martedì 25 febbraio 2014

Health Care System Management

#NovitàLIUC

Ingegneria Gestionale per la Produzione Industriale (Laurea Magistrale)

Health Care System Management

•    rappresenta una novità assoluta, che non ha precedenti nel panorama universitario italiano

•    è offerto in partnership con l’Ospedale San Raffaele di Milano, che l’Agenas, l'agenzia nazionale per i servizi sanitari delle Regioni, ha classificato come N. 1 in Italia a seguito della ricerca sugli "esiti" dell'attività sanitaria del 2012, basata sulle schede di dimissione

•    offre, proprio grazie a queste partnership, stage, casi studio e progetti specifici

•    nasce grazie all'attività di ricerca e di formazione sul tema del management della sanità, portato avanti da anni alla LIUC dal CREMS (Centro di Ricerca in Economia e Management in Sanità e nel Sociale)

•    forma la figura dell’ingegnere gestionale, già utilizzata in molti nosocomi privati e pubblici, con particolare riferimento alla funzione logistica ed all’organizzazione nel suo complesso

•    risponde ai notevoli cambiamenti che hanno interessato il settore sanitario negli anni più recenti  - sia per le caratteristiche del paziente (anziani, policronici), sia per le disponibilità delle tecnologie sanitarie (farmaci, presidi vaccini, programmi di assistenza, linee guida e percorsi diagnostici terapeutici assistenziali, ecc. -

•    soddisfa la necessità di grandi cambiamenti con grandi conquiste (AIDS, Infarti, Ictus, tumori) che hanno portato a richieste di finanziamento sempre più rilevanti, incompatibili con le condizioni attuali del nostro Paese

•    forma figure gestionali differenti dalle attuali, in sintonia con il professionista sanitario, con un’affinità di approccio ai problemi e di focalizzazione sugli obiettivi



Insegnamenti caratterizzanti del percorso:

-    Medicina per non medici

-    Modelli di funzionamento dei sistemi sanitari

-    Modelli di funzionamento delle aziende in sanità

-    Organizzazione dei servizi di cura e assistenza

-    Filosofia dell’ingegneria e della scienza

-    Psicologia delle organizzazioni e dei servizi




















Energia e sostenibilità




#NovitàLIUC

Ingegneria Gestionale (Laurea)

Energia e sostenibilità
Responsabile: prof. Emanuele Pizzurno

- il percorso vuole fornire agli studenti competenze, strumenti e cultura circa un ambito della vita d’impresa che sta assumendo sempre più rilevanza

- approfondisce le strategie, gli strumenti e le misure per la gestione ambientale d’impresa e per la gestione dell’energia

- si focalizza in modo particolare sull'impatto operativo sulle PMI più rappresentative delle imprese manifatturiere italiane

- approfondisce la gestione del fattore ambiente per uno sviluppo sostenibile che coniughi competitività e conservazione dell’ecosistema (variabile ambientale, strumenti operativi, progettazione eco-efficiente, certificazioni di prodotto)

- entra nel dettaglio delle diverse fonti di energia, del risparmio energetico e del trattamento dei rifiuti (tecnologie per l’autoproduzione dell’energia, gestione e ciclo dei rifiuti, efficienza energetica degli edifici e delle macchine elettriche, mercato dell’energia)

- approfondisce la cultura d’impresa e le strategie adottate ed adottabili per contenere l’impatto ambientale dei processi e sviluppare prodotti sostenibili (principi di ecodesign applicati ai processi produttivi, materie prime e semilavorati, processi produttivi e innovazione tecnologica, ruolo della chimica green, gestione sostenibile della supply chain)



Insegnamenti caratterizzanti del percorso:

- L'impresa sostenibile: strumenti e misure

- Le fonti e i mercati dell'energia
      
- Eco-Efficienza: energia, materiali e processi



Giurisprudenza (Laurea Magistrale)

#NovitàLIUC

Giurisprudenza (Laurea Magistrale)
Direttore della Scuola di Diritto: prof. Giuseppe Zizzo

