di Confindustria e del Comitato italiano per la Corporate Governance; fa parte del Consiglio Direttivo e del Comitato di Presidenza di Assonime, del Comitato Esecutivo di Aspen Institute Italia, del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Eni Enrico Mattei, dell’Istituto Italiano di Tecnologia e dell’Advisory Board della Luiss Business School. E’ Co-Chair della Task Force on Improving Transparency and Anti-Corruption del B20 e membro del Board of Directors del Partnering Against Corruption Initiative del World Economic Forum. Laureato in Ingegneria al Politecnico di Torino, inizia la carriera nel 1989 nella gestione dell’Impresa Recchi Costruzioni Generali, gruppo attivo in 25 Paesi nel settore delle costruzioni di grandi infrastrutture pubbliche. Dal 1994 al 1999 è Presidente Esecutivo della Recchi America Inc., filiale statunitense del Gruppo Recchi.
Nel 1999 entra in General Electric (GE), società in cui ricopre numerosi incarichi negli Stati Uniti e in Europa. Nel corso degli anni è stato Direttore di GE Capital Structure Finance;


Amministratore Unico di GE Capital SFG Italia; Managing Director dell’Industrial M&A and Business Development per la regione EMEA; Presidente di GE Italia.
Fino a maggio 2011 è stato Presidente e Amministratore Delegato di GE South Europe.
È stato Consigliere di Permasteelisa SpA, membro dell’Advisory Board di Invest Industrial (private equity), componente del Comitato Promotore per la candidatura olimpica di Roma 2020 e, negli anni 2004-2006, Professore a contratto di Corporate Finance presso l’Università di Torino.

Michele Graglia, Presidente LIUC - Università Cattaneo
E' Consigliere di Amministrazione e componente del Comitato Esecutivo della LIUC   dal   2007.   Dal   2006   è   componente  del  Consiglio  Direttivo dell'Associazione  per  il  Libero  Istituto  Universitario Carlo Cattaneo, l'associazione  senza fini di lucro creata dall'Unione degli Industriali della Provincia di Varese come proprio braccio operativo per realizzare il progetto universitario.
Dal  2008  al 2013 è stato Presidente  di "Industria e Università Srl" e di "Iniziativa Universitaria 1991 Spa", rispettivamente la società finanziaria e quella immobiliare alle quali sempre l'Unione Industriali diede vita con gli scopi di raccogliere le risorse economiche per realizzare il progetto e di dotare la futura Università di una sede, quest'ultima ricavata all'interno dell'ex-Cotonificio Cantoni di Castellanza, acquisito e ristrutturato con le risorse della predetta società finanziaria.
Michele  Graglia,  nato  a  Varese  nel 1961, è coniugato, con due figlie e risiede  a  Varese.  Laureato  in  Ingegneria  Meccanica  al Politecnico di Milano, è diplomato in Violino presso l'Istituto Musicale Gaetano Donizetti di Bergamo.
Oltre  alle cariche ricoperte già citate, attinenti l'Università Cattaneo e gli  enti  ad  essa  collegati,  è  stato Vice Presidente dell'Unione degli Industriali della Provincia di Varese nei quadrienni 1999-2002 e 2003-2006, occupandosi,   principalmente,   delle   questioni   sindacali.  Presidente dell'Unione  degli  Industriali  della Provincia di Varese da maggio 2007 a maggio  2011,  è  stato anche Vicepresidente di Confindustria Lombardia con delega alle Infrastrutture e alla Politica aeroportuale dal 2009 al 2013.
Tra  il  2002  e  il 2007 ha fatto parte del Consiglio e della Giunta della Camera  di  Commercio  di  Varese.  Dal 2000 al 2002 è stato componente del Comitato  di  Indirizzo  della  "Fondazione  Banca del Monte di Lombardia".
Consigliere  della  "Fondazione  BPU-Banche  Popolari Unite per Varese" dal 2004.  Consigliere  della  "Fondazione Comunitaria del Varesotto ONLUS" dal 2008.
E'  stato  componente  del  Consiglio  di  Amministrazione  di "Cofiva Spa" Varese  finanziaria di partecipazione dal 2000 al 2008, Presidente dal 2008 al 2012.
E'  componente  della Giunta di Confindustria dal 2007. E' stato componente del  Consiglio  Direttivo  di  Confindustria  dal  2008  al  2010. E' stato componente  del  Consiglio  di  Amministrazione dell'Università LUISS Guido Carli  dal  2010  al 2013. E' presidente della Associazione di volontariato "varese  con  te  ONLUS"  per  l'assistenza  gratuita  domiciliare con cure palliative ai malati terminali oncologici.