martedì 26 gennaio 2010

CHIEF FINANCIAL OFFICER: UN GESTORE DELLA COMPLESSITA' PER LE SFIDE DEL FUTURO

Presentato il nuovo Master CFO - Direzione amministrazione, Finanza e Controllo di gestione

"Il moderno CFO? Un gestore della complessità":
così il vice Presidente nazionale di ANDAF (Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari), Massimo Campioli, ha definito la figura del Chief Financial Officer nel corso della presentazione del nuovo Master Universitario di secondo livello in CFO - Direzione amministrazione, Finanza e Controllo di gestione, tenutasi questa mattina presso l'Università Carlo Cattaneo – LIUC.

Il Master, alla sua prima edizione, è promosso dall'Università Carlo Cattaneo - LIUC proprio in collaborazione con ANDAF: l'obiettivo è quello di fornire ai partecipanti un'adeguata preparazione attraverso una formula che possa coniugare nel miglior modo possibile teoria ed
esperienze maturate sul campo, al fine di offrire alle imprese una nuova figura di CFO che abbandoni la tradizionale posizione di staff amministrativa e svolga un ruolo più ampio e incisivo nel processo decisionale, partecipando attivamente anche in seno al Consiglio d'Amministrazione della Società d'appartenenza.

"Il piano di studi – ha spiegato Catry Ostinelli, coordinatrice del Master coniuga le competenze contabili con una serie di strumenti che permettono al futuro CFO di essere realmente vicino al management nelle scelte strategiche di medio e lungo termine. Il percorso si struttura in 5 moduli (Amministrazione e Bilancio, Controllo di Gestione e sistemi informativi, Finanza d'azienda, Governance e finanza straordinaria, Competenze trasversali):
quest'ultimo modulo è finalizzato a sviluppare le capacità di relazione indispensabili per lavorare in team".

Il Master prevede dunque l'approfondimento di tematiche quali l'applicazione dei principi contabili internazionali, lo sviluppo del bilancio consolidato, l'analisi di bilancio per indici e flussi, il tax planning, il sistema dei controlli interni, il cost management, il business planning, il capital budgeting, il financial risk management.

Il percorso formativo è part-time e le lezioni si svolgono da Marzo a Novembre 2010, nei giorni di venerdì e sabato.

Sono previste 270 ore di formazione in aula alle quali si aggiunge il project work da realizzare presso l'azienda in cui si lavora o lo stage.

Il vice Presidente di ANDAF Campioli ha illustrato l'importanza di questa collaborazione
con ai fini della creazione di un corpo docente eterogeneo, con docenti accademici e non, questi ultimi tutti legati all'Associazione: "La mission di ANDAF è costruire un sistema di relazioni tra gli associati per favorire lo scambio delle informazioni: 11 sono le sezioni in tutta Italia, tra cui quella lombarda, che conta il maggior numero di soci, circa 1.500. Inoltre, recentemente è stato aperto un ufficio in provincia di Varese".

Anche nelle PMI che caratterizzano in maniera precipua il nostro territorio cresce infatti in maniera significativa la domanda di responsabili amministrativi e finanziari che abbiano competenze molteplici.

Campioli ha sottolineato il forte impegno profuso in questi anni da ANDAF nel settore della formazione:

"Uno dei nostri progetti più importanti - ha spiegato - è denominato University e ha permesso la realizzazione della prima edizione di questo master alla LIUC e di due master già avviati promossi dalle università di Pisa e Ferrara".

Alla presentazione del Master è intervenuto anche Ivan Spertini, partner KPMG e membro del comitato promotore della sede varesina di ANDAF, il quale ha affermato che "dietro alle storie di grandi successi c'è sempre un CFO forte e preparato".

Il Master si rivolge ai laureati in discipline economiche, giuridiche e tecnico-scientifiche; per coloro che sono già occupati, è possibile usufruire dei finanziamenti erogati da Fondimpresa, anche per la frequenza di singoli moduli.

Le domande di ammissione vanno inviate entro il giorno 26 febbraio 2010.