Avviamento alle professioni legali

•    Corsi specifici di preparazione alla pratica professionale in ambito Civile, Penale e Commerciale

- Un’occasione per sperimentare l’attività professionale, con esercitazioni sul processo civile e penale, la contrattualistica, la negoziazione

- Per scegliere con maggiore consapevolezza l’area del diritto nella quale specializzarsi

- Per entrare nel mondo del lavoro non solo con ottime basi teoriche ma anche con provate capacità pratiche 

- Per iniziare a prepararsi all’Esame di Stato


Giurisprudenza in lingua inglese

•    1 anno + 1 semestre interamente in lingua inglese scegliendo il percorso Global Lawyer

- Una novità in linea con la forte richiesta di professionisti capaci di assistere le imprese che operano in un mercato globale

- Per lavorare nei grandi studi di dimensione internazionale, nelle imprese e in tutte le realtà professionali nelle quali serve una proiezione internazionale

- Per approfondire lo studio e la pratica della normativa europea e internazionale che interessa il diritto societario, il diritto dei contratti, la proprietà intellettuale, il diritto processuale civile e penale, il diritto tributario

- Per acquisire la padronanza di un inglese tecnico, applicato alla materia

Management delle Risorse Umane

#NovitàLIUC

Economia Aziendale e Management (Laurea Magistrale)

Management delle Risorse Umane (percorso rinnovato)
Responsabile: prof. Vittorio D’Amato

•    è sviluppato in partnership con prestigiose aziende multinazionali e società di consulenza internazionali: Bosch Italia, Festo, Angelini, Kone, Gruppo Loccioni

•    prevede workshop e forum direttamente in azienda

•    comprende numerose testimonianze di top manager, guru di fama internazionale (Julian Birkinshaw e John Mullins della London Business School ), top executive e direttori risorse umane

•    prevede alcune testimonianze aziendali in lingua inglese

•    alla fine del Corso garantisce ai partecipanti la certificazione all'utilizzo dei test PPA, uno dei sistemi di Assessment più innovativi ed efficaci finalizzato a misurare l'effettiva prontezza di una persona a ricoprire un ruolo diverso e più complesso di quello attuale

•    approfondisce le ultime teorie su leadership e management

•    offre una visione completa delle principali tematiche organizzative e di gestione delle Risorse Umane

•    consente ai partecipanti di migliorare i propri atteggiamenti e comportamenti attraverso Learning Laboratory, Human Resources Forum in azienda, Leadership e Talent Assessment e discussione di casi aziendali;

•    si propone di sviluppare le competenze professionali necessarie per intervenire all'interno delle organizzazioni con una visione ampia e completa delle principali tematiche organizzative e di gestione delle risorse umane

•    approfondisce in particolare le seguenti aree: leadership, management, gestione dei processi di cambiamento, organizzazione aziendale, formazione, selezione, relazioni industriali, sistemi di valutazione e della politiche retributive

•    offre la possibilità di stage formativi presso istituzioni, imprese, enti in Italia o all’estero



•    il percorso formativo nell’ambito delle Risorse Umane può proseguire poi con il Master Universitario di secondo livello Human Resources Management & Organizational Learning (HUREMOL)



Insegnamenti caratterizzanti del percorso:


- Leadership & Management: come gestire ed ottenere il meglio dalle persone

- Organizzazione aziendale: disegno e guida delle strutture organizzative

- Diritto d'impresa: politiche e gestione del rapporto di lavoro

- Metodi quantitativi per economia, finanza e management

- Gestione delle carriere: ricerca, selezione, coaching e training delle persone

- Human Resources & Project Management in Multicultural Context

- Relazioni industriali e tecniche di negoziazione

- Inglese
- Corporate Governance

- Change Management

- Performance Measurement & Compensation Management

- Competizione, Mercati e Politiche Economiche

- HR Business Immersion (HR Learning Story raccontate in azienda  direttamente dai responsabili di HR)







Comunicazione, Marketing e New Media

#NovitàLIUC

Economia Aziendale (Laurea)

