mercoledì 10 ottobre 2012

Luca Cordero di Montezemolo alla LIUC – Università Cattaneo

Luca Cordero di Montezemolo alla LIUC – Università Cattaneo Al via “Il Circolo delle idee” Ha preso il via alla LIUC – Università Cattaneo l’iniziativa “Il Circolo delle idee”, rivolta agli imprenditori del territorio e non solo: un ciclo di incontri esclusivi pensati per momenti di confronto, attraverso il coinvolgimento di autorevoli relatori. Un’occasione per riflettere ma soprattutto per dialogare direttamente con i protagonisti della nostra economia e per dar vita a un “un pensatoio” che raccolga idee, energie, propositi. La partecipazione all'iniziativa, che si inserisce nell’ambito delle attività di fundraising dell’Università, fornisce l'opportunità di sostenere la LIUC e contribuire concretamente al suo sviluppo. Incontrando i giornalisti, alla presenza del Presidente della LIUC Paolo Lamberti, Luca Cordero di Montezemolo, ospite del primo appuntamento della serie, ha richiamato l’importanza di intelligenza e idee ma anche di coraggio, per fare impresa oggi. “L’imprenditore - ha detto - è chi rischia il capitale in funzione del successo dell’impresa. In Italia molto spesso siamo in grado di sottolineare soltanto gli elementi critici e non le nostre molteplici eccellenze”. Non poteva mancare un riferimento al “gioiello” Ferrari, che quest’anno “rischia” di raggiungere il suo record assoluto di vendite, per circa il 95% in 60 Paesi esteri. Il problema, in Italia, è che chi fa impresa, anziché essere facilitato, viene scoraggiato. In proposito, Montezemolo ha ricordato le difficoltà incontrate nell’iniziativa NTV, assunta dopo la cosiddetta liberalizzazione nel settore delle reti di trasporto. “Le liberalizzazioni di cui a lungo si è parlato, purtroppo sono state più di forma che di sostanza – rileva Montezemolo - Basti pensare all’Authority del settore, annunciata, ma di cui non si sente più parlare” “Se il tema di attualità, in questo momento – ha poi osservato Montezemolo - è investire e non spendere, è però altrettanto pregnante la necessità di semplificare, perché chiunque si troverà a guidare la “vettura Paese”, senza semplificazioni non può farcela. Lo Stato deve procedere vendendo, chiudendo, privatizzando e deve operare in un’ottica di sempre maggiore trasparenza, quando si parla di soldi dei cittadini”. Montezemolo non ha peraltro mancato di evidenziare la grande fiducia che nutre nel Paese, il quale dispone di enormi potenzialità e risorse imprenditoriali, nel campo sia dell’industria, sia dell’artigianato di alta qualità. L’Italia ha comunque necessità di un grande rinnovamento e per questo il Presidente della Ferrari considera le elezioni politiche del 2013 assimilabili per importanza a quelle del 1948. Da Montezemolo sono infine giunte parole di apprezzamento per Monti, al quale si deve il recupero di una credibilità internazionale, fondamentale per gli imprenditori, e il rilancio di quello che il Presidente della Ferrari ha definito “il sogno degli Stati Uniti d’Europa”. Gli incontri del Circolo delle Idee, che proseguiranno nei prossimi mesi con gli interventi di Luigi Abete, Paolo Zegna, Paolo Scaroni, si inseriscono in una più ampia attività di promozione della cultura d’impresa portata avanti dalla LIUC – Università Cattaneo.