giovedì 28 febbraio 2013

Il Circolo delle Idee: martedì 5 marzo alla LIUC arriva Luigi Abete

Il Circolo delle Idee: martedì 5 marzo alla LIUC arriva Luigi Abete Secondo appuntamento del “Circolo delle Idee” della LIUC – Università Cattaneo: lanciata nel 2012 nell’ambito delle attività di fundraising, l’iniziativa prevede una serie di incontri esclusivi con autorevoli relatori. Un autentico “pensatoio” per raccogliere idee, energie, propositi. Dopo Luca Cordero di Montezemolo, il secondo appuntamento vedrà protagonista il prossimo martedì 5 marzo Luigi Abete Presidente BNL Gruppo BNP Paribas e Assonime e Past President di Confindustria Alle ore 17.00 Luigi Abete incontrerà gli studenti presso l’Auditorium. Titolo dell’intervento: "Politica per le imprese: quali obiettivi e quali utopie". Sarà una delle numerose occasioni offerte a coloro che frequentano la LIUC per un confronto diretto con personalità del mondo imprenditoriale e istituzionale. Opportunità che rappresentano un valore aggiunto rispetto alla formazione universitaria in senso stretto. L’incontro è aperto anche alla stampa e agli altri soggetti interessati. In serata, Abete incontrerà poi gli imprenditori e i professionisti invitati al Circolo delle Idee, per dibattere con loro sui temi più caldi che ruotano attorno al mondo imprenditoriale, all'indomani delle elezioni politiche.

venerdì 22 febbraio 2013

Cambridge Days 2013 alla LIUC – Università Cattaneo

Cambridge Days 2013 alla LIUC – Università Cattaneo Fanno tappa per la seconda volta alla LIUC – Università Cattaneo i "Cambridge Days", in programma quest’anno anche a Pordenone, Brescia e Cuneo. L’appuntamento è per giovedì 28 febbraio a partire dalle ore 8.45 presso l’Aula Bussolati della LIUC. Promossa da Cambridge University Press e dall'Università di Cambridge - Divisione Certificazioni Linguistiche – e in collaborazione con la LIUC, l'iniziativa si rivolge ai docenti di lingua e cultura inglese, in un momento in cui è nuovamente sentita la necessità di un ripensamento delle metodologie didattiche e dei criteri di valutazione degli apprendimenti. Particolarmente ricco il programma, che, dopo l'intervento di apertura del Rettore Valter Lazzari e del Direttore del Centro Linguistico della LIUC, Michele Puglisi, vedrà una serie di relazioni incentrate sui principali aspetti e problemi dell'insegnamento e apprendimento, oggi, della lingua e cultura inglese. Spiccano in tal senso i contributi di Brendan Wightman sulle tecnologie e la “mobile revolution”, di Deborah J.Ellis sulla motivazione e il coinvolgimento emotivo nello studio della civiltà artistica e letteraria e di Sarah Ellis sulla rilevanza del vocabolario per un uso efficace della lingua. “Non è casuale - spiega il prof. Michele Puglisi, Direttore del Centro Linguistico della LIUC - che anche alla LIUC arrivino i Cambridge Days: da 15 anni, infatti, la nostra Università è centro d’esami per le principali certificazioni linguistiche accreditate, tra le quali spiccano quelle relative all’inglese professionale, Business e Legal, presenti nei piani di studio dei nostri corsi di laurea di Economia, Giurisprudenza e Ingegneria”. A completamento della manifestazione, sarà allestita negli spazi antistanti l'aula Bussolati una mostra di libri e materiale didattico per l'insegnamento dell'inglese e la preparazione agli esami di conseguimento delle Certificazioni. Al termine dei lavori, previsto per le ore 14.30, sarà consegnato ai presenti l'Attestato di partecipazione. Il convegno è riconosciuto dal Ministero dell’Istruzione. Per informazioni e iscrizioni: www.cambridge.org