Castellanza, 26 gennaio 2010+

venerdì 22 gennaio 2010

Conferenza stampa di presentazione del nuovo Master in CFO - Direzione amministrazione, Finanza e Controllo di gestione

Conferenza stampa di presentazione del nuovo Master in CFO - Direzione amministrazione, Finanza e Controllo di gestione


Invito alla conferenza stampa

L'Università Carlo Cattaneo – LIUC ha il piacere di invitarVi alla

Conferenza Stampa di presentazione del nuovo

Master Universitario di secondo livello in

CFO - Direzione amministrazione, Finanza e Controllo di gestione
che si terrà il prossimo

martedì 26 gennaio 2010

alle ore 11.00

presso l'Università Carlo Cattaneo - LIUC

Il Master, alla sua prima edizione, è promosso dall'Università Carlo Cattaneo - LIUC in collaborazione con ANDAF (Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari).
L'obiettivo è quello di fornire ai partecipanti un'adeguata preparazione attraverso una formula che possa coniugare nel miglior modo possibile teoria ed esperienze maturate sul campo al fine di offrire alle imprese una nuova figura di Direttore Amministrazione, Finanza e Controllo (Chief Financial Officer - CFO) che abbandoni la tradizionale posizione di staff amministrativa e svolga un ruolo più ampio e incisivo nel processo decisionale, partecipando attivamente anche in seno al Consiglio d'Amministrazione della Società d'appartenenza

A illustrare i contenuti del Master saranno:
- il Rettore dell'Università Carlo Cattaneo – LIUC Prof. Andrea Taroni
- il Vice Presidente nazionale di ANDAF e CFO A.C. Milan Spa Dott.Massimo Campioli
- il Direttore del Master in CFO - Direzione amministrazione, Finanza e Controllo di gestione prof. Alessandro Cortesi.
-
la coordinatrice del Master in CFO - Direzione amministrazione, Finanza e Controllo di gestione dott.ssa Catry Ostinelli

Ci auguriamo che Lei possa partecipare alla Conferenza Stampa per approfondire i contenuti che verranno dibattuti durante l'incontro.

Cordiali saluti

Contatti:


Università Carlo Cattaneo –-LIUC
Francesca Zeroli
Corso Matteotti 22 - 21053 Castellanza (VA)
Tel. 0331/572541 Fax 0331/480746
fzeroli@liuc.it
ANDAF
Daniela Guidotti
Corso Genova, 6 – 20123 Milano (MI)
Tel. 02/83242288 – Fax 02/58118093
d.guidotti@andaf.it

Università Carlo Cattaneo – LIUC
Nata nel 1991, conta oggi circa 2.100 studenti e oltre 6.000 laureati: con le facoltà di Economia, Giurisprudenza e Ingegneria si caratterizza per la sua intensa sinergia con il mondo delle imprese e delle professioni. Professioni

ANDAF (Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari)

L'associazione è nata nel 1968 con l'obiettivo di costruire un sistema di relazioni per promuovere lo scambio di esperienze ed informazioni tra i responsabili delle funzioni Amministrazione, Finanza, Controllo di Gestione, Pianificazione e Internal Auditing delle aziende italiane, nonché promuovere, diffondere e mantenere lo spirito di collaborazione e solidarietà tra i propri membri.

giovedì 21 gennaio 2010

ALLA SCOPERTA DELL'INDIA GRAZIE ALLA LIUC

Il racconto di due studenti LIUC in stage in India
ALLA SCOPERTA DELL'INDIA
GRAZIE ALLA LIUC