Comunicazione, Marketing e New Media
Responsabile: prof. Andrea Farinet

•    il percorso approfondisce un nuovo modello di Comunicazione e Marketing per i New Media, il Socialing, ideato e realizzato per avere con i clienti un rapporto diretto, autentico e reciproco grazie proprio ai New Media e Social  Network

•    approfondisce i  modelli di comunicazione e i linguaggi specifici  dei diversi New Media (Web 3.0, Social Network, Blog, Mobile,  podcast, ecc.) della comunicazione digitale e dei nuovi contesti relazionali che si vengono a creare

•    è realizzato in partnership con alcuni grandi player italiani ed internazionali quali Poste Italiane/Postel (Laboratorio di Direct Communication), TBWA (Laboratorio di creatività), LifeGate (Laboratorio sulla Green Economy e sulla Sostenibilità), BTicino (Laboratorio sulla Domotica e la casa del futuro)

•    offre tre “laboratori esperienziali” in previsione di Expo 2015  sui seguenti settori: agro-alimentare (in collaborazione con Slow Food e Coldiretti), turismo  culturale (in collaborazione con Explora, società di Expo2015 e Camera di Commercio di Milano per il turismo), benessere, salute e prevenzione (in  collaborazione con Bracco, Sanofi, Technogym e Zambon)

•    propone un inquadramento dell’utilizzo dei New Media e Social Network sia dal lato degli acquisti (buy side), sia nell’organizzazione aziendale interna (in-side), sia nel rapporto con il mercato ed i clienti (sell side);

•    approfondisce gli aspetti sociologici e psicologici dei comportamenti dei clienti di fronte alle nuove opportunità offerte da internet e dalle tecnologie web based

•    si avvale di un corpo docente con professionisti del settore: Remo Lucchi (Presidente Onorario Eurisko), Sergio Tonfi (Corporate Marketing & Communication Manager Philips)

•    prospetta sbocchi occupazionali quali responsabile comunicazione aziendale, responsabile marketing, responsabile formazione aziendale

•    offre opportunità di stage e tesi presso le aziende/istituzioni partner del percorso di Laurea


Insegnamenti caratterizzanti del percorso:

- Sociologia e psicologia del consumo

- Corporate Communication: strategia e gestione

- Comunicazione per i New Media & Social Network

- Comunicazione assertiva: canali tradizionali e nuove piattaforme digitali

giovedì 20 febbraio 2014

RSA più sicure grazie al progetto di LIUC, INAIL e UNEBA

Presentati oggi alla LIUC i risultati del progetto                                                                                            di formazione biennale (2012 – 2013) sulla sicurezza sul lavoro nelle RSA

RSA più sicure grazie al progetto di LIUC, INAIL e UNEBA

LIUC – Università Cattaneo, INAIL (sede di Varese) e Federazione UNEBA di Varese (Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale) insieme per la sicurezza sul lavoro nelle RSA del territorio: sono stati presentati oggi i risultati del programma di formazione biennale (2012 – 13) dedicato proprio ai temi della prevenzione e protezione dei rischi, sviluppato a partire dalle strutture della provincia di Varese.
Durante l’incontro sono state illustrate le numerose iniziative condotte nell’arco del biennio (656 ore di formazione gratuita per oltre 1.600 operatori, ovvero il 35,85% in più dei lavoratori complessivamente attesi all’avvio del progetto) dall’Osservatorio Settoriale sulle RSA della LIUC, che opera all’interno del CREMS (Centro di Ricerca in Economia e Management in Sanità e nel Sociale).
“Il progetto appena concluso – spiega Antonio Sebastiano, Direttore dell’Osservatorio settoriale sulle RSA della LIUC - ha fatto registrare dei risultati molto soddisfacenti, leggibili sia nell’elevato numero di RSA e lavoratori che vi hanno aderito, sia nei dati di customer satisfaction rilevati per ogni singolo corso realizzato. Il successo dell’iniziativa è dipeso dalla costante interazione tra tutti i partner del progetto e dalla preliminare fase di analisi dei bisogni formativi, elementi che hanno reso possibile contestualizzare le tematiche della sicurezza alle specificità del contesto settoriale di riferimento. Questo connubio ha permesso di erogare delle iniziative formative che tutte le tipologie di destinatari, dai datori di lavoro ai singoli operatori assistenziali, hanno potuto vivere come utili per il proprio lavoro, essendo tarate sulle reali complessità e problematiche che quotidianamente si trovano ad affrontare. Questa “vicinanza” ha anche ridotto le barriere che spesso gli adulti professionalizzati maturano verso la didattica d’aula, soprattutto su tematiche che, stante gli obblighi normativi, rischiano di essere vissute passivamente come un mero adempimento formale. Alla luce degli ottimi esiti ottenuti, ci stiamo tutti adoperando affinché il progetto non resti un caso isolato, ma possa proseguire anche nel prossimo futuro”.
Il programma formativo previsto dall’accordo ha previsto quattro macro azioni:   
 - Formazione-formatori: il percorso è stato pensato a sviluppare competenze di gestione della didattica a favore di quelle figure interne (es: infermieri e fisioterapisti) che a loro volta svolgono il ruolo di docenti a vantaggio del personale assistenziale di base su tematiche affini e correlate alla sicurezza (es: movimentazione carichi, rischio biologico). Sono state realizzate 4 edizioni da 24 ore ciascuna per un totale di 96 ore d’aula, coinvolgendo complessivamente 78 partecipanti.


