martedì 26 ottobre 2010

Incontro con Marco Martinelli, Direttore Generale di Solvay Italia

Nuovo workshop del CeRiCo (Centro di Ricerche sulla Complessità)

Incontro con Marco Martinelli,
Direttore Generale di Solvay Italia

Nuovo appuntamento giovedì 28 ottobre 2010 alle ore 15.00 con i workshop promossi dall’Università Carlo Cattaneo – LIUC tramite il CeRiCo (Centro di Ricerche sulla Complessità), diretto dal professor Giuseppe Scifo.
Il relatore di questo incontro è l’ingegner Marco Martinelli, Direttore Generale di Solvay Italia, manager con una grande e diversificata esperienza internazionale in uno dei più importanti Gruppi industriali del mondo.
Il Gruppo Solvay è stato fondato in Belgio nel 1863 da Ernest Solvay. Oggi è una multinazionale chimica, con quartier generale a Bruxelles, operativa in 50 Paesi, con 400 sedi e stabilimenti e una forza lavoro di 26.000 unità.
Marco Martinelli illustrerà la sua visione della complessità, mostrando come abbia via via acquisito una capacità (non definitiva) di gestirla attraverso l’intreccio di esperienze, studi, valori personali, interazione con le persone che ha incontrato durante la sua carriera.

L’incontro si colloca nell’ambito del ciclo di appuntamenti promossi dal CeRiCo (Centro Ricerche sulla Complessità) – diretto dal professor Giuseppe Scifo, con obiettivi scientifici diretti alla realizzazione di ricerche sul campo, allo sviluppo di attività formative e all’individuazione di nuove modalità di gestione delle imprese.
Erede del Progetto Gestione Sistemi Complessi, che si è chiuso nel novembre 2007 dopo nove anni di attività, il CeRiCo ha una missione più ampia, pur mantenendo immutato il suo oggetto, cioè lo studio della complessità nelle scienze sociali e, in particolare, nelle scienze manageriali, nell’organizzazione, nelle scienze comportamentali, dove essa si manifesta potenzialmente in forma più difficile da comprendere, gestire, valutare e utilizzare.

Castellanza, 26 ottobre 2010

lunedì 25 ottobre 2010

La responsabilità sociale d’impresa: scelta strategica o filantropia?

Promosso dalla LIUC tramite l’Unità di Studi sull’Etica

La responsabilità sociale d’impresa:
scelta strategica o filantropia?

Si torna a parlare dei temi dell’etica applicati al mondo dell’impresa all’Università Carlo Cattaneo - LIUC: l’appuntamento è per giovedì 28 ottobre dalle ore 14.00 per il convegno “La responsabilità sociale d’impresa: scelta strategica o filantropia?”, promosso dall’Università tramite l’Unità di Studi sull’Etica, diretta da Massimo Folador, consulente aziendale e autore di numerosi testi sull’argomento, nei quali tra l’altro propone i monasteri benedettini quale esempio illuminante per l’ “organizzazione perfetta”.
L’Unità persegue due obiettivi importanti: generare un circolo virtuoso, quanto mai auspicabile oggi, fra le soluzioni che una ricerca ben orientata può generare e la loro immediata attuazione, e creare una “rete” di relazioni costruttive tra aziende che vivono e sperimentano la “scelta” etica come scelta di campo, strategia.
Fondamentale il riferimento al Decreto Legislativo 231 del 2001, che contempla una serie di norme e di obblighi volti a regolamentare tutte le attività lavorative, al fine di creare un codice di comportamento che tuteli e salvaguardi le persone, l’ambiente e il territorio.
Questo convegno nasce dalla convinzione che rispetto ai temi dell’etica che riguardano il mondo delle imprese esistano due principali atteggiamenti: quello chi riflette a lungo sui principi e si pone al centro di dibattiti approfonditi, con il rischio, a volte, di sviluppare azioni poco incisive e di contravvenire al significato stesso della parola etica (comportamento abituale, capace di condurre al bene comune) e quello di chi, al contrario, in virtù di un vissuto personale o aziendale, agisce con entusiasmo nella quotidianità correndo un altro rischio, ovvero quello di non riflettere in profondità sui principi che animano ogni azione, tanto più se collettiva, e di conseguenza sulla possibilità di generare cultura.
Obiettivo della giornata è di fornire un supporto alle aziende interessate a proseguire un cammino che faccia dei principi etici non tanto o non solo una scelta personale ma una strategia d’impresa grazie alla quale affrontare i cambiamenti e le richieste del mercato attuale.
Una strategia che pone il suo fondamento nella sfida rappresentata dalla “responsabilità sociale d’impresa”, intesa come capacità di riflettere su ciò che rappresenta il bene comune per l’impresa stessa e i suoi stakeholders e di porre in atto azioni coerenti e sistemiche.