"L'India rappresenta il futuro": è una conclusione sibillina quella a cui sono giunti Stephane Bonfanti e Davide Flenghi, studenti del Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, al termine della loro esperienza di due mesi di stage in India, della quale hanno dato conto nel corso di un incontro tenutosi oggi presso l'Università.
"Motore" del progetto, il professor Narinder Kumar Sharma, docente di Tecnologie industriali tessili presso la Facoltà di Ingegneria e nativo dell'India, che grazie al fondamentale apporto dell'Ufficio Placement ha attivato i contatti necessari allo svolgimento dello stage: "I nostri manager e quelli indiani - ha detto - devono iniziare a conoscersi e a capirsi, anche a fronte del fatto che molte aziende italiane si recano in India per fare delle join venture o vendere Made in Italy ma anche che alcuni grossi gruppi indiani stanno comprando aziende in Italia".
Da parte dei due studenti, grande entusiasmo per questa esperienza sul campo, che ha permesso loro di confrontarsi con un Paese ricco di storia e fatto di mille affascinanti contraddizioni, dando una connotazione internazionale al curriculum: "La prima parte del nostro stage - ha spiegato Davide Flenghi - si è svolta presso la Morarje Textile, prestigiosa azienda sita a Nagpur che produce tessuto 100% cotone per camiceria, dove abbiamo condotto uno studio sui vari reparti, avendo così modo di conoscere tutta la filiera produttiva. In particolare abbiamo collaborato con il reparto logistica, in cui anche grazie al nostro contributo sono state individuate le cause di alcuni ritardi, in primis l'utilizzo di alcune macchine obsolete. Successivamente, ci siamo trasferiti in un' altra azienda tessile, la Integra Apparel, a Bangalore, per un progetto di implementazione della produzione: ci siamo occupati in particolare dello studio del reparto di finishing e abbiamo suggerito una serie di misure da adottare per raggiungere il target imposto, migliorando così la linea produttiva".
A proposito delle problematiche che affliggono l'impresa indiana, il professor Sharma ha ricordato che "in virtù di una mentalità per cui tutto è in transizione, le aziende indiane tendono a curare poco la manutenzione, mentre risultano decisamente brillanti nel settore ICT, grazie ad un modo di pensare molto astratto".
Obiettivo dello stage dei due studenti è stato dunque non tanto acquisire nozioni relative alle tecnologie tessile, quanto fare un'esperienza che portasse ad accrescere la maturità della persona.
Un contesto, quello indiano, che come ha spiegato Stephane Bonfanti, "è fatto di grandi contraddizioni, di palazzi lussuosi e di estrema povertà, anche se va riconosciuto che si sta lentamente formando la classe media".
Il professor Giacomo Buonanno, Preside della Facoltà di Ingegneria, ha sottolineato quanto la facoltà abbia sostenuto il percorso di questi due studenti, perfettamente inserito in quello dell'ingegnere gestionale, "chiamato a progettare soluzioni a problemi tenendo conto in maniera particolare del fattore umano, ragion per cui la sua formazione non può che essere internazionale".
Proprio con quest'obiettivo, Stephane Bonfanti e Davide Flenghi hanno deciso di intraprendere un percorso per il conseguimento del doppio titolo di laurea e partiranno a giorni per l'Argentina, dove studieranno per un anno presso l'Università di Belgrano, a Buenos Aires.


E l'Università ha aperto ai propri studenti le porte dell'India anche per ragioni di studio: di recente si è infatti conclusa anche l'esperienza di Simone Spina, iscritto al Corso di Laurea Magistrale in Economia Aziendale, che ha trascorso un semestre presso il Management Development Institute dell'Università di Gurgaon.
La Responsabile delle Relazioni Internazionali, Fiona Hunter, ha ricordato che l'attenzione dell'Università alle relazioni internazionali è concepita nell'ottica del "superamento di una posizione etnocentrica, che ci porta a valutare il mondo sempre e solo con i nostri criteri e a pensare che quello occidentale è l'unico mondo e gli altri stanno cercando di raggiungerci".

Castellanza, 21 gennaio 2010

martedì 19 gennaio 2010

Incontro con la stampa sui rapporti della LIUC con le imprese e le Università indiane, attraverso il racconto di esperienze concrete degli studenti.

L'Università Carlo Cattaneo – LIUC ha il piacere di invitarVi ad un

Incontro con la stampa sui rapporti della LIUC

con le imprese e le Università indiane,

attraverso il racconto di esperienze concrete degli studenti.


L'incontro si terrà il prossimo

giovedì 21 gennaio 2010

alle ore 11.00

presso l'Università Carlo Cattaneo – LIUC (Aula Ossola 2)

La LIUC apre ai suoi studenti le porte dell'India, per stage e periodi di studio, con l'obiettivo di offrire la possibilità di uno sguardo dal vivo su un Paese tanto ricco di risorse quanto segnato da mille contraddizioni.

