giovedì 26 maggio 2011

Dalle elezioni della Giunta del Codau Pierluigi Riva, Direttore Generale LIUC, confermato nella Giunta esecutiva del Codau (Convegno permanente dei

Confermata la presenza dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC all’interno del Codau (Convegno permanente dei direttori e dei dirigenti delle Università italiane).
Le elezioni della Giunta esecutiva per il prossimo triennio, tenutesi oggi a Roma, hanno infatti visto confermata la nomina di componente della Giunta stessa di Pierluigi Riva, Direttore Generale dell’Università Carlo Cattaneo - LIUC dal 1998. Riva aveva già fatto parte della Giunta del Codau nel precedente triennio 2008 – 2010.
A presiedere la Giunta, Enrico Periti (Direttore amministrativo dell’Università di Brescia), mentre vice Presidente è Bruna Adamo (Direttore amministrativo dell’Università della Calabria).
Componenti della Giunta, oltre a Pierluigi Riva, Giuseppe Cardile (Direttore amministrativo dell’Università di Messina) e i dirigenti Antonio Marcato (Politecnico di Milano), Mariagrazia Catania (Università di Firenze), Donatella Tore (Università di Cagliari).

Il CODAU si propone di promuovere, anche d'intesa con organismi istituzionali, studi e ricerche sulle materie attinenti la gestione finanziaria ed amministrativa delle Università; fornire consulenze tecnico-amministrative, su materie di interesse agli organismi istituzionali che ne facciano richiesta; attuare iniziative volte a favorire l'aggiornamento professionale dei dirigenti e del personale universitario; assumere iniziative atte a promuovere lo scambio di conoscenze e tecniche professionali con i dirigenti amministrativi delle Università europee.

Castellanza, 26 maggio 2011

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Rapporti con la Stampa
Telefono 0331.572.541
Fax 0331 480.746
email:fzeroli@liuc.it, ufficiostampa@liuc.it

lunedì 23 maggio 2011

Incontro donatori – borsisti: un impegno di valore per l’Università Carlo Cattaneo – LIUC

Il prossimo mercoledì 25 maggio 2011

Incontro donatori – borsisti: un impegno di valore
per l’Università Carlo Cattaneo – LIUC


“Se è vero che da sempre LIUC è sinonimo di alta qualità della didattica e dei servizi offerti, è altrettanto vero che la nostra attenzione verso la valorizzazione dei più meritevoli non è mai venuta meno, anzi negli ultimi anni si è ulteriormente intensificata anche alla luce della difficile congiuntura economica che stiamo vivendo”: così il Rettore dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC, Andrea Taroni, introduce il prossimo incontro donatori – borsisti, in programma alla LIUC il prossimo mercoledì 25 maggio a partire dalle ore 17.30.
“Da qui - continua - la politica del premio al merito in virtù della votazione di maturità e del mantenimento di un alto profitto e i numerosi contributi erogati grazie agli enti e ai privati che ci sostengono. Una rete fatta di molte realtà, che si espande costantemente e che testimonia il radicamento dell’Università sul territorio, ma anche la costruzione di una serie di rapporti che durano nel tempo e sono la prova della fiducia accordata da molteplici soggetti nell’alto livello della formazione alla LIUC”.
Un appuntamento, quello dell’incontro tra i donatori delle borse di studio e i beneficiari delle stesse, che rappresenta ormai una tradizione per l’Università, e che quest’anno acquista ulteriore significato nel ventennale dalla fondazione dell’ateneo, che ha sempre fatto della valorizzazione delle eccellenze uno dei suoi punti di forza.
“Coloro che si avvicinano a noi - continua il Rettore - tengano presenti tutte le possibilità di sostegno economico, che aiutano le famiglie nel finanziare gli studi dei propri figli, permettendo di scegliere con maggiore serenità e di garantire un aiuto fondamentale per lo sviluppo delle loro carriere”.
Tra i numerosi donatori, enti pubblici quali Regione Lombardia, Camera di Commercio di Varese, Provincia di Varese, Comune di Castellanza, enti quali Fondazione Famiglia Legnanese, Associazione Amici LIUC e Fondazione Cariplo, ma anche aziende, banche, associazioni di settore e singoli privati.

Un peso rilevante ha assunto l’iniziativa Premiamo il merito, giunta all’ottavo anno di attuazione, con cui si concedono riduzioni dal 12,5% al 50% della retta universitaria in base al voto di maturità compreso tra 90 e 100, rinnovabili ogni anno al conseguimento di un determinato merito accademico.