A seguire, il programma della giornata

Castellanza, 25 ottobre 2010


PROGRAMMA

14.00 Registrazione

14.15 Massimo Folador
Direttore dell’Unità di studi sull’ETICA
La responsabilità d’impresa al centro della strategia

14.30 Gianfranco Rebora
Professore di Organizzazione e gestione delle risorse umane
Etica e responsabilità sociale delle imprese: un approccio critico

14.50 Vincenzo Linarello
Presidente Consorzio Sociale GOEL
Il rapporto fiduciario tra le persone quale vantaggio competitivo dell’impresa

15.30 Daniele Ravaglia
Direttore generale di Emil Banca
La responsabilità d’impresa e i dipendenti/collaboratori interni

15.50 Daniele Giani
Presidente Consorzio Servizi Sociali
La responsabilità d’impresa e i clienti/utenti finali

16.10 Coffee break

16.30 Umberto Costamagna
Fondatore e presidente Call&Call spa
La responsabilità d’impresa e la comunità locale

16.50 Primo Barzoni
Presidente e Amministratore delegato di Palm spa
La Responsabilità d’impresa, l’ambiente e la sostenibilità

17.10 Michele Pedrazzoni
Direttore generale di Co.Pad.Or. e Berni spa.
La responsabilità d’impresa e i partner/fornitori

17.30 Dibattito e chiusura dei lavori

giovedì 21 ottobre 2010

Economia Sostenibile: alla LIUC gli studenti imparano un nuovo modo di fare impresa

Intervento di Paolo Ricotti, Presidente di Planet Life Economy Foundation,
nell’ambito del Percorso di Eccellenza in Business Consulting

Economia Sostenibile:
alla LIUC gli studenti imparano un nuovo modo di fare impresa

Relatore eccellente oggi alla LIUC nell'ambito di una lezione del Percorso di Eccellenza in Business Consulting, attivato all'interno del corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale.
Paolo Ricotti, Presidente di Planet Life Economy Foundation, con alle spalle importanti cariche all'interno del Gruppo Coin, del Gruppo Heineken Italia e in Perugina-Nestlè, ha tenuto una lezione su "Nuovi scenari di business: sostenibilità e Green Economy".
Ricotti ha sottoposto agli studenti presenti, partecipanti al corso ma anche interessati delle altre due facoltà, un approfondimento che viene normalmente utilizzato per i corsi di strategia aziendale nelle imprese: “Le nuove generazioni - ha spiegato - devono adattarsi all’evoluzioni dei mercati e ai nuovi modelli sociali ed economici, che impongono un vero e proprio cambiamento strutturale. L’economia sostenibile o consciousness capitalism è la logica economico-gestionale che caratterizzerà il prossimo ciclo economico, che avrà inizio nel 2020 ma nel quale siamo in qualche modo già inseriti e che si prevede possa durare una trentina d’anni. Una visione di equilibrio e armonia universale che in Italia non è ancora stata compresa a pieno e che ha un respiro assolutamente internazionale. Questi “movimenti” sono partiti infatti dal Nord Europa, ora si stanno radicando negli Stati Uniti e poi si prevede che ritorneranno in Europa. Certamente le nuove generazioni possono e devono inserirsi in tutto questo. Si tratta di un nuovo modo di fare impresa, che apre prospettive straordinarie in tutto il mondo”.
Ricotti precisa che non si tratta di rinnegare modelli preesistenti: “Questa nuova logica non è in contraddizione con essi ma li evolve”.
Alcuni esempi pratici di “casi” hanno aiutato gli studenti a comprendere meglio l’applicazione di questa logica e la trasversalità di interesse: “Un esempio per quanto riguarda le grandi imprese è il gruppo Angelantoni di Massa Martana (Perugia), per le PMI l’azienda agricola Arnaldo Caprai di Montefalco, sempre in provincia di Perugia. Altro esempio è la comunità di San Patrignano. Tutti casi in cui ci si sta impegnando per avvicinarsi a queste nuove logiche di gestione”.

Il Percorso di Eccellenza in Business Consulting, attivato nell’ambito del corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale mira a formare consulenti strategici, una delle figure che può esprimere al meglio le competenze degli ingegneri gestionali e massimizzare la loro trasversalità.
Gli studenti sono formati sulle competenze critiche (sia di tipo individuale, che di teamwork) e sugli strumenti di base della consulenza, in modo da rendere il loro impiego più velocemente produttivo nei progetti di consulenza, garantendo nel contempo al mercato competenze sempre più allineate alle nuove esigenze dei clienti,
Il corso, che si articola in 180 ore di aula distribuite nel periodo ottobre - dicembre 2010, completa il percorso didattico della Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, valorizzando ulteriormente le competenze acquisite e arricchendole con competenze specialistiche immediatamente spendibili sul mercato. Le lezioni si terranno in lingua italiana e sono aperte a uditori esterni.