           

- Workshop e convegni: questa azione è stata orientata a una generale politica di sensibilizzazione sui temi della prevenzione e protezione dei rischi sui luoghi di lavoro in ambito socio-sanitario e ha coinvolto un pubblico ampio ed eterogeneo (datori di lavoro, dirigenti, ecc.). Nell’arco del biennio sono stati realizzati 3 convegni e 5 workshop tecnici della durata di 4 ore ciascuno, per un totale di 32 ore d’aula. Questa azione ha visto il coinvolgimento complessivo di 459 lavoratori.
- Aggiornamento formativo Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza: questo ambito del progetto è stato specificatamente rivolto alla figura del RLS, che rappresenta un ruolo chiave per il presidio della sicurezza all’interno delle singole RSA. Sono state realizzate 6 edizioni da 10 ore ciascuna, per un totale di 60 ore d’aula, coinvolgendo complessivamente 71 lavoratori.
- Iniziative formative per preposti e lavoratori: quest’ultima azione è stata progettata per un numero molto ampio di lavoratori, nella convinzione che la promozione della sicurezza aziendale passi anzitutto attraverso gli atteggiamenti ed i comportamenti dei singoli. Nel complesso, sono state erogate 468 ore d’aula, tenute in prevalenza direttamente presso le sedi delle singole RSA partecipanti, coinvolgendo 995 persone.
“L’INAIL provinciale – ha detto Giuseppina Gentile, Direttore Sede INAIL di Varese - ha sostenuto con forte convincimento un progetto comune che, per essere rivolto ad un settore di attività particolari, di  “servizi alla persona”, si caratterizza per la sua peculiarità riannodandosi alla mission prevenzionale oggi prevalente nelle poliedriche funzioni dell’Istituto. Si auspica che la sensibilizzazione sulla tematica della sicurezza in ambito socio-sanitario, qual è quello in cui si inseriscono le RSA, sviluppi effettivamente nel tempo maggiore attenzione del personale preposto alla tutela della propria salute, alla sicurezza degli ambienti in cui opera e, quindi, al benessere di coloro che vivono “ospiti” delle strutture stesse”.