I dati sono decisamente eloquenti: per l’Anno Accademico 2009/10 il totale dei benefici concessi è stato pari a € 1.765.000 di cui € 780.000 in contributi diretti agli studenti (252 borse di studio e contributi vari, 61 collaborazioni part-time) ed altri € 123.000 gestiti dall’Ufficio Relazioni Internazionali per la mobilità.
Per l’Anno Accademico 2010/11 sono invece previsti benefici per un valore di € 1.640.000, di cui 680.000 erogati dal Servizio per il Diritto allo studio in contributi diretti agli studenti (226 borse di studio e contributi vari, 62 collaborazioni part-time) ed € 102.000 gestiti dall’Ufficio Relazioni Internazionali per la mobilità.
I contributi diretti sono distribuiti in forme diverse: borse di studio (basate su reddito e merito); premi di merito (in base a crediti e media non inferiore a 27); contributi per la mobilità internazionale; contributi per servizio alloggio e mensa su fondi della Regione; borse alloggio su fondi della Cooperativa Hinterland, che si occupa della gestione della residenza della LIUC, collaborazioni part-time nei Servizi dell’Università (150 ore); premi di tesi (Fondi Camera di Commercio Varese, Lions Club Carroccio Legnano.

Tra i bandi per borse di studio aperti in questo momento, il concorso per l’assegnazione di 5 borse di studio da € 2.500 ciascuna, di cui almeno una destinata a ciascuna delle tre facoltà, riservate agli studenti più meritevoli regolarmente iscritti ai corsi di laurea triennali, di laurea specialistica e a ciclo unico dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC, in collaborazione con la Camera di Commercio di Varese. Scade il prossimo 10 giugno.
Inoltre, è aperto fino al giorno 27 maggio il bando su fondi messi a disposizione dagli eredi della Signora Giulia Bozzi Porta per 2 borse di studio a favore di studenti meritevoli della facoltà di Economia. L’importo unitario delle borse é pari a € 750.
Per tutte le informazioni, www.liuc.it e dirstud@liuc.it.

Castellanza, 23 maggio 2011

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Rapporti con la Stampa
Università Carlo Cattaneo – LIUC
ufficiostampa@liuc.it, fzeroli@liuc.it
Tel. 0331.572.541 Fax 0331.480746
www.liuc.it

venerdì 20 maggio 2011

Allena – menti e Learning Week all’Università Carlo Cattaneo – LIUC

Per gli studenti delle scuole secondarie superiori

Allena – menti e Learning Week
all’Università Carlo Cattaneo – LIUC


Vivere in anticipo l’esperienza dell’Università per poter scegliere con più consapevolezza il percorso da intraprendere al termine della scuola secondaria superiore: nelle prossime settimane l’Università Carlo Cattaneo – LIUC apre le porte ai futuri studenti per alcune iniziative, alle quali è ancora possibile iscriversi.

Primo appuntamento in calendario è Allena – menti, iniziativa proposta dall’Università Carlo Cattaneo - LIUC in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia – Direzione Generale e rivolta a studenti del IV anno dei licei della regione Lombardia. Una settimana di formazione, in cui misurarsi e mettere alla prova le proprie capacità, prevista da lunedì 13 a venerdì 17 giugno 2011.
La prima giornata sarà dedicata a creare le condizioni emotive e organizzative per affrontare un percorso di problem solving, mentre nelle tre giornate successive gli studenti, divisi in piccoli gruppi di lavoro, si immedesimeranno in realtà e contesti diversi, come un tribunale o un’azienda, per simulare scelte concrete sulla base di una preparazione teorica introduttiva. Nell’ultima giornata gli studenti avranno l’opportunità di razionalizzare l’esperienza vissuta e di ricondurla a un processo logico utile per affrontare i problemi e le scelte di tutti i giorni. Gli argomenti affrontati nel corso delle lezioni saranno dunque : problem solving, comunicazione e lavoro in team, simulazione di un processo, role playing sulla gestione delle risorse umane, role playing sul decision management. La partecipazione al corso è gratuita. Il termine delle iscrizioni è il 30 maggio.
Per informazioni, orientamento@liuc.it

La LIUC aderisce poi al progetto Learning Week, promosso da Regione Lombardia: alla LIUC, in particolare, grazie alla presenza di una Residenza Universitaria, gli studenti delle classi III°, IV°, V° di tutti gli istituti secondari superiori della regione hanno la possibilità – gratuitamente – di risiedere nel Campus e di studiare in Università per una settimana. Si tratta di 40 ore di percorso formativo incentrate sugli aspetti della comunicazione interculturale in lingua inglese e sulla rilevanza dei linguaggi di settore (es. inglese giuridico, economico, finanziario). Inoltre, gli studenti hanno modo di conoscere la struttura e l'offerta formativa dell’Università Carlo Cattaneo. Le iscrizioni sono aperte fino ad esaurimento posti. Gli studenti possono iscriversi singolarmente o tramite la loro scuola.
Per informazioni, cared@liuc.it