Castellanza, 21 ottobre 2010

Testimonianza di Pietro Venanzi, test pilot di AgustaWestland

Al via la seconda edizione del Master H&A
- Helicopter and Airplane in Management per il Settore Aeronautico

Testimonianza di Pietro Venanzi,
test pilot di AgustaWestland

Futuri manager del volo ai blocchi di partenza all’Università Carlo Cattaneo – LIUC: prenderà il via lunedì 25 ottobre dalle ore 9.00 la seconda edizione del Master Universitario di secondo livello H&A - Helicopter and Airplane in Management per il Settore Aeronautico.
I partecipanti avranno modo di incontrare i rappresentanti di alcune delle aziende partner e di ascoltare la testimonianza di Pietro Venanzi, test pilot di AgustaWestland.
Venanzi diventa Pilota Militare nel 1988 presso la base dell’USAF di Sheppard, in Texas, volando su T-37 e T-38. Assegnato al 4° Stormo di Grosseto, diviene poi Combat Ready col ruolo di Caccia Intercettore Ognitempo sul velivolo F-104 Starfighter.
Selezionato per il Reparto Sperimentale di Volo di Pratica di Mare, si qualifica anche sull’ala rotante e diviene Pilota Collaudatore nel 1993 presso la base della Marina Militare USA di Patuxent River, vicino Washington D.C.
Nei successivi 6 anni prende parte a numerosi programmi di sviluppo sia su elicotteri che su aeroplani. È stato pilota presentatore ufficiale per l’Aeronautica di NH-500, G-222 e F-104. A tutt’oggi quello che ha presentato in volo più aeromobili.
Fregiato della medaglia di bronzo al Valore Aeronautico per aver brillantemente risolto una gravissima avaria in volo, è stato Aiutante di Volo del Capo di Stato Maggiore della Difesa, prima di lasciare il servizio nel Dicembre 1999 col grado di Tenente Colonnello. Entra in Agusta alla fine dello stesso anno per occuparsi del programma BA-609, del quale è, a tutt’oggi, il pilota responsabile.
Ha oltre 7000 ore di volo totalizzate su più di 50 tipi di aeromobili diversi.

I partner della seconda edizione del Master sono Distretto Aerospaziale Lombardo, Unione degli Industriali della Provincia di Varese, AgustaWestland, Alenia Aermacchi, Elettronica Aster, Gemelli, Mecaer Aviation Group, Sea, Secondo Mona e Selex Galileo.
Il Master si rivolge a giovani neolaureati in ingegneria aeronautica, meccanica, aerospaziale, elettronica e gestionale e si pone l’obiettivo di preparare i giovani ingegneri ad inserirsi nei ruoli tecnici delle aziende del settore, combinando una preparazione tecnologica specifica, con competenze manageriali e abilità comportamentali.

A seguire, il programma dell’incontro.

Castellanza, 21 ottobre 2010



Programma

Ore 9.00 Welcome coffee

Ore 9.15 Apertura
Prof. Gianfranco Rebora, Presidente Comitato di Direzione Scientifica Master
Monica Giani, Direttore Scientifico Master

Ore 9.30 Saluti di benvenuto

Alba Ciserani, Unione degli Industriali della Provincia di Varese
Gianluigi Ghezzi e Paola Margnini, Distretto Aerospaziale Lombardo
Raffaele Izzo, AgustaWestland
Ing. Massimo Lucchesini, Alenia Aermacchi
Marco Di Cicco, Elettronica Aster
Ing. Pierantonio Pavan, Gemelli
Ing. Simon George Harris, Mecaer Aviation Group
Barbara Spangaro, SEA
Claudia Mona, Secondo Mona
Referente azienda Selex Galileo

Ore 10.00 Testimonianza dal mondo aeronautico: Pietro Venanzi, Test Pilot AgustaWestland

mercoledì 20 ottobre 2010

Dalla Svezia, un gruppo di giovanissimi alla LIUC

Studenti di un liceo di Vaggeryd (Svezia) in visita alla LIUC

Dalla Svezia, un gruppo di
giovanissimi alla LIUC

La Svezia bussa alle porte della LIUC: l’Università ha ospitato oggi una delegazione di studenti provenienti dal liceo Fenix Kunskapscentrum di Vaggeryd.
Il gruppo, comprendente 15 ragazzi del quinto anno, sta visitando il nostro Paese nell’ambito di un progetto di scambio con un liceo italiano e grazie alla segnalazione di uno studente che sta svolgendo in LIUC il suo periodo di Erasmus, Markus Larsson, ha fatto tappa anche all’Università.
I docenti svedesi parlano di un’esperienza assolutamente positiva e osservano come l’approccio alla didattica in Italia sia estremamente interessante, soprattutto per l’alto tasso di interattività tra docenti e studenti, sia nelle scuole superiori che hanno visitato, sia alla LIUC.
Gli studenti hanno avuto la possibilità di effettuare un tour completo dell’ateneo, dal parco alle aule, e hanno trovato particolarmente interessante la storia degli edifici della LIUC, frutto di un complesso intervento, ad opera dell’architetto Aldo Rossi, sull’ex Cotonificio Cantoni.
Tutti gli studenti dichiarano di voler trascorrere un periodo all’estero durante gli studi universitari. Qualcuno si è anche sbilanciato, affermando che l’Italia e la LIUC potrebbero essere una buona scelta.
Nella stessa giornata, ha visitato l’Università anche Ann-Catrin Nordin, che si occupa di Relazioni Internazionali per la Mid-Sweden University, una tra le Università svedesi partner della LIUC.

