venerdì 18 gennaio 2013

L'RFId alla LIUC in un corso per professionisti e manager i prossimi 19 e 26 febbraio

Un nuovo corso dell’area LIUC Formazione L'RFId alla LIUC in un corso per professionisti e manager i prossimi 19 e 26 febbraio Sono aperte le iscrizioni alla prima edizione del corso “RFId - Radio Frequency Identification – La tecnologia e le applicazioni per lo sviluppo di nuove opportunità”, organizzato dal Lab#ID, il laboratorio RFId della LIUC - Università Cattaneo, che si terrà il 19 e 26 febbraio 2013. L’Identificazione a Radio Frequenza, meglio nota come RFId, è un sistema di identificazione automatica che sfrutta segnali a radiofrequenza per leggere i dati contenuti in dispositivi chiamati tag e, in alcuni casi, anche per scrivere nuovi dati su tali dispositivi. Tali sistemi possono essere utilizzati, ad esempio, per le materie prime (semilavorati, lavorati, prodotti finiti) a seconda di dove si vuole cominciare (e terminare) il processo di identificazione, e quindi la tracciatura (anche in tempo reale), dell'oggetto al quale è stato applicato il tag. Questo può avvenire nelle fasi di produzione (anche in relazione al controllo di qualità), nella logistica in entrata e in uscita, nella gestione dei magazzini (movimentazione e inventario), nel post vendita. Nei loro più recenti sviluppi (NFC, Near Field Communication), i sistemi RFId abilitano anche lo scambio di informazioni e i pagamenti contactless. Il corso è rivolto a professionisti e aziende che desiderano acquisire e/o consolidare le conoscenze sull'RFId. Il tema viene affrontato da diversi punti di vista, in particolare tecnologico, organizzativo e progettuale, grazie all'esperienza maturata dai docenti - i ricercatori del Lab#ID - nel corso di studi di fattibilità, progetti pilota e implementazioni realizzati in oltre sei anni di attività del Laboratorio. Proprio per questo il corso ha un'impostazione molto concreta, sia nella parte introduttiva (componenti dei sistemi RFId, frequenze, standard, ambiti applicativi), sia in quella relativa alla progettazione e all’implementazione dei sistemi RFId a supporto dei processi aziendali (analisi “as is” e “to be”, reingegnerizzazione, Key Performance Indicators ...), ai modelli di technology selection e alle altre analisi di riferimento (tecnologiche, costi/benefici, investimenti, vincoli, ...) per introdurre questi sistemi con successo nelle organizzazioni. Nel corso della sua attività il Lab#ID della LIUC ha erogato corsi aziendali, di perfezionamento individuale e moduli formativi sull'RFId in diversi Master LIUC. Per questo corso e come sempre, la LIUC è disponibile a valutare con le aziende interessate soluzioni ad hoc per la copertura finanziaria (es. bandi formativi come Conti Formazione Fondimpresa/Fondirigenti). Per iscrizioni: LIUC - Università Cattaneo Segreteria LIUC Ricerca e Formazione Silvia Zampollo Tel. 0331.572.326, email szampollo@liuc.it Lab#ID Il Lab#ID della LIUC – Università Cattaneo è un laboratorio per il trasferimento tecnologico sui sistemi RFId (Radio Frequency Identification) nato nel 2007 grazie al contributo della Camera di Commercio di Varese e della Regione Lombardia e con la collaborazione dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. Il laboratorio opera come centro di competenza super partes e no profit all'interno di una rete dinamica di soggetti diversi (oltre alle aziende utenti, aziende fornitrici di sistemi RFId, professionisti e studenti) nei confronti dei quali si propone in un ruolo di facilitatore in una logica demand-pull. Sin dall’inizio della sua attività, il Lab#ID affianca alla ricerca anche una intensa attività progettuale – ha infatti supportato oltre quaranta organizzazioni private e pubbliche in progetti di introduzione dei sistemi RFId, soprattutto studi di fattibilità –, divulgativa e convegnistica. Nel 2008 è stato cofondatore dell’RFId Italia Award, il premio per i migliori progetti RFId realizzati in Italia,e dal 2009 è registrato in QuESTIO, il repertorio dei Centro di Ricerca e Trasferimento Tecnologico della Regione Lombardia, e può quindi fornire servizi anche nell’ambito dei bandi e dei finanziamenti regionali lombardi.