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Rapporti con la Stampa
Università Carlo Cattaneo – LIUC
ufficiostampa@liuc.it, fzeroli@liuc.it

mercoledì 18 maggio 2011

Prassi italo – svizzera nella procedura civile

Il prossimo venerdì 20 maggio alla LIUC

Prassi italo – svizzera nella procedura civile

La Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC, l’Istituto Giuridico di Ricerca Comparata e Hytek Srl organizzano un incontro sulla nuova legge processuale civile federale elvetica. L’appuntamento è per

venerdì 20 maggio 2011
alle ore 9.00 presso l’Università Carlo Cattaneo – LIUC

Il Convegno si propone di approfondire, sotto l’aspetto dell’analisi comparata, la struttura ed i principi di tale nuovo corpus normativo. In particolare, intende evidenziarne le linee generali, anche alla luce dei principi costituzionali, con particolare riguardo, tuttavia, alle forme di tutela speciali ed alla applicazione delle stesse, sia con riguardo al territorio elvetico che con riguardo ai provvedimenti italiani da eseguirsi nel territorio Svizzero. Si conferma, con tale iniziativa, del resto, la necessità che i due ordinamenti, assai prossimi, stabiliscano, soprattutto a livello accademico, di studio e professionale, un rapporto di muto scambio, che possa consentire, in futuro, un proficuo apporto alla analisi ed al commento del diritto positivo.

Di seguito, il programma dettagliato della giornata

Castellanza, 16 maggio 2011

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Rapporti con la Stampa
Università Carlo Cattaneo – LIUC
ufficiostampa@liuc.it, fzeroli@liuc.it
Tel. 0331.572.541 Fax 0331.480746
www.liuc.it

Programma

ore 9.00
Interventi di saluto
Andrea Taroni
Magnifico Rettore
Università Carlo Cattaneo – LIUC

Mario Zanchetti
Preside della Facoltà di Giurisprudenza
Università Carlo Cattaneo – LIUC

Parte I: Il diritto italiano

ore 9.15
L’organizzazione e la competenza dei tribunali e delle autorità di conciliazione e mediazione
Alfredo Bassioni
Direttore Istituto Giuridico di Ricerca Comparata

Ore 10.00
Principi e garanzie fondamentali del nuovo processo civile elvetico
Luigi Paolo Comoglio
Professore Ordinario di Diritto Processuale Civile presso la Facoltà di Giurisprudenza
Università Cattolica del Sacro Cuore
Docente di Diritto Processuale Civile Università Carlo Cattaneo – LIUC

Ore 10.45
Break

Ore 11.15
Le tutele speciali
Paolo Della Vedova
Ricercatore di Diritto Processuale Civile
Docente di Diritto Processuale Civile
Università Carlo Cattaneo - LIUC

Parte II: Cautelari, sequestri e rogatorie nella nuova procedura civile svizzera

ore 14.00
Esecuzione in Svizzera di sentenze e sequestri Italiani

Maurizio Roveri
Avvocato in Lugano (Svizzera)

Ore 14.45
Misure cautelari in diritto svizzero
Paolo Bernasconi
Avvocato in Lugano (Svizzera)

Ore 15.30
Break

Ore 15.45
Assistenza internazionale in materia civile e fiscale
Ergin Cimen
Avvocato in Lugano (Svizzera)

Ore 16.30
Dibattito aperto

Ore 17.00
Conclusione Lavori

martedì 17 maggio 2011

La complessità? Un fatto soggettivo… Se ne parla alla LIUC

Tornano i workshop sulla complessità promossi dall’Università Carlo Cattaneo – LIUC tramite il CeRiCo (Centro di Ricerche sulla Complessità).

L’appuntamento è per
giovedì 19 maggio 2011
alle ore 15.00

L'incontro si propone di verificare l’ipotesi della complessità come fenomeno con una connotazione prevalentemente soggettiva. Se l’ipotesi reggesse, potremmo essere autorizzati a sostenere che “ognuno di noi sceglie il livello di complessità che può permettersi”, preferendo evitare un livello più elevato, col conforto dell’osservazione di Eliot secondo cui “il genere umano non può sopportare troppa realtà”.

I relatori saranno:

Carlo Ghezzi Morgalanti, consulente di direzione

Paolo Groppi, amministratore delegato di due importanti aziende del Gruppo Solvay

Innocente Pessina, Preside del Liceo Classico Berchet di Milano.
Tutti, più o meno, partiamo da una visione di complessità come complicazione da ridurre e dominare con vari mezzi, secondo un ormai tradizionale approccio scientifico fatto di ipotesi, ricerca, sperimentazione e verifica, anche se non sempre applicato in modo rigoroso. Ma, nonostante i successi strepitosi di questo approccio, dobbiamo constatare che oggi ci sono sempre maggiori spazi per il mistero e per le opportunità di inventare il mondo, che proprio l’approccio complesso ci può offrire.