Una giornata speciale per un ateneo che fa dell’internazionalizzazione uno dei suoi plus: ogni anno, infatti, sono circa 250 gli studenti LIUC all’estero per studio o stage e 200 gli studenti stranieri alla LIUC.
Provengono sia da Università europee (nell’ambito del programma Erasmus), sia da Paesi di altri Continenti, nell’ambito degli scambi previsti dalle 93 Università convenzionate, in 34 Paesi nel mondo. La fitta rete delle relazioni internazionali attribuisce alla LIUC il primato, tra le Università italiane, per numero di studenti che svolgono periodi di studio all’estero in rapporto alla popolazione studentesca. Sono inoltre attivi programmi di doppio titolo di laurea, italiana ed estera, con le Università partner LIUC e Summer School in Cina e Arizona.
Per quanto riguarda gli scambi con la Svezia, al momento 8 studenti svedesi sono in LIUC tramite il progetto Erasmus: 4 dalla Jönköping Business School, 1 dalla Karlstad University, 1 dalla Kristianstad University, 1 dalla Skövde University e 1 dalla University West.
9 studenti LIUC si trovano invece al momento presso università svedesi: 7 alla Jönköping Business School e 2 alla University West.

Castellanza, 20 ottobre 2010

martedì 19 ottobre 2010

Universita' Aperta alla LIUC

Vieni a conoscere la tua Università il prossimo martedì 26 ottobre

Universita' Aperta alla LIUC

Una giornata pensata per offrire alle future matricole un assaggio della vita universitaria: torna l'iniziativa "Università Aperta", prevista per il prossimo martedì 26 ottobre 2010.

Questa edizione è particolarmente dedicata agli interessati alle lauree triennali in Economia e Ingegneria e alla laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza.

Presso i LIUC Point sarà inoltre possibile avere informazioni dettagliate sui servizi d'eccellenza dell'Università Cattaneo: le Relazioni Internazionali, che vantano collaborazioni con 93 università straniere in 34 Paesi nel mondo, il Servizio Relazioni Esterne e Placement, che fornisce stage agli studenti durante il periodo degli studi e accompagna i laureati nella ricerca del lavoro, il Diritto allo Studio, che nel 2010 ha erogato oltre 1.650.000 di Euro in borse di studio e contributi; il progetto Skills&Behaviour per affrontare la vita e il lavoro con maggior consapevolezza, padronanza di abilità e comportamenti e poi la Biblioteca, le dotazioni informatiche a supporto dello studio, il Centro Linguistico, le Attività Extradidattiche con le relative squadre sportive, le Associazioni studentesche. Sarà anche possibile visitare gli edifici della LIUC, la Residenza Universitaria interna al Campus con i suoi 440 posti letto, per conoscere i luoghi dedicati all'attività didattica, allo studio, alla ricerca e al divertimento.
Alcuni studenti universitari saranno a disposizione per rispondere a domande sui corsi di laurea triennali e magistrali e per rispondere alle curiosità dei giovani visitatori.
I docenti della LIUC sono a disposizione per ricevere gli studenti su appuntamento, un'occasione importante di approfondimento del corso di laurea che si intende frequentare. Sarà inoltre possibile sostenere gratuitamente il nostro test psicoattitudinale.


Informazioni e iscrizioni:
Servizio Orientamento e Rapporti con le scuole
Telefono 0331 572.300 Fax 0331 572.425
Mail: orientamento@liuc.it
www.liuc.it

Castellanza, 19 ottobre 2010


Programma

REGISTRAZIONE
Dalle 9 alle 16 – Atrio ingresso principale Edificio Aule

LIUC-POINT
Dalle ore 9.00 alle 16.00 - Atrio secondo piano Edificio Aule

 Borse di studio  Economia Point
 Stage e placement  Giurisprudenza Point
 Relazioni internazionali  Ingegneria Point
 Attività extra didattiche  Skills&Behaviour
 Centro lingue

VISITA GUIDATA della LIUC
Dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00
Piccoli gruppi di studenti verranno accompagnati all’interno del Campus dell’Università.

STUDENT-POINT – Desk Facoltà
Dalle ore 10.00 alle 16.00
Studenti LIUC rispondono alle vostre domande su studi e vita universitaria.