Una App per le tesine di maturità e non solo…

Una App per le tesine di maturità e non solo… Non è mai troppo presto per imparare a ricercare Si aggiunge un nuovo “tassello” al progetto “Non solo tesine”, promosso dalla LIUC – Università Cattaneo tramite la sua Biblioteca Mario Rostoni e il suo Centro d'Ateneo per la Ricerca Educativo-Didattica e l'Aggiornamento (CARED). Ai laboratori sulla ricerca documentale finalizzati all’esame di maturità ma anche a tutte le attività di ricerca in genere, in corso in 25 città (il calendario si può trovare sul sito della LIUC nella sezione dedicata alla Biblioteca), si affianca ora anche una App, che aiuterà i ragazzi a ripercorrere quanto proposto nei laboratori e ad ampliare le proprie conoscenze con nuovi percorsi di ricerca. Una guida, dunque, per capire come impostare un processo di ricerca documentale e come individuare domande di ricerca. Contiene inoltre ampie bibliografie tematiche di opere di riferimento e di sintesi utili ad inquadrare l’argomento per i successivi approfondimenti da cui nascerà la tesina. Attualmente sono segnalate circa 1.000 opere di riferimento per 50 discipline. Ciascuno può mettere alla prova interattivamente le proprie capacità di ricerca documentale con un test e trovare quali sono le biblioteche in cui richiedere i libri che si vogliono leggere. I siti web delle biblioteche pubbliche partecipanti al progetto sono accessibili in un click, insieme a tante altre risorse online suggerite. Per ulteriori approfondimenti è disponibile una piattaforma online raggiungibile via APP (la password d’accesso puo’ essere richiesta a: lballestra@liuc.it) su cui i maturandi interessati possono trovare altre informazioni. Uno strumento di grande utilità per gli studenti, sviluppato grazie all’esperienza e alla riflessione maturata nei corsi di Information Literacy della LIUC. I numeri provano tutto l’interesse degli studenti nei confronti di queste iniziative: nel 2012 i laboratori di “Non solo tesine” hanno coinvolto oltre 350 maturandi e più di 15 biblioteche di pubblica lettura che hanno ospitato gli incontri. Disponibilità della APP: Gratuita. Sistemi disponibili: • Android: disponibile per Android 2.2 (Froyo) e superiori; • Apple: Compatibile con iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPhone 5, iPod • Touch (terza generazione), iPod touch (4a generazione), iPod touch (5a generazione) e iPad. Richiede l'iOS 5.0 o successive. Le APP sono sviluppate direttamente dalla Biblioteca Mario Rostoni della LIUC – Università Cattaneo.

venerdì 15 febbraio 2013

Da San Pietroburgo, in visita alla LIUC – Università Cattaneo

Due settimane alla LIUC per un gruppo di studentesse russe Da San Pietroburgo, in visita alla LIUC – Università Cattaneo Una nuova visita internazionale alla LIUC – Università Cattaneo, che nei giorni scorsi ha aperto le sue porte ad un gruppo di 14 studentesse dell’Università di San Pietroburgo (uno degli atenei partner della LIUC), iscritte al corso di Scienze Umanistiche ed accompagnate da 3 docenti. Una di loro, Tatiana, racconta di “una settimana di studio con lezioni di economia, in particolare sul fare business in Italia - attraverso la presentazione di casi d’eccellenza quali Alessi, Gucci, Geox - ma anche di esperienze amicali, di confronto con altri studenti stranieri e con gli studenti LIUC”. Un’esperienza positiva secondo altre due studentesse, Lisa e Katia, che hanno apprezzato le lezioni di storia dell’industria italiana, turismo e interculturalità e in linea generale la metodologia utilizzata nella didattica dagli studenti LIUC, che si basa molto sull’interazione tra studenti e docenti. Quanto alla permanenza alla LIUC, un plauso da parte di tutto il gruppo alla Residenza interna al campus e alle tante attività organizzate dall’Associazione studentesca ESN (Erasmus Student Network), che promuove la mobilità studentesca e offre un servizio di informazione e sostegno diretto a studenti in partenza o in arrivo con una borsa di studio all'interno dei programmi LLP (Lifelong Learning Programme). Ad integrare il programma dei corsi, una visita delle studentesse presso la Paul and Shark Dama Spa di Varese.

Un nuovo Master della LIUC – Università Cattaneo in collaborazione con Città Studi Biella