L'incontro ha lo scopo di illustrare in particolare l'esperienza di Stephane Bonfanti e Davide Flenghi, iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, che hanno trascorso un periodo di due mesi in India per svolgere uno stage presso la Morarje Textile, prestigiosa azienda tessile sita a Nagpur.
I due studenti hanno avuto modo di studiare il processo produttivo e l'intera organizzazione aziendale, di svolgere un progetto di monitoraggio degli ordini durante la produzione in collaborazione con il reparto di logistica e di conoscere il sistema marketing utilizzato dall'azienda.
La parte finale dello stage si è svolta invece presso l' Integra Apparel, altra azienda tessile sita a Bangalore, per un progetto di implementazione della produzione.

Questa sarà inoltre l'occasione per dare conto della prima esperienza di scambio per studio in India, compiuta da uno studente LIUC, Simone Spina, iscritto al Corso di Laurea Magistrale in Economia Aziendale, che ha trascorso un semestre di studio presso il Management Development Institute dell'Università di Gurgaon.

Ci auguriamo che possa essere presente per dibattere e approfondire i contenuti dell'incontro.

Cordiali saluti

Contatti:

Francesca Zeroli
Comunicazione e Immagine
Università Carlo Cattaneo - LIUC
Corso Matteotti 22 - 21053 Castellanza (VA)
Tel. 0331.572.541 Fax 0331.480746
www.liuc.it
fzeroli@liuc.it

lunedì 18 gennaio 2010

FORMAZIONE MULTIDISCIPLINARE PER I NUOVI PROFESSIONISTI DEL DIRITTO DELLE BIOTECNOLOGIE

Presentato ufficialmente il nuovo
Master universitario di secondo livello in Diritto delle Biotecnologie