La missione del CeRiCo è lo studio della complessità nelle scienze sociali e, in particolare, nelle scienze manageriali, nell’organizzazione, nelle scienze comportamentali, dove essa si manifesta potenzialmente in forma più difficile da comprendere, gestire, valutare e utilizzare.

Castellanza, 17 maggio 2011

Evoluzione tecnologica della comunicazione e del packaging

Focus sul settore grafico e del packaging all’Università Carlo Cattaneo – LIUC, domani, martedì 17 maggio 2011.
Nell’incontro si tratterà dei mutamenti tecnologici e produttivi indotti dall’affermazione delle nuove macchine digitali ink-jet ad alta produttività e dell’evoluzione che il settore del packaging sta vivendo sotto la spinta di temi di forte attualità quali sostenibilità, risparmio energetico, riduzione dei costi e miglioramento della qualità.

Il settore ha bisogno di figure professionali di livello universitario per riuscire a tenere il passo non solo con organizzazioni industriali strutturate e razionalizzate a livello produttivo, ma soprattutto con la temibile concorrenza che arriva dalle economie emergenti.
La presenza dell’indirizzo Printing & Packaging Technology all’interno del corso di Laurea in Ingegneria Gestionale, in particolare con l’insegnamento di Applicazioni Industriali, è la proposta della LIUC per il settore grafico e cartotecnico.
Con un piano didattico fortemente orientato alle tecnologie, ai processi produttivi e alle norme vigenti, frutto di un costante confronto con le associazioni di riferimento, il corso è in grado di fornire le nozioni di base per entrare con competenza nel settore. Nell’incontro si tratterà dei mutamenti tecnologici e produttivi indotti dall’affermazione delle nuove macchine digitali ink-jet ad alta produttività e dell’evoluzione che il settore del packaging sta vivendo sotto la spinta di temi di forte attualità quali sostenibilità, risparmio energetico, riduzione dei costi e miglioramento della qualità. L’Università Carlo Cattaneo – LIUC è un’Università nata dalle imprese per le imprese, per volontà dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. Per questo, ha come obiettivo quello di formare professionisti che sappiano dare un contributo alle imprese del territorio italiano ed europeo.

Castellanza, 16 maggio 2011

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Rapporti con la Stampa
Università Carlo Cattaneo – LIUC
ufficiostampa@liuc.it, fzeroli@liuc.it
Tel. 0331.572.541 Fax 0331.480746
www.liuc.it

Programma

ore 16:30
Intervento di saluto
Andrea Taroni
Rettore
Università Carlo Cattaneo –LIUC

Claudio Covini
Direttore Generale
Assografici

Interverranno
Paolo Bandecchi
Presidente
Rotolito Lombarda S.p.A.

Ivan Cerè
Solution consultant
Hewlett-Packard

Saverio Mayer
Presidente e Amministratore Delegato
Smurfit Kappa S.p.A.

Università Aperta alla LIUC: presentazione delle lauree magistrali

La giornata è particolarmente dedicata agli interessati alle lauree magistrali in Economia Aziendale e Ingegneria Gestionale e all’approfondimento dei diversi percorsi proposti. Un appuntamento che si rivela dunque di interesse sia per studenti LIUC che stanno ultimando il percorso della laurea triennale che per studenti provenienti da altri atenei, interessati alle lauree magistrali proposte dalla LIUC.

Dopo il saluto del Rettore, prof. Andrea Taroni, la presentazione dei corsi sarà affidata direttamente ai Presidi delle due Facoltà interessate, il professor Valter Lazzari (Economia) e il professor Giacomo Buonanno (Ingegneria).

Presso i LIUC Point si potranno richiedere informazioni dettagliate sui servizi d'eccellenza dell'Università Cattaneo: le Relazioni Internazionali, che vantano collaborazioni con 98 università straniere in 37 Paesi nel mondo, il Servizio Placement, che fornisce stage agli studenti durante il periodo degli studi e accompagna i laureati nella ricerca del lavoro, il Diritto allo Studio, che nell’anno accademico 2009/10 ha erogato circa 1.760.000 Euro in borse di studio e contributi, compresi quelli per la mobilità internazionale; il progetto Skills&Behaviour per affrontare la vita e il lavoro con maggior consapevolezza, padronanza di abilità e comportamenti e poi la Biblioteca, le dotazioni informatiche a supporto dello studio, il Centro Linguistico, le Attività Extradidattiche con le relative squadre sportive, le Associazioni studentesche. Sarà anche possibile visitare gli edifici della LIUC, la Residenza Universitaria interna al Campus con i suoi 440 posti letto, per conoscere i luoghi dedicati all'attività didattica, allo studio, alla ricerca e al divertimento.

I docenti della LIUC saranno poi a disposizione dalle ore 14.00 alle 16.00 per ricevere gli studenti su appuntamento, allo scopo di approfondire il corso di laurea che si intende frequentare (per fissare un appuntamento inviare una mail a orientamento@liuc.it).