PRESENTAZIONE DEGLI ORIENTAMENTI DEI CORSI DI LAUREA

INGEGNERIA GESTIONALE Ore 9.30 - Aula C228

 Meccanico
 Tessile (Fashion Technology)
 Grafico-Cartotecnico (Printing & Packaging Technology)

 ICT Information & Communcation Technology
 Materie plastiche e gomma
ECONOMIA AZIENDALE Ore 10.15 - Aula C228

 Management e imprenditorialità
 Amministrazione e finanza
 Made in Italy and global markets
 Psicologia e sociologia per la gestione aziendale
 Diritto ed economia d’impresa
GIURISPRUDENZA Ore 11.00 - Aula C228

 Economico e Diritto d’impresa
 Internazionale e comparato
 Penale e criminologico


TEST PSICOATTITUDINALE SESTANTE LIUC
Alle ore 12.00 - Aula C228

INCONTRO INDIVIDUALE CON DOCENTI
Dalle 14.00 alle 16.00 – per fissare un appuntamento inviare una m

lunedì 18 ottobre 2010

Alla LIUC nasce Lindt Academy

La Formazione Manageriale per le giovani promesse di Lindt & Sprüngli

Alla LIUC nasce Lindt Academy

Accrescere il livello di professionalità dei propri talenti e trasmettere l’attenzione che l’organizzazione ha per loro. Questo il percorso intrapreso da Lindt & Sprüngli, ed inserito nella strategia e vision dell’azienda per raggiungere con successo gli ambiziosi traguardi dei prossimi anni. Un progetto portato avanti con passione e determinazione dall’Azienda leader nel mercato del cioccolato di alta qualità, che offre un’ampia selezione di prodotti in più di 100 paesi del mondo. Con oltre 160 anni di storia, Lindt & Sprüngli è diventata nota come una delle più innovative e creative aziende di produzione di cioccolato premium, con sei poli produttivi in Europa, due negli Stati Uniti d’America ed uffici commerciali in quattro continenti.
Lindt ha deciso di mettere a punto una vera e propria “Academy” costruendone il percorso insieme all’Università Carlo Cattaneo – LIUC, in particolare con l’Area Ricerca e Formazione, la Business School dell’Università che vanta un’ampia offerta di corsi a catalogo e su commessa costruiti sulle esigenze del mondo dell’impresa, delle professioni e della pubblica amministrazione.
Il progetto, che ha coinvolto fortemente la Direzione Risorse Umane di Lindt, guidata da Marco Mossuto, ha avuto il determinante supporto del Comitato Esecutivo Lindt Italia e del suo Amministratore Delegato, Fabrizio Parini.
Il percorso mira a soddisfare i fabbisogni formativi di giovani con 4/5 anni di esperienza lavorativa, che potrebbero in futuro ricoprire ruoli di responsabilità all’interno dell’azienda, nonché dalla volontà di supportare i partecipanti nello sviluppo a 360° delle dimensioni del ruolo professionale, ha un focus non solo sulla dimensione tecnica, ma anche e soprattutto su aspetti gestionali e relazionali che un futuro Manager deve apprendere. L’azienda infatti, intende valorizzare i propri giovani più talentuosi mettendoli in condizione di affrontare nel modo più consapevole possibile il passaggio dalla loro attuale posizione a quella di manager e dunque da un logica esecutrice ad una di gestori di persone e di conoscenze.
Lindt Academy si articola in 10 giornate formative nell’arco di 12 mesi, con 18 partecipanti coinvolti. Il percorso formativo prevede oltre al contributo dei docenti LIUC, anche quello dei membri del Comitato Esecutivo Lindt per una parte maggiormente legata alle specificità dell’Azienda.
La metodologia didattica prevede lezioni su contenuti teorici in virtù delle caratteristiche e delle esigenze dei partecipanti e studio di casi ed esercitazioni pratiche. Le aree che verranno approfondite sono Organizzazione e Gestione delle Risorse Umane, Marketing e Comunicazione, Gestione d’Impresa, Vendite, Processi Produttivi e Logistica.

Castellanza, 18 ottobre 2010

lunedì 11 ottobre 2010

Università Carlo Cattaneo – LIUC in fiera

Nei mesi di ottobre e novembre, in tutta Italia

Università Carlo Cattaneo – LIUC in fiera

E’ tempo di fiere dedicate all’orientamento universitario in tutta Italia e l’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza (VA) è presente in maniera capillare per far conoscere la propria offerta. Questi i prossimi appuntamenti: Orientasud, promossa dall’A.C.S.I.G. (Associazione Culturale per lo Sviluppo dell’Inventiva Giovanile), a Napoli il 19 – 20 e 21 ottobre; Orienta Sicilia, promosso dall’Associazione ASTER e da Archimedia Communication, a Palermo il 3, 4 e 5 novembre; Campus Bari, salone dello studente organizzato dall’omonimo mensile, a Bari il 17, 18 e 19 novembre; Job&Orienta, mostra-convegno dedicata a orientamento, scuola, formazione e lavoro che si tiene alla Fiera di Verona i prossimi 25, 26 e 27 novembre.