FORMAZIONE MULTIDISCIPLINARE

PER I NUOVI PROFESSIONISTI DEL DIRITTO DELLE BIOTECNOLOGIE


E' stata presentata a Milano presso l'Aula Magna del Palazzo di Giustizia la prima edizione del nuovo Master universitario di secondo livello in Diritto delle Biotecnologie, promosso dall'Università Carlo Cattaneo – LIUC unitamente alla Fondazione CIRGIS (Centro Internazionale Ricerche Giuridiche Iniziative Scientifiche) di Milano, con il patrocinio dell'Ordine degli Avvocati di Milano, di banche, di Farmindustria, delle Provincie di Milano e di Trento.
Il Master si propone di analizzare i principi che sovrintendono la protezione legale delle invenzioni biotecnologiche e di partecipare al dibattito scientifico internazionale in tema di biotecnologie industriali, clinico – farmacologiche ed agrarie, con particolare attenzione all'utilizzo delle cellule staminali e ai principi etici che si oppongono alla "brevettabilità" della vita.
Particolare attenzione verrà riservata alle attività regolatorie nelle terapie cellulari, di promozione e tutela dei diritti di proprietà industriale, di protezione dei diritti dell'uomo e della dignità dell'essere umano nei confronti dell'applicazione delle biotecnologie, di promozione della ricerca biotecnologica e dell'utilizzo di cellule staminali, valorizzando il ruolo e le specificità del contesto italiano.
Il percorso, che si rivolge a neolaureati, professionisti, ricercatori, scienziati, manager, consentirà ai partecipanti di sviluppare competenze manageriali, finanziarie, organizzative, di marketing specialistiche per le imprese innovative,
"Questo master
- ha commentato il professor Mario Zanchetti, Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università Carlo Cattaneo – LIUC - è un esempio interessante di come l'università possa creare conoscenza e nel contempo contribuire a trasmetterla in modo innovativo, ovvero procedendo per problemi e non per discipline. Con questo corso ci proponiamo di creare professionisti con conoscenze specialistiche immediatamente spendibili sul mercato e al momento molto richieste. La formazione dei partecipanti avrà un'impostazione altamente multidisciplinare, come è nel DNA della LIUC: ci sarà spazio tanto per la scienza quanto per il diritto, quest'ultimo affrontato nelle sue diverse branche, da quello commerciale a quello industriale, da quello privato a quello penale fino al diritto internazionale. L'obiettivo è rendere intellegibili fra di loro linguaggi diversi che trattano dello stesso problema".
Oltre ai docenti della LIUC, parteciperanno al master docenti dell'Università Bicocca di Milano, di Palermo, della Politecnica delle Marche e di Trento.
Il piano di studi comprenderà discipline quali Chimica, Biochimica, Microbiologia Generale ed Industriale, Economia Aziendale e Intelligence Management per le Relazioni Internazionali e ancora Diritto Commerciale, delle Biotecnologie, Internazionale, Internazionale Brevettuale, dell'Ambiente, Penale, Costituzionale, finanziario e delle biobanche.
Nel corso della presentazione è intervenuto, tra gli altri, il Procuratore della Repubblica del Tribunale di Busto Arsizio Francesco Dettori che ha sottolineato l'importanza della scelta della LIUC per questo Master, anche in virtù della sua vicinanza con Malpensa, aeroporto internazionale che si troverà in futuro sempre più spesso a fronteggiare il problema del contrasto alla contraffazione di prodotti di natura biotecnologica.
Dal Presidente dell'Ordine degli Avvocati di Milano, Paolo Giuggioli, è giunto poi un richiamo a "un necessario confronto per mantenere viva la riflessione volta a valutare rischi e benefici della rapidissima evoluzione del settore delle biotecnologie".
Il Professor Giuseppe Aglialoro, Direttore del Master e Segretario Generale Internazionale di CIRGIS, ha evidenziato il valore dell'impegno congiunto di più atenei per la realizzazione di questa importante iniziativa di formazione e ha precisato che "il Master si propone in un momento particolarmente favorevole, essendo stato promulgato il 5 gennaio c. a. il decreto del Ministro dello sviluppo economico che assegna significative somme ai ricercatori e alle piccole e medie imprese".
Le iscrizioni al Master resteranno aperte fino al 10 febbraio prossimo; le lezioni avranno invece inizio il giorno 19 febbraio. Verranno assegnate complessivamente dieci borse di studio (10.000 Euro ciascuna) ai migliori candidati. Sono previsti stage, visite guidate e la possibilità di svolgere la tesi presso la Fondazione Campus Studi del Mediterraneo in Lucca.

Milano, 18 gennaio 2010

venerdì 15 gennaio 2010

"Wireless e RFId": se ne parla alla LIUC

Lezione aperta venerdì 15 gennaio 2010
alle ore 14.00
"Wireless e RFId":
se ne parla alla LIUC

Il prossimo venerdì 15 gennaio, in aula C228 dalle 14.00 alle 16.00, nell'ambito del Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale dell'Università Carlo Cattaneo – LIUC, per l'insegnamento "Sistemi di elaborazione", si terrà una lezione aperta al pubblico tenuta da Federico Pigni, Ricercatore senior del Lab#ID, il laboratorio sulla Radio Frequency Identification nato all'interno della Facoltà di Ingegneria della LIUC con lo scopo di supportare il trasferimento tecnologico verso le organizzazioni interessate ai sistemi RFId.
In questo contesto, i sistemi RFId saranno analizzati in quanto esempio di sistema di comunicazione wireless e ne saranno esaminate le ricadute organizzative e tecnologiche e gli effetti sui sistemi informativi.

Nel corso dell'incontro, Caterina Castellano, Responsabile delle iniziative wireless e dei progetti speciali SEA, presenterà il caso SEA - BHS (Baggage Handling System), il sistema per lo smistamento bagagli di Malpensa attrezzato con l'RFId, evidenziando come questa scelta abbia richiesto la gestione di un team multidisciplinare, vista l'ampiezza degli ambiti toccati (logistica, check in, sistemi informativi, ENAC, IATA, ...), e lo sviluppo di una soluzione ad hoc, non disponibile a scaffale, che fosse in grado di rispondere a specifici requisiti di business.

Castellanza, 13 gennaio 2010