Castellanza, 13 maggio 2011

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Rapporti con la Stampa
Università Carlo Cattaneo – LIUC
ufficiostampa@liuc.it, fzeroli@liuc.it
Tel. 0331.572.541 Fax 0331.480746
www.liuc.it
Programma

10.30 Registrazione atrio ingresso edificio aule

11.00 Introduzione
Andrea Taroni
Rettore

11.15 Presentazione lauree magistrali
• Economia Aziendale
Valter Lazzari
Preside Facoltà di Economia

• Ingegneria Gestionale
Giacomo Buonanno
Preside Facoltà di Ingegneria

12.45 Visita guidata dell'Università con gli studenti del team LIUC

Incontro individuale con i docenti
Dalle ore 14.00 alle 16.00 – per fissare un appuntamento inviare una mail a:
orientamento@liuc.it

LIUC-POINT
• Economia
• Ingegneria
• Borse di studio
• Programmi internazionali
• Biblioteca
• Stage e placement
• Attività extra didattiche
• Skills&Behaviour
• Certificazione linguistiche

INFORMAZIONI E ISCRIZIONI:
Orientamento e Rapporti con le scuole
Telefono 0331 572.300 Fax 0331 572.425
Mail: orientamento@liuc.it

giovedì 12 maggio 2011

Accordi familiari per la proprietà, l’industria e la famiglia: ospite Matteo Marzotto

Il prossimo lunedì 16 maggio alla LIUC

Accordi familiari per la proprietà, l’industria e la famiglia: ospite Matteo Marzotto


Come noto, la storia del nostro Paese è fatta di grandi famiglie imprenditoriali che ne hanno segnato non solo lo sviluppo economico ma anche quello sociale e del costume: in questo contesto, le problematiche tecnico-legali hanno radici e presupposti di natura personale, familiare e aziendale, in diverse combinazioni e con dinamiche differenti a seconda delle fasi del ciclo di vita del sistema impresa-famiglia.

L’intreccio tra i vari aspetti è particolarmente evidente nei processi di costruzione di accordi che accompagnano di generazione in generazione la vita delle famiglie imprenditoriali sotto molteplici forme (dalle regole implicite agli statuti, dai patti parasociali agli accordi senza rilevanza contrattuale, agli accordi successori) e il cui successo rappresenta una condizione di continuità fondamentale.

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC organizza un convegno dal titolo “Gli accordi familiari per la proprietà, l’impresa e la famiglia: una prospettiva multi-disciplinare” il prossimo

lunedì 16 maggio 2011 alle ore 14.30
in aula Bussolati

Il convegno tratta il tema degli accordi in tutti i suoi aspetti, cercando di dare risposta ad alcune domande chiave per i professionisti impegnati a supporto delle famiglie imprenditoriali: perché molto spesso gli accordi sarebbero una necessità ma non si riesce ad avviarli o a concluderne la formulazione? Perché accordi societari e giuridico-fiscali formalmente impeccabili possono “non tenere” nel tempo, essere disattesi nella sostanza ed essere vissuti negativamente dalle nuove generazioni? Come rinnovare gli accordi obsoleti? Come dare vita a collaborazioni a “somma maggiore di zero” che facciano leva sulla complementarità delle competenze professionali?
Il convegno prevede interventi di alcuni esperti, la presentazione di casi professionali in chiave interdisciplinare e la discussione di un caso “dal vivo” grazie alla testimonianza di un noto imprenditore, Matteo Marzotto.

Di seguito, il programma dettagliato della giornata.

Castellanza, 12 maggio 2011


Programma

ore 14.30
Indirizzi di saluto
Dott. Ing. Michele Graglia
Presidente Unione Industriali di Varese

Presiede
Avv. Prof. Alberto Malatesta
Direttore dell’Istituto di Diritto e ordinario di diritto internazionale nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università Carlo Cattaneo - LIUC

ore 14.45
Gli accordi nelle famiglie imprenditoriali: peculiarità, tipologia, rilevanza e criticità
Prof. Daniela Montemerlo
Docente SDA Bocconi
Gli accordi successori: come superare i limiti degli strumenti attuali e costruire assetti solidi “oltre la vita”

Avv. Giovanna Condò,
Avvocato in Milano
Gli accordi parasociali e statutari nelle imprese familiari: come prevenire la costruzione di “cattedrali nel deserto” e accompagnare con successo le transizioni.
Avv. Paolo Bassilana,
Partner Studio Biscozzi e Nobili - Milano
Gli oneri economici degli accordi e l’importanza di un approccio integrato
Dott. Gianluca Bolelli,
Dottore commercialista in Milano

ore 16.45
Coffee Break (offerto da Banca Generali Private Banking)

ore 17.00
Strumenti legislativi in fieri per la famiglia e per l’impresa.
Dott. Gioacchino Attanzio,
Consigliere e Direttore Generale di AIdAF
Il passaggio generazionale dell’ impresa e dei patrimoni attraverso l’istituto del trust: casistica, vantaggi ed opportunità