L’Università Carlo Cattaneo – LIUC si trova a Castellanza, in provincia di Varese, a 15 km da Milano e ad altrettanti da Malpensa.
Iniziata nel 1991 con 303 studenti, oggi la LIUC ha 3 Facoltà: Economia, Giurisprudenza, Ingegneria; 11 Master Universitari di primo o secondo livello; circa 2.000 studenti e 300 docenti. Ad oggi i laureati LIUC sono circa 6.000.
L’offerta formativa si articola in un corso di laurea triennale ed uno di laurea magistrale in Economia aziendale, un corso di laurea magistrale (percorso quinquennale a ciclo unico) in Giurisprudenza, un corso di laurea triennale ed uno di laurea magistrale in Ingegneria Gestionale.
I percorsi di studio sono stati rinnovati, oltre che per le esigenze della riforma universitaria, anche per rispondere alla domanda degli studenti, delle famiglie e del mondo del lavoro di un’istruzione superiore di maggior valore e qualità, capace anche di valorizzare i contributi personali e di stimolare gli studenti a sviluppare abilità e qualità comportamentali.
L'Università Carlo Cattaneo è, per scelta, un Ateneo a misura di studente, con un ottimo rapporto numerico fra studenti e docenti così da assicurare un'elevata qualità delle attività.
E’nata dalle imprese per le imprese per volontà dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese con uno scopo preciso: favorire lo sviluppo della cultura aziendale e preparare professionisti d’impresa.
I dati del Placement sono decisamente positivi: grazie allo stretto rapporto con il mondo delle imprese e delle professioni, a tutti gli studenti è offerta la possibilità di svolgere un periodo di stage (nel 2009 ne sono stati effettuati ben 811). Inoltre, i laureati impiegano mediamente 2 mesi dalla laurea per trovare un’occupazione.
La LIUC ha tra i suoi punti di forza l’internazionalizzazione del percorso, attraverso programmi di mobilità e corsi in lingua inglese: la fitta rete delle relazioni internazionali le attribuisce il primato, tra le Università italiane, per numero di studenti che svolgono periodi di studio all’estero in rapporto alla popolazione studentesca. Sono inoltre attivi programmi di doppio titolo di laurea, italiana ed estera, con le Università partner LIUC, Summer School in Cina e Arizona.
L'Università Carlo Cattaneo, inoltre, dispone di una Residenza Universitaria interna al Campus con servizi di alta qualità in una struttura interamente cablata, che dispone di 250 camere per 440 posti letto. Grazie al cablaggio dell'edificio, da ciascuna camera è possibile collegarsi con la rete informatica dell'Università e connettersi via Internet con altre Università e istituzioni scientifiche nel mondo, potendo così consultare senza limiti di tempo le biblioteche, scaricare testi e dispense, colloquiare con i docenti per posta elettronica. Esiste inoltre un’area commerciale di 2.600 mq che comprende reception, sportello bancario, lavanderia, bar, sala musica, sala videoconferenze, laboratorio linguistico dedicati agli studenti residenti.
La LIUC è un’ “Università da vivere”, nella quale alla formazione possono essere affiancate una serie di esperienze ricreative: sono infatti attive associazioni studentesche, un laboratorio teatrale, band musicali, una web radio e squadre sportive di diverse discipline, tra cui pallacanestro, calcio, volley, rugby.
Inoltre, l’Università Carlo Cattaneo – LIUC premia il merito, attraverso significative agevolazioni per coloro che conseguono alte votazioni all’esame di maturità e mantengono una media del 27/30.


Per informazioni:
Ufficio Orientamento e Rapporti con le Scuole
Telefono 0331 572.300 - Fax 0331 572.320
Università Carlo Cattaneo - LIUC
Corso Matteotti 22 - 21053 Castellanza (VA)
email: orientamento@liuc.it

Per i rapporti con la stampa:
Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Telefono 0331.572.541 - Fax 0331 480.746
Università Carlo Cattaneo - LIUC
Corso Matteotti 22 - 21053 Castellanza (VA)
email:fzeroli@liuc.it

lunedì 4 ottobre 2010

Ashurst LLP e Page Personnel incontrano gli studenti LIUC

Domani appuntamento con i Career day della LIUC

Ashurst LLP e Page Personnel
incontrano gli studenti LIUC

Il ciclo di incontri "Career Day”, a cura dell'Università Carlo Cattaneo – LIUC attraverso il Servizio Relazioni Esterne e Placement, torna con un nuovo appuntamento domani,

martedì 5 ottobre
alle ore 9.30 in aula C229

Protagonisti dell’incontro, Ashurst LLP e Page Personnel. Relatori saranno per Ashurst LLP l’Avv. Ilario Giangrossi (Partner del Dipartimento di Litigation) e l’Avv. Daniele Iorio (Associate del Dipartimento di Litigation) e per Page Personnel il Direttore Pamela Bonavita e il Manager Marco Fusaro.

