mercoledì 1 marzo 2017

E Luce fu sull’Archivio del Cinema Industriale alla LIUC

Una partnership con radici profonde, ben salde nel passato, ma che guarda al futuro, alla diffusione della conoscenza.
Il professor Valerio Castronovo, presidente dell’Archivio del Cinema Industriale e della Comunicazione d’Impresa, e il dottor Roberto Cicutto, presidente dell’Istituto Luce Cinecittà, hanno firmato una convenzione quadro biennale che formalizza il rapporto di collaborazione tra i due enti nell’ambito della promozione di iniziative culturali e formative di alto profilo dedicate ai temi della storia dell’impresa, del lavoro e dello sviluppo economico.

Davvero una bella notizia per l’Archivio del Cinema Industriale creato nel 1998 come associazione tra la LIUC – Università Cattaneo e Confindustria per catalogare, preservare e valorizzare il patrimonio filmico prodotto dalle imprese italiane. Prima iniziativa di questo genere ad essere inaugurata in Italia, l’Archivio mette a disposizione della ricerca e dell’attività didattica un ricco patrimonio di oltre 30.000 ore di documentari industriali che spaziano dai primi del Novecento ai giorni nostri. Mentre l’Istituto Luce conserva oggi più di 12.000 cinegiornali e quasi 5.000 documentari, una vera e propria “fotografia in movimento” dell’Italia dagli anni Venti agli anni 1990.
Se già da tempo le Giornate del Cinema Industriale, organizzate ogni anno presso la LIUC, si avvalgono di materiali messi a disposizione dall’Archivio storico dell’Istituto Luce, la convenzione quadro ufficializza, oggi, una collaborazione e un reciproco riconoscimento di affinità.
 

La partnership produrrà effetti concreti già a partire dalla metà di marzo, con il primo incontro pubblico del ciclo Impresa e Cultura, reso possibile dal sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto ONLUS e con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza.
I filmati storici dell’Istituto Luce e quelli dell’Archivio del Cinema Industriale accompagneranno le relazioni presentate da alcuni dei docenti LIUC per illustrare al grande pubblico alcuni dei temi “caldi” dell’economia, in maniera chiara e accessibile, ma al tempo stesso scientificamente rigorosa.

Si comincia martedì 14 marzo (ore 18.30) con il professore Andrea Farinet e le recenti trasformazioni nel rapporto consumatori - imprese nell’era dei social media; venerdì 7 aprile (ore 15) sarà la volta della professoressa Raffaella Manzini che spiegherà come si sviluppano i processi di innovazione tecnologia e le loro ampie conseguenze; infine il professor Massimiliano Serati, mercoledì 3 maggio (ore 18.30), sul tema dell’evoluzione della produttività e del mercato del lavoro nel contesto di un mondo globalizzato.
Gli incontri si svolgeranno alla LIUC – Università Cattaneo.

Per informazioni, iscrizioni e programma completo: http://archiviocinemaindustriale.eventbrite.it   (visitare il sito www.liuc.it) 


Istituto Luce Cinecittà
Oggi dinamica realtà dell’industria cinematografica europea, è l’erede de L'Unione Cinematografica Educativa creata dal giornalista Luciano De Feo nel 1924 e diventata, successivamente, il più moderno strumento di comunicazione di massa del regime fascista, grazie ai cinegiornali prodotti a partire dal 1927. Vera e propria scuola di cinema e di cine-giornalismo per un’intera generazione, l’Istituto Luce proseguì la produzione anche nell’Italia democratica, documentando le grandi trasformazioni del dopoguerra.