Anche da parte di UNEBA, è emersa la soddisfazione per i risultati conseguiti: “La sicurezza e la prevenzione nei luoghi di lavoro – ha detto Marco Petrillo, Presidente UNEBA Varese - accompagnati ad una sempre più diffusa sensibilizzazione sulle tematiche della sicurezza aziendale e della coesione sociale è in linea con gli aspetti valoriali della programmazione dell’attività sindacale datoriale di UNEBA. L’altissima adesione degli enti e dei lavoratori iscritti ad UNEBA, la prima associazione datoriale a livello nazionale e locale del settore socio sanitario ed assistenziale e delle residenze e servizi per anziani, testimonia la forte efficacia del progetto appena terminato che già ha registrato le prime modifiche organizzative all’interno delle strutture nel sistema ordinato della sicurezza aziendale. Il settore, in contro tendenza con gli indicatori nazionali, mantiene sufficienti livelli occupazionali e registra percentuali di aumento impiegatizio in graduale crescita e anche la tematica della sicurezza aziendale ritorna prepotentemente di attualità nelle nuove politiche associative e interne di ogni ente. Si può oggettivamente dichiarare che negli ultimi 7 anni il progetto appena terminato è stato il migliore in termini di rapporto tra risorse impiegate ed efficacia concreta dei risultati ottenuti. Abbiamo, quindi, richiesto agli enti interessati, in primis all’INAIL, di individuare soluzioni per il proseguimento del presente progetto anche per il biennio 2014-2015”.







#NovitàLIUC: la presentazione dei nuovi percorsi

#NovitàLIUC: la presentazione dei nuovi percorsi

Marketing e New media

Energia e sostenibilità

Management della sanità

Leadership e management delle Risorse Umane

Avviamento alle professioni legali

Diritto in lingua inglese

                                                                                        
Alla LIUC – Università Cattaneo “va in scena” la presentazione alla stampa dell’offerta formativa con tutte le novità per il prossimo anno accademico. L’appuntamento è per:

martedì 25 febbraio alle ore 11.30
in Aula Ossola 1 (ingresso da Corso Matteotti, 22)

Durante la conferenza stampa si alterneranno gli interventi dei Direttori delle tre Scuole (Economia e Management, Diritto e Ingegneria Industriale) e quelli dei docenti responsabili dei nuovi percorsi.

Sarà possibile seguire il live della conferenza stampa tramite Facebook (LIUC – Università Cattaneo) e Twitter (@UniLIUC). L’hashtag è #NovitàLIUC.

Nel dettaglio, saranno presentate le seguenti novità:

Economia
•    un nuovo percorso della laurea in Economia Aziendale su “Comunicazione, Marketing e New Media”, per approfondire le nuove caratteristiche comunicative dell’economia digitale, con ampio spazio al posizionamento strategico, commerciale e comunicativo sui New Media e Social Network e all’ approfondimento delle dinamiche sociologiche e psicologiche
•    una nuova formula per il percorso della Laurea Magistrale in Economia Aziendale e Management dedicato al “Management delle risorse umane”, con un focus su temi di leadership, management, gestione delle risorse umane e organizzazione aziendale e sviluppato in partnership con prestigiose aziende multinazionali e società di consulenza internazionali


Giurisprudenza
•    nuovi corsi di avviamento alle professioni legali, focalizzati su Diritto Civile, Diritto Penale e Diritto Commerciale, con attività esperienziali
•    la possibilità di seguire 1 intero anno + 1 semestre interamente in lingua inglese nell’ambito del percorso Global Lawyer, per acquisire un inglese operativo e tecnico, applicato alle diverse discipline
Ingegneria
•    un nuovo percorso della laurea in Ingegneria Gestionale su “Energia e sostenibilità”, dedicato a strategie, strumenti e misure per la gestione ambientale d’impresa, con una particolare attenzione all’impatto operativo sulle PMI nelle produzioni tipiche del Made in Italy
•    un nuovo percorso della laurea magistrale in Ingegneria Gestionale su “Health Care System Management” per formare persone con capacità gestionali e organizzative nel settore sanitario e socio-sanitario e nell’ambito industriale sanitario (farmaceutico, elettromedicale,ecc).


lunedì 17 febbraio 2014

Presentazione dei risultati del programma di formazione biennale (2012 – 13) sui temi della prevenzione e protezione dei rischi a vantaggio delle RSA della Provincia di Varese

La LIUC – Università Cattaneo con INAIL (sede di Varese) e Federazione UNEBA di Varese (Unione nazionale istituzioni e iniziative di assistenza sociale) sono lieti di invitarLa alla conferenza stampa di