Avv. Andrea Moja,
Docente di International Business Law Università Carlo Cattaneo LIUC Presidente Assotrusts

ore 18.00
Testimonianza
Matteo Marzotto
imprenditore
Consigliere d’Amministrazione Morellato S.p.A.,
Consigliere d’amministrazione C.U.O.A. (Centro Universitario di Organizzazione Aziendale)
Consigliere di Amministrazione Marzotto S.p.A
Presidente Enit (Agenzia Nazionale del Turismo)

lunedì 9 maggio 2011

“RIFIUTO = VALORE - Il fine vita delle materie plastiche”

Giovedì 12 maggio alla LIUC

“RIFIUTO = VALORE - Il fine vita delle materie plastiche”

Nell’ambito della collaborazione tra l’Università Carlo Cattaneo – LIUC, attraverso la sua Facoltà di Ingegneria, e le Associazioni di categoria dei materiali polimerici, ovvero Assocomaplast, Federazione Gomma-Plastica, Federchimica PlasticsEurope Italia, è in programma all’Università Carlo Cattaneo – LIUC per il prossimo giovedì 12 maggio un convegno dal titolo “Rifiuto = Valore - Il fine vita delle materie plastiche”.

Come per tutti i materiali, anche per le materie plastiche e le gomme il problema della gestione al termine dell’utilizzo è molto sentito. Si tratta di fare scelte strategiche razionali che garantiscano il corretto smaltimento ma anche di ottimizzarne il recupero per un loro ulteriore impiego, in quanto non sono rifiuti ma beni di valore da destinare ad una seconda vita. Infatti è ormai chiaro a tutti gli operatori del settore che il business si fa tenendo conto dello sviluppo sostenibile, e che questo passa anche attraverso una corretta gestione dei rifiuti. Detto altrimenti: responsabilità e business non devono essere valori alternativi ma intimamente connessi. Molto è stato fatto in questi anni, ma molto resta ancora da fare per rendere queste affermazioni di principio sempre più concrete. Compito complesso e non facile, che richiede perfino di valutare le problematiche del recupero dei manufatti a fine vita sin dalla fase di progettazione.

Il workshop mira a presentare alcuni spunti di possibili sinergie nella valorizzazione dei rifiuti da materiali polimerici, tramite la voce di alcuni operatori qualificati del comparto delle materie plastiche e delle gomme e dell’Istituto che si occupa specificamente di questo tema, l’IPPR (Istituto per la Promozione delle Plastiche da Riciclo). Le presentazioni saranno integrate da testimonianze di eccellenza. Saranno anche prese in considerazione le opportunità offerte dal riciclaggio meccanico delle materie plastiche postconsumo, per consentire la produzione di materie prime secondarie.
Il workshop è rivolto a tutti gli attori della filiera delle materie plastiche, al personale degli enti pubblici di controllo e indirizzo, agli operatori dello smaltimento dei rifiuti e del loro recupero in tutte le forma possibili.

Un’attenzione, quella della LIUC, per il settore delle materie plastiche, che è testimoniata anche dalla presenza di un orientamento della laurea triennale in Ingegneria Gestionale in Materie Plastiche e Gomma, che fornisce le conoscenze di base sui materiali che costituiscono le gomme e le materie plastiche (i polimeri), sulle principali tecnologie di sintesi e sulle famiglie di prodotti, nonché sulle tecnologie di trasformazione.

Di seguito, il programma dettagliato della giornata

Castellanza, 9 maggio 2011
Programma
ore 10:00

Coordinatore dei lavori
Matteo Inzaghi Direttore Rete 55

Intervento di saluto
Andrea Taroni
Rettore dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC

Introduzione al seminario
Paolo Lamberti
Presidente dell’Università Carlo Cattaneo –LIUC
Vice Presidente Federchimica

ore 10:20
Raccolta e selezione degli imballaggi plastici
Gianluca Bertazzoli
Responsabile Comunicazione e Relazioni Esterne Corepla

ore 10:40
Il marchio “,Plastica Seconda Vita” quale strumento di valorizzazione: materiali e manufatti
Maria Cristina Poggesi
Segretario IPPR

ore 11:00
Le tecnologie italiane per il riciclo meccanico delle materie plastiche
Oreste Paquarelli
Consulente Assocomaplast

ore 11:20
La gestione della frazione residua
Riccardo Caminada
Direttore tecnico AMSA

ore 11:40
Selezione e riciclo delle materie plastiche: un caso aziendale
Roberto Sancinelli
Presidente - Amministratore Delegato Montello S.p.A.