A Città Studi Biella, nel cuore del tessile, il Master in Management and Textile Engineering interamente in lingua inglese Un nuovo Master della LIUC – Università Cattaneo in collaborazione con Città Studi Biella La LIUC – Università Cattaneo approda a Biella, nel cuore del settore tessile (ed in modo particolare del comparto laniero) per una nuova proposta formativa, che “strizza l’occhio” da un lato alla tradizione produttiva di queste zone, dall’altro all’evoluzione del Textile, anche a fronte della necessaria diversificazione degli ultimi anni nella produzione tipica dei distretti industriali del tessile - abbigliamento. Nasce, infatti, il Master Universitario di primo livello in Management and Textile Engineering (MTE) promosso dalla LIUC – Università Cattaneo in collaborazione con Città Studi Biella, in programma tra settembre 2013 e luglio 2014. Il corso si rivolge a laureati in ingegneria, con l’obiettivo di formare professionisti con un profilo completo di conoscenze tecniche e gestionali per l’inserimento in ruoli molto richiesti nel settore del Tessile/Abbigliamento/Moda (TAM). Il master attribuisce 66 Crediti Formativi Universitari (CFU) e prevede la docenza congiunta di accademici e professionisti del settore tessile. Caratteristica peculiare del master è la dimensione internazionale: erogato interamente in lingua inglese e conferente un titolo riconosciuto in Italia e all’estero, risulta di particolare interesse sia per italiani che per stranieri. Il corso si svolgerà nella sede di Città Studi Biella, un modernissimo polo universitario internazionale che comprende un eccellente centro di ricerca ed innovazione, di formazione universitaria e professionale e di servizi alle imprese finalizzati ad attivare azioni di networking per la costruzione di progetti concreti di ricerca e sviluppo. "Un nuovo tassello nell'offerta formativa dei master LIUC - commenta Vittorio Gandini, Vice Presidente e Consigliere Delegato della LIUC – Università Cattaneo - che vede la conferma di un modello già sperimentato con successo dalla nostra Università in settori quali l'aeronautico, la meccatronica e più di recente il food. L'obiettivo che ci poniamo è quello di fornire competenze di tipo gestionale (sia sul versante della gestione aziendale che della strategia) a laureati di indirizzo tecnico, che possono così aspirare a diventare manager di settore, in grado di seguire tutta la filiera produttiva. Una formula che prevede poi l'offerta di stage a tutti i partecipanti, garanzia di una reale opportunità di placement. A consentire un effettivo equilibrio tra le diverse componenti del master, una faculty mista, con docenti LIUC e professionisti del settore. Per LIUC, inoltre, questo sarà il primo master internazionale: una novità che riteniamo estremamente significativa e che si inserisce coerentemente nell'ambito delle numerose iniziative messe a punto a sostegno dell'internazionalizzazione, fin dai corsi di laurea". “Il Master MTE nasce da un’idea di Città Studi - sostiene Donato Squara, Direttore di Città Studi - con l’obiettivo di soddisfare un’esigenza formativa reale nel sistema produttivo del mondo tessile. Vista la tradizione laniera del distretto biellese e la vocazione di Città Studi come punto di riferimento dell’attività di formazione, culturale e scientifica del territorio, abbiamo pensato ad una nuova proposta formativa. Il percorso di studi innovativo e di alto livello, ambisce, infatti, a formare un manager tecnico con un forte imprinting internazionale, arricchendo in termini di competenze e competitività le risorse già presenti sul nostro territorio, in Italia e all’estero. Siamo sicuri che la collaborazione con LIUC segnerà l’inizio di un percorso comune per offrire sempre migliori servizi alle aziende e alle persone”. Il piano di studi si articola in tre aree didattiche: Technicality per la gestione del settore Tessile; Operations; Principi di management e gestione delle risorse umane. E’ previsto un impegno full time (500 ore di didattica e 500 ore di stage in azienda). Al termine del Master i partecipanti potranno essere inseriti in aziende del settore e ricoprire ruoli rilevanti nelle aree di Controllo Qualità, Produzione, Supply Chain e Direzione Business Unit. La domanda di pre-iscrizione può essere compilata accedendo al sito: www.masterMTE.cittastudi.org Per gli studenti italiani e dell’Unione Europea la scadenza per la presentazione delle domande è il 2 agosto 2013, mentre per gli studenti extra UE la scadenza è il 3 maggio 2013. Il Master è a numero chiuso con frequenza obbligatoria. Sono previsti un corso di lingua italiana intensivo per gli studenti stranieri e un corso di Business English per gli studenti italiani. *** LIUC – Università Cattaneo Nasce nel 1991 per iniziativa dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese con l'obiettivo di offrire ai propri studenti un'esperienza di apprendimento che coniughi il rigore accademico con la rilevanza professionale. Un'impostazione che si può riscontrare sia nei corsi di laurea (Economia, Giurisprudenza e Ingegneria) sia nei master universitari e nei corsi di formazione rivolti alle imprese e al mondo delle professioni. Tra i punti di forza dell'offerta dell'ateneo, la vocazione internazionale (con corsi in lingua inglese e numerose opportunità di scambi con l'estero) e il placement (il tempo medio di attesa per l'inserimento nel mondo del lavoro è di circa 3 mesi). La LIUC si avvale inoltre di numerosi Centri di Ricerca, Laboratori e Osservatori. Città Studi SpA è un moderno complesso architettonico polivalente, con sede a Biella, che sorge nel cuore del più antico distretto tessile laniero d’Europa. Nei suoi 110.000 mq comprende un campus universitario (college, campi sportivi, biblioteca tecnica specializzata); un’agenzia per la formazione professionale; una divisione per consulenza e servizi alle imprese; un centro congressi; aziende ed Istituzioni esterne. Il tutto immerso in un’area verde alle porte della città. Città Studi è l’unica struttura universitaria progettata dall’architetto di fama internazionale Gae Aulenti La mission è diffondere sul territorio cultura, formazione e servizi in stretta collaborazione con il settore economico e sociale locale, operando in una logica di reti internazionali del sapere e della conoscenza e garantendo ai propri frequentatori qualità nel servizio ed efficienza operativa. Città Studi è un Ente strumentale della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella (socio di maggioranza assoluta)..