Ashurst LLP è uno dei principali studi legali internazionali, con sede nei più importanti centri finanziari del mondo. Oltre che a Londra, Ashurst LLP, che si avvale dell'esperienza di oltre 200 soci, 800 tra avvocati e dottori commercialisti è presente, direttamente o mediante accordi di collaborazione con studi indipendenti a Abu Dhabi, Bruxelles, Dubai, Francoforte, Hong Kong, Madrid, Milano, Monaco di Baviera, New York, Parigi, Singapore, Stoccolma, Tokyo e Washington DC.
Ashurst è specializzato principalmente in: contenzioso sia in sede ordinaria, sia arbitrale; energia, trasporti e infrastrutture; private equity ed M&A, capital markets; banking e finance (diritto bancario, finanziamenti, ristrutturazione del debito, project finance); real estate e diritto amministrativo; diritto tributario; diritto della concorrenza/antitrust.
Ashurst LLP annovera tra i suoi clienti società multinazionali, gruppi industriali, istituzioni bancarie e finanziarie, investitori istituzionali, fondi di "private equity" e di investimento mobiliari ed immobiliari. Ashurst LLP assiste, inoltre, enti governativi, società pubbliche e fondi sovrani in complesse operazioni, spesso di carattere multi-giurisdizionale.

Page Personnel è l'agenzia per il lavoro del gruppo Michael Page che si occupa di ricerca e selezione di personale qualificato, mediante somministrazione di lavoro temporaneo e assunzioni dirette a tempo determinato e indeterminato. Page Personnel è specializzata nella selezione di profili impiegatizi fino al middle management. Nata dall'esperienza del Gruppo Michael Page, è oggi presente in 17 paesi nel mondo - Italia, Spagna, Francia, Svizzera, Belgio, Lussemburgo, Olanda, Germania, Svezia, UK, Portogallo, Stati Uniti, Messico, Brasile, Australia, Singapore, Cina.
In Italia, Page Personnel è presente con sedi a Milano, Torino, Roma e Bologna.
La particolare organizzazione interna consente di offrire un know how qualificato, grazie proprio alla caratterizzazione in 12 divisioni specializzate: finance & accounting; banking & insurance; assistant & office support; human resources; sales & marketing; retail; sales administration purchasing&logistic; technicians & engineers; energy&environment; technology; healthcare & life sciences; specializzazione categorie protette.

Come di consueto, tramite questi incontri gli studenti LIUC hanno la possibilità di conoscere manager di alto profilo a cui rivolgere domande e proporre i propri curricula: un opportunità unica per capire quali siano i requisiti che il mercato del lavoro richiede.

Castellanza, 4 ottobre 2010

venerdì 1 ottobre 2010

Sistemi sanitari a confronto per la cooperazione internazionale

Alla LIUC un convegno internazionale promosso dall’Università
tramite il CREMS - Centro di Ricerca in Economia e Management in Sanità e nel Sociale