ore 12:00
Tavola Rotonda

Moderatore
Matteo Inzaghi Direttore Rete 55


Partecipanti

Giorgio Quagliuolo
Presidente Unionplast
Stefano Ciafani
Responsabile scientifico Legambiente
Giuseppe Rossi
Presidente Corepla
Alessandro Colucci (invitato)
Regione Lombardia

Ore 13:00
Aperitivo

venerdì 6 maggio 2011

Lasciti testamentari:uno strumento per sostenere il terzo settore

All’Università Carlo Cattaneo – LIUC si parla di “cultura del donare”

Lasciti testamentari:uno strumento per sostenere il terzo settore

Occhi puntati sul terzo settore oggi all’Università Carlo Cattaneo – LIUC per una giornata dedicata ai mezzi di finanziamento delle tante realtà che nel nostro Paese fanno capo a questo ambito. Lo spunto, estremamente attuale, è il confronto tra realtà del non profit, rappresentanti degli ordini professionali, accademici, su un mezzo importante, ma ancora non così diffuso per il sostegno al terzo settore, ovvero i lasciti testamentari.
Dai dati pubblicati sul sito del Ministero della Giustizia, risulta che dal 1989 al 2010 il numero dei testamenti pubblicati in Italia (sia olografi che pubblici) è passato da 894.552 a 1.188.500, quindi con un incremento, peraltro non costante negli anni, minimo, e che comunque, nel totale, rappresenta una percentuale minima del numero delle successioni che si aprono ogni anno in Italia.
L’Università Cattaneo si affianca a quanto il notariato da tempo sta facendo insieme alle organizzazioni del terzo settore per diffondere la cultura del lascito. L’incontro, infatti, è stato organizzato dalla LIUC insieme all’Associazione sindacale dei notai della Lombardia con il patrocinio della Fondazione comunitaria del Varesotto onlus e in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Busto Arsizio, l'Ordine degli Avvocati di Busto Arsizio e Studio Lentati.
“Oggi assistiamo - ha detto il professor Giuseppe Zizzo, Professore ordinario di Diritto tributario all’Università Carlo Cattaneo – LIUC - a una sempre maggiore riduzione delle attività di welfare da parte dello Stato. Il terzo settore rappresenta un fenomeno fondamentale per il benessere e la coesione sociale ed è sempre più necessario che si raccolgano risorse per garantirne la sopravvivenza: se infatti sono molte le attività che queste organizzazioni mettono in campo per raccogliere fondi, è altrettanto vero che a permettere il sostentamento delle tante realtà del non profit sono soprattutto le donazioni dei cittadini, compresi i lasciti testamentari”.
Il professor Zizzo ha auspicato una “sempre maggiore cooperazione tra le diverse realtà, in nome delle funzioni socialmente accettabili che esse esercitano”.
Da parte dei notai, un richiamo all’importanza di informare sul valore di questa scelta e anche sulle modalità concrete di realizzazione del desiderio di donare: "La scelta del "dono" - ha detto il notaio Domenico Chiofalo, membro del comitato direttivo dell'Associazione sindacale dei notai della Lombardia - è importante per la vita di una persona ed è fondamentale che sia libera e consapevole. E' necessario quindi essere correttamente informati per scegliere gli strumenti idonei a realizzare le proprie volontà. In alcuni casi occorre bilanciare il desiderio di donare con la tutela rigorosa che la legge prevede per i propri eredi, limitando la stessa libertà di donare; l'ordinamento comunque, permette di disporre liberamente (quindi, anche a favore di enti non-profit) di una parte del proprio patrimonio, la cosiddetta quota disponibile. La legge consente, inoltre, attraverso strumenti tecnici, come l'onere, di lasciare un segno tangibile del "dopo di noi" vincolando i beneficiari delle donazioni e indicando, anche parzialmente, la destinazione e lo scopo delle stesse, per esempio, la realizzazione di opere specifiche, o l'istituzione di borse di studio. Per utilizzare al meglio gli strumenti giuridici a disposizione è opportuno farsi seguire in questo percorso da consulenti esperti, di fiducia, che favoriscano la piena realizzazione dei propri desideri”.
Non sono mancate poi riflessioni sulle inevitabili lungaggini burocratiche, che non facilitano certo la realizzazione di queste scelte: quello che emerge è la necessità di prassi più semplici e sicure e di una maggiore trasparenza, per poter comprendere realmente il “secondo tempo” delle donazioni: “Si fa strada nel non profit - afferma Carlo Mazzini, fiscalista esperto di non profit - il timore che molti lodino il terzo settore ma che non lo si agevoli, anzi. Alcuni indizi: la domanda di socialità aumenta ma, anche sulla scorta di recenti notizie (Il Sole 24 Ore del 28 aprile scorso) il numero delle Onlus sarebbe diminuito (- 28% in 6 anni) a causa di sempre maggiori lacci e lacciuoli posti dall'Agenzia delle Entrate a questi enti. Le tariffe postali per il non profit sono più alte di quelle concesse alle aziende for profit. L'amministrazione di un ente senza scopo di lucro è soffocata da adempimenti ai quali gli amministratori (spessissimo volontari) fanno fatica a stare dietro. La destinazione di parte del proprio patrimonio ad un ente non profit già avviato (tramite donazione modale o un legato) si rivela essere una alternativa valida alla costituzione di un nuovo ente; il legato può risultare uno strumento che, pur "datato", può essere reso "nuovo" anche grazie alle nuove tecnologie. Il controllo delle donazioni, la loro tracciabilità, l'effettiva realizzazione dei progetti possono essere quindi oggetto di reporting accessibile a tutti i donatori”. La giornata ha visto anche un momento di presentazione di alcune case history, tra cui la stessa Università Carlo Cattaneo – LIUC (sulla Biblioteca, dedicata a Mario Rostoni), Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor, Sos Malnate, Fondazione Ferrario – Vanzago, Fondazione Piatti, Fondazione Centro San Raffaele del Monte Tabor, Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus.
Un appuntamento che segna l’inizio di una proficua e attiva collaborazione tra l’Università Carlo Cattaneo – LIUC e l’Associazione sindacale dei notai della Lombardia, che darà vita ad altri momenti di approfondimento sul terzo settore.
Castellanza, 5 maggio 2011

lunedì 2 maggio 2011

Alla LIUC Università Aperta per i genitori degli studenti prossimi al diploma

Alla LIUC Università Aperta per i genitori degli studenti prossimi al diploma

L’Università dei figli raccontata ai genitori
Sabato 14 maggio alle ore 10.00 l'Università Carlo Cattaneo - LIUC organizza un incontro di orientamento che si rivolge direttamente ai genitori i cui figli si apprestano a concludere gli studi superiori e a scegliere il corso di laurea al quale iscriversi.

L'iniziativa si inserisce in una serie di attività di orientamento e di collaborazione con le scuole che la LIUC promuove tradizionalmente, ma si caratterizza perchè per la prima volta sono i genitori ad essere invitati a conoscere i caratteri generali della Riforma, con le tante opportunità offerte, i rischi da evitare, le domande giuste da porsi e da porre, di fronte ad un sistema complesso che, come la società che lo esprime, è in continua trasformazione.
Promosso da un’Università che fa del rapporto con il mondo delle professioni e dell'internazionalizzazione gli assi portanti del proprio impianto formativo, l'incontro vuole rispondere ad un bisogno diffuso tra le famiglie di avere informazioni ragionate e suggerimenti per aiutare i più giovani ad individuare la strada giusta, con un occhio attento al futuro e l'altro rivolto alle proprie passioni e attitudini.

Il programma della mattinata, consultabile sul sito www.liuc.it, prevede, dopo il welcome coffee, il saluto introduttivo del Rettore Andrea Taroni, la relazione "L'Università dopo la Riforma" a cura di Michele Puglisi, direttore del CARED (Centro di Ateneo per la Ricerca Educativo Didattica e l’Aggiornamento) dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC, preposto a coordinare le collaborazioni con le scuole, e infine la presentazione dei corsi di laurea LIUC da parte del Preside della Facoltà di Economia Valter Lazzari, del Preside di Giurisprudenza Mario Zanchetti e del Preside di Ingegneria Giacomo Buonanno.

Castellanza, 2 maggio 2011

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Rapporti con la Stampa
Università Carlo Cattaneo – LIUC
ufficiostampa@liuc.it, fzeroli@liuc.it
Tel. 0331.572.541 Fax 0331.480746
www.liuc.it
L’Università dei figli raccontata ai genitori

Programma

9.45 Accoglienza (ingresso edificio aule da piazza Soldini, 5)

10.00 Welcome coffee

10.15 Saluto
Andrea Taroni
Rettore Università Carlo Cattaneo – LIUC

10.20 L’università dopo la riforma
Michele Puglisi
Università Carlo Cattaneo – LIUC

10.45 La LIUC e i suoi corsi di laurea
a cura del Preside di Economia Aziendale Valter Lazzari, del Preside di Giurisprudenza Mario Zanchetti e del Preside di Ingegneria Giacomo Buonanno

11.15 Dibattito
Possibilità di incontri individuali con i docenti e di visita guidata dell'Università con gli studenti
del team LIUC

LIUC-POINT

Cortile dei Gelsi
• Economia
• Giurisprudenza
• Ingegneria
• Borse di studio
• Programmi internazionali
• Stage e placement
• Attività extra didattiche
• Skills & Behaviour
• Certificazioni linguistiche

Ufficio Orientamento
Tel. 0331 572.300 Fax 0331 572.425
Mail: orientamento@liuc.it

E’ disponibile il parcheggio LIUC con ingresso da p