giovedì 7 novembre 2013

“Non solo tesine”: riconoscere i risultati

Alla LIUC premiati gli studenti che si sono distinti nel percorso sull'indagine documentale “Non solo tesine”: riconoscere i risultati L'esame di maturità è passato da qualche mese ma per i migliori studenti tra i partecipanti al progetto “Non solo tesine” della LIUC – Università Cattaneo è ora tempo di premiazioni. “Non solo tesine” è il progetto della Biblioteca Mario Rostoni e del CARED (Centro d'Ateneo per la Ricerca Educativo-Didattica e l'Aggiornamento) della LIUC che prevede incontri laboratoriali indirizzati agli studenti delle quinte classi delle scuole superiori. Obiettivo è approfondire lo svolgimento del processo di indagine documentale finalizzato alla realizzazione di progetti di ricerca, a partire proprio dalle tesine di maturità. Tra tutti i partecipanti all'ultima edizione di “Non solo tesine” sono stati premiati 3 elaborati che si sono distinti per la qualità della ricerca e la precisione dei riferimenti bibliografici. “In attesa di segnale GPS valido” è il titolo della tesina di Federico Oldani (maturità Liceo Scientifico Bramante di Magenta), che ha isolato il problema della necessità per i navigatori satellitari di fornire la distanza più breve per raggiungere la destinazione scelta. Impiegando un algoritmo esistente, Federico ha progettato un simulatore in grado di individuare il percorso più breve tra Piazza Liberazione e il Liceo Scientifico Bramante di Magenta. Cecilia Carisio (maturità Liceo Scientifico Vittorio Veneto di Milano) si è occupata invece del tema della scelta universitaria a partire dalla domanda “La scelta dell'università è un salto nel vuoto?” e riferendosi non solo alla documentazione esistente, ma anche applicando metodologie di ricerca proprie delle scienze sociali per studiare il caso della sua scuola. Al centro della tesina di Federica Pozzi (maturità Liceo Classico Cairoli di Varese) c'è invece la domanda: “Esiste un JFK – Obama parallel?”, con riferimenti sul piano dell'oratoria, del carisma, delle strategie di politica estera. Alla cerimonia hanno preso parte anche alcuni docenti delle scuole interessate: "Quella di "Non solo tesine" – spiega il prof. Salvatore Consolo, Preside del Liceo Classico Cairoli di Varese - è sicuramente un'iniziativa meritoria, soprattutto perchè aiuta gli studenti nell'acquisizione di un metodo e insegna loro a porsi domande a partire da un'ipotesi per poi andare a verificare convergenze e divergenze attraverso l'utilizzo di documenti rigorosamente attendibili. Il nostro istituto è da sempre molto sensibile a questi temi, anche a partire dall'aggiornamento dei docenti, sia tramite la LIUC e il suo percorso "Ri - cercare per imparare", sia attraverso iniziative organizzate al nostro interno". Anche la professoressa Antonella Barbagallo, Docente del Liceo Vittorio Veneto di Milano, ha sottolineato il successo di "Non solo tesine", “progetto al quale guardiamo con particolare interesse anche perchè stiamo investendo molto sul versante della ricerca e della didattica orientativa”. “Inoltre - spiega la professoressa - l'occasione ci ha permesso di conoscere la LIUC, una realtà universitaria più vivibile e a misura di studente rispetto al contesto della metropoli a cui i nostri studenti sono abituati". Riscontri positivi, dunque, che consolidano ulteriormente la collaborazione tra la LIUC e gli istituti scolastici, anche in vista di nuove future iniziative sempre finalizzate alla valorizzazione degli studenti e alla promozione culturale.