Sistemi sanitari a confronto per la cooperazione internazionale

Sanità sotto la lente d’ingrandimento oggi all’Università Carlo Cattaneo – LIUC: presso l’Auditorium si è svolto infatti il convegno “Health Service: Human Resource Crisis & Sustainable Capacity For Research” (“Sistema sanitario: crisi delle risorse umane e capacità sostenibile per la ricerca”), promosso dall’Università tramite il CREMS - Centro di Ricerca in Economia e Management in Sanità e nel Sociale. Il Centro opera nei settori sanitario e socio-sanitario, svolgendo attività di formazione e ricerca sulle tematiche del management aziendale e dell’economia sanitaria. I temi di ricerca e formazione sono approfonditi anche attraverso un accordo formale con l’Istituto Superiore di Sanità e una rete di collaborazioni che riunisce istituzioni di eccellenza nelle rispettive aree di competenza.
Il convegno tenutosi oggi nasce nell’ambito del progetto MedTalent, che vede impegnato un gruppo di ricerca che raccoglie istituzioni e professionisti provenienti da tutta Europa e Africa, nella ricerca per lo sviluppo di soluzioni applicabili a livello locale con lo scopo di garantire la disponibilità di personale medico e sanitario all'interno del sistema sanitario, declinato nei suoi diversi settori, per affrontare la mancanza pericolosamente crescente di risorse umane all'interno del settore. Decisamente internazionale, dunque, il panel dei relatori, provenienti da Francia, Spagna, Ungheria, Polonia e Sudafrica.
“Obiettivo della giornata di oggi – ha spiegato il professor Davide Croce, Direttore del Centro di Ricerca in Economia e Management in Sanità e nel Sociale – è porre le basi per costruire una rete tra Università europee e africane per la ricerca e la formazione nel settore sanitario: quello che emerge è che oggi per mettere a punto percorsi formativi su scala mondiale, che prevedano lo scambio di competenze e risorse, davvero non si può procedere senza un’adeguata rete di relazioni internazionali”.
Il professor Croce ha messo in evidenza il problema della carenza di risorse umane nel settore sanitario: “Il problema riguarda in particolare infermieri e specialisti clinici. Il numero chiuso per i corsi afferenti alle Facoltà di Medicina nei Paesi industrializzati ci porta ad avere un sistema sanitario in crisi e costringe sovente a sottrarre risorse ai Paesi del Terzo Mondo”.
Il Convegno è nato dalla volontà di creare un’utile occasione di confronto tra diversi Sistemi Sanitari internazionali, e di individuare modelli, strategie e politiche per accrescere, sia quantitativamente che qualitativamente, la ricerca in Sanità, con particolare riferimento agli aspetti gestionali. Un confronto che ha messo le basi per una collaborazione duratura: “Nell’ambito del progetto Med Talent è in cantiere la creazione di percorsi formativi sia accademici sia per i professionisti: nostri partner sono in questa iniziativa numerose università di Polonia, Ungheria, Spagna, Francia, Sudafrica”.
L’evento è stato aperto dall’intervento dell’Assessore Regionale alla Sanità Luciano Bresciani: “Come Regione Lombardia, siamo riusciti - ha detto - a raggiungere un livello di sanità che è considerato soddisfacente dai nostri cittadini e che attrae molti pazienti anche al di fuori dei confini della nostra regione. Questo avviene con una spesa che, in percentuale rispetto al prodotto interno lordo regionale, è tra le più basse nel mondo industrializzato, mentre il nostro saldo di bilancio rimane stabile, cosa di cui andiamo particolarmente orgogliosi. La nostra ambizione, e anche la speranza, è di poter condividere il nostro know – how con un numero crescente di Paesi ed entità regionali, per poter contribuire, per quanto ci è possibile, a quegli obiettivi di Millennio più strettamente collegati alla questione sanitaria. L’Africa è di gran lunga la destinataria del maggior numero di iniziative cooperative da parte della nostra Regione nel settore sanitario”.
Castellanza, 1 ottobre 2010

All’interno del corso di Laurea in Ingegneria Gestionale si apre il Percorso di Eccellenza in Business Consulting per formare i consulenti strategici

La consulenza strategica si impara
alla Facoltà di Ingegneria della LIUC

All’interno del corso di Laurea in Ingegneria Gestionale si apre
il Percorso di Eccellenza in Business Consulting per formare i consulenti strategici.
Professionisti di successo si raccontano alla presentazione del corso.

Martedì 5 ottobre 2010 alle ore 10,30
presso l’Università Carlo Cattaneo – LIUC di Castellanza (VA)
Aula C228

Il consulente strategico è una delle figure che può esprimere al meglio le competenze di un ingegnere gestionale e massimizzare la loro trasversalità.
Per formare anticipatamente i laureati sulle competenze critiche (sia di tipo individuale, che di teamwork) e sugli strumenti di base della consulenza, in modo da rendere il loro impiego più velocemente produttivo nei progetti di consulenza, garantendo nel contempo al mercato competenze sempre più allineate alle nuove esigenze dei clienti, la Facoltà di Ingegneria dell’Università Carlo Cattaneo – LIUC ha attivato, per l’anno accademico 2010/2011, un Percorso di Eccellenza in Business Consulting che sarà presentato martedì 5 ottobre 2010, dalle ore 10,30 alla LIUC in aula C228.

Programma

10.15 Registrazione

10.30 Scenari per il consulente di direzione nel 2015
Marco Beltrami - Presidente APCO (Associazione Professionale Italiana dei Consulenti di Direzione
e Organizzazione)

11.00 Innovazione, opportunità di business e nuovi manager
Enrico Sassoon - Direttore Harvard Business Review Italia

11.30 L'ingegnere gestionale come consulente
Aurelio Ravarini – LIUC, Coordinatore del Percorso di Eccellenza in Business Consulting

12.00 Da neolaureato a consulente di direzione
Testimonianza di un consulente laureato LIUC


Il corso, che si articola in 180 ore di aula distribuite nel periodo ottobre - dicembre 2010, completa il percorso didattico della Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, valorizzando ulteriormente le competenze acquisite e arricchendole con competenze specialistiche immediatamente spendibili sul mercato. Le lezioni si terranno in lingua italiana e sono aperte a uditori esterni.

La partecipazione all’incontro è aperta al pubblico ed è gratuita previa registrazione: Segreteria della Facoltà di Ingegneria, Sig.a Gabriella Cavazzana, Tel. 0331 572331, gcavazzana@liuc.it.
Ufficio Comunicazione e Immagine Università Carlo Cattaneo – LIUC, Telefono 0331.572.541, Fax 0331.480746, fzeroli@liuc.it.


Castellanza, 30 settembre 2010