Presentazione dei risultati del programma di formazione biennale (2012 – 13)
sui temi della prevenzione e protezione dei rischi a vantaggio delle RSA della Provincia di Varese

L’appuntamento è per:

giovedì 20 febbraio alle ore 14.30
presso la LIUC - Università Cattaneo
(Sala Consiglio – Edificio Torre)

L’incontro ha lo scopo di illustrare gli esiti delle numerose iniziative di formazione sul tema della sicurezza (656 ore di formazione gratuita per oltre 1.600 operatori) sviluppate nel corso degli ultimi 2 anni dall’Osservatorio Settoriale sulle RSA della LIUC,                                                         che opera all’interno del CREMS (Centro di Ricerca in Economia e Management in Sanità e nel Sociale).

Un progetto che ha rivelato una sensibilità crescente su tema della sicurezza in un settore socialmente rilevante quale è quello dell’assistenza agli anziani, con un occhio non solo alla sicurezza degli operatori ma anche a quella dell’utenza e con grande attenzione alla specificità del contesto, per una formazione il più possibile aderente alle esigenze delle nostre RSA.


Interverranno:

Gian Claudio Castellani, Direttore LIUC Ricerca e Formazione
Antonio Sebastiano, Direttore dell’Osservatorio Settoriale sulle RSA della LIUC
Marco Petrillo, Presidente Federazione UNEBA di Varese e Vice Presidente UNEBA Lombardia
Patrizia Salvemini, Membro del Consiglio Direttivo UNEBA di Varese
Giuseppina Gentile, Direttore Sede INAIL di Varese

giovedì 6 febbraio 2014

Con Creden Spa, un premio di tesi per i laureati LIUC in Economia e Ingegneria

Con Creden Spa, un premio di tesi per i laureati LIUC in Economia e Ingegneria

Si aggiunge un nuovo tassello alle tante iniziative promosse dalla LIUC – Università Cattaneo per sostenere economicamente i propri studenti, premiando il merito: grazie al contributo di Creden Spa (società di credit engineering con sede a Sesto San Giovanni), l’Università ha bandito infatti un concorso per un premio di tesi dell’importo di 1.500 Euro.
I destinatari sono laureati di secondo livello (laurea magistrale) in Economia Aziendale e Ingegneria Gestionale della LIUC – Università Cattaneo.

3 i requisiti fondamentali per poter concorrere:
- il candidato dovrà aver conseguito la laurea nel periodo compreso tra luglio 2012 e luglio 2014
- la tesi dovrà riguardare uno dei seguenti argomenti, ovvero “come migliorare la liquidità aziendale” o “come rendere efficace la gestione del credito”
- dovranno essere stati superati tutti gli esami del primo e del secondo anno di laurea magistrale con una media voti complessiva del piano di studi non inferiore a 25/30.
Inoltre, Creden Spa offrirà uno stage di 6 mesi a una persona che verrà selezionata tra i partecipanti al concorso. Il termine per la presentazione della domanda è il prossimo 31 luglio 2014.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle tante opportunità offerte dal Servizio Diritto allo Studio della LIUC. Per l’anno accademico 2013/14 sono stati erogati 169 contributi basati su merito e reddito o su solo merito, di importo unitario variabile da 1.500 Euro a oltre 6.000 Euro, raccolti su fondi di diversa provenienza, pubblica e privata; 18 studenti fuori sede beneficiano di un contributo per l’alloggio presso la Residenza interna su fondi regionali, che copre dal 36 al 100% del costo annuale e circa 60 studenti lavorano ogni anno all’interno dell’ateneo tramite le collaborazioni retribuite (le cosiddette 150 ore).
E ancora: 178 sono gli studenti che beneficiano di agevolazioni riguardanti il pagamento della retta universitaria, quali lo sconto in base al voto di maturità superiore a 90/110 (dal 12,5 al 50% della retta stessa) o l’esonero completo previsto dalla normativa in materia di diritto allo studio.





Per info: http://www.liuc.it/cmgenerale/default.asp?ssito=